Berlino: fornire “zona sicura” per le donne durante le celebrazioni di Capodanno

Introdotte nuove misure di sicurezza  per la festa presso la porta di Brandeburgo

tratto da independent.co.uk traduzione di Gustavo Kulpe

Gli organizzatori della festa per le celebrazioni di Capodanno a Berlino intendono creare una “zona sicura” per le donne per impedire che vengano molestate o minacciate.

Le nuove misure di sicurezza riguardano in particolar modo la festa presso la Porta di Brandeburgo.

La notizia arriva in seguito alle centinaia di denunce da parte di donne che hanno subito molestie sessuali e aggressioni durante le celebrazioni di Capodanno a Colonia due anni fa.

Più di 1.000 denunce penali sono state presentate da donne vittime di violenza sessuale e rapina dopo essere state prese di mira nella stazione centrale della città nelle prime ore del primo dell’anno del 2016.

Le donne hanno riferito che gli attacchi furono commessi per la quasi totalità da uomini extracomunitari.

Altre misure di sicurezza saranno introdotte per le celebrazioni di quest’anno a Berlino, incluso il divieto di bevande alcoliche e l’uso di grandi borse e zaini.

La polizia ha invitato le donne a presentarsi al “punto di contatto / zona di protetta” in caso di molestie, palpate o eccessiva vicinanza di uomini sconosciuti.

La zona sarà inoltre monitorata dalla Croce Rossa tedesca.

“Fatti riconoscere in ogni caso, parla con altri festeggianti e chiedi aiuto”, si legge in una dichiarazione.

“Puoi venire qui se ti senti molestata.”

Alcuni hanno elogiato gli organizzatori per i provvedimenti contro le violenze sessuali, mentre altri affermano che istituire una zona sicura non affronta il problema a monte e non punta contro gli autori delle violenze.

Altri ancora sostengono come l’istituzione di una zona protetta sia una vera e propria discriminazione.

Leggi l’articolo originale