Roberto Fico alla Camera ed Elisabetta Alberti Casellati al Senato: accordo tra M5s e centrodestra

Di Maio: “Chi vota Casellati, vota Fico alla Camera. Ma non dire gatto finché non ce l’hai nel sacco”

da huffingtonpost.it

Maria Elisabetta Alberti Casellati, senatrice di Forza Italia, è la nuova presidente del Senato. Mentre Roberto Fico, Movimento 5 Stelle, è il nuovo presidente della Camera dei deputati. La loro elezione è il frutto dell’accordo tra i 5 stelle e il centrodestra.

L’intesa nel centrodestra si è ritrovata nel vertice di questa mattina a palazzo Grazioli tra Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini. Un incontro per tentare in extremis di evitare la spaccatura del centrodestra dopo la forzatura del leader della Lega sul nome di Anna Maria Bernini a presidente del Senato. La Lega fa sapere che: “è stato Silvio Berlusconi a fare il nome di Casellati: non è una vittoria della Lega ma di tutto il centrodestra che ne esce rafforzato”.

Paolo Romani, che è stato il candidato di Forza Italia su cui i 5 stelle non erano d’accordo, ha ritirato la sua candidatura: “Nel ringraziare il Presidente Berlusconi per la stima e la fiducia accordatami – ha detto – offrendomi, convincendomi e insistendo nella candidatura a presidente del Senato, ritiro la mia candidatura per evitarne ogni utilizzo pretestuoso”.

Nei 5 stelle è stato “bruciato” invece il nome di Riccardo Fraccaro, proposto nella notte come candidato presidente della Camera. Infatti in una nota i leader del centrodestra “invitano il movimento 5 stelle a esprimere una candidatura che abbia le medesime caratteristiche di quella proposta dal centrodestra”, ovvero Casellati, “e quindi non pienamente idonea la figura dell’On. Riccardo Fraccaro”.

Sulla bocciatura di Fraccaro, ha spiegato: “Noi abbiamo proposto il nome di Riccardo Fraccaro, che è stato segretario per 5 anni e insieme abbiamo abolito tantissimi privilegi. Noi abbiamo posto molti veti e gli altri partiti hanno posto il veto su Riccardo – ha reso noto – io personalmente non volevo accettare alcun veto, ma Riccardo ha fatto un passo indietro, dicendo che la presidenza della Camera per il Movimento è più importante di qualsiasi cosa. Con Riccardo abbiamo tutti noi un debito. È una persona che ha sempre lavorato per il progetto e mai per sé stesso – ha aggiunto – e sarà il miglior ministro per i Rapporti col Parlamento che il Movimento 5 Stelle esprimerà al governo di questo paese”.

Intanto sul versante Pd si è deciso per due candidature alternative: Valeria Fedeli al Senato e Roberto Giachetti alla Camera. “I nostri candidati per la presidenza della Camera e del Senato sono candidati veri e non di bandiera”.