“Questi giudici sono matti”, disse una volta Berlusconi e apriti cielo, successe il finimondo: tutta l’intellighenzia di sinistra, che allora più di oggi manipolava l’informazione, si stracciava le vesti e lanciava strali contro il Cavaliere, la magistratura, dal canto suo, rincarava la dosa “è vero, noi giudici siamo matti per questo non molliamo”. Naturalmente nessun accenno alle reali motivazioni che spinsero il Silvione nazionale a dire quelle parole, ma questa è la “democrazia” che abbiamo nell’Itaglietta. Tuttavia mister B. aveva ragione, e le occasioni per dimostrarlo si sprecano, l’ultima è la Melanzana di Lecce. 9 anni or sono  un contadino sorprende un tale sul suo campo con una bacinella al cui interno c’era una melanzana prelevata dal suo campo di melanzane. Facciamo due conti: le melanzane costano, ho visto su internet, 0.58 cent al kilo, una melanzana mediamente pesa 250 grammi ma per fare il bastardo considererò un peso di 300 grammi quindi siamo a 25 centesimi di euro di furto. Il solerte contadino toglie le chiavi dalla macchina del ladro e chiama i carabinieri che, solitamente impegnati con i massimi sistemi, quel giorno avevano tempo e si precipitano sul luogo del delitto e compilano un verbale.

Ne nascono nove, NOVE, NOVE anni di processi che coinvolgono tutti i tre i gradi di giudizio! Nove anni di costosissimi processi per una melanzana! Silvio hai ragione: i giudici sono matti, sono mentalmente disturbati! Se non tutti, la maggioranza! tanto che anche la cassazione se ne avvede e bacchetta i giudici leccesi mandandogli a dire che sono incorsi in “un’evidente svista”. Se avessimo processi degni di questo nome, dove non dei togati giudicano ma una GIURIA POPOLARE giudica, la svista sarebbe stata immediatamente notata e il “ladro” sarebbe stato mandato a casa subito, invece no, noi abbiamo il “collegio giudicante”. Mamma mia. Nove anni di soldi pubblici buttati nel turca per nulla, NOVE ANNI per stabilire che il furto di una melanzana in stato di necessità non è reato! E poi i giudichetti, mi si passi il termine, dicono che hanno “troppo lavoro”! Avete troppo lavoro e perdete tempo dietro una melanzana? VERGOGNATEVI! Si, Silvio, questi giudici SONO MATTI.

Mentre il rapinatore di melanzana passava tutti questi guai una certa Balzerani Barbara che MAI ha rubato melanzane ma ha partecipato all’omicidio di  Girolamo Minervini, alla strage di via Fani, al rapimento del generale USA James Lee Dozier, condannata all’ergastolo era libera come un fringuello, libera di pubblicare libri, libera di tenere conferenze, libera di gettare fango sulla gente che ha assassinato. Avevi ragione Silvio: QUESTI GIUDICI SONO MATTI!