Il Renzie d’oltralpe (Macron) è sotto attacco! Come era normale che fosse, non avendo capito che gli stessi che così in fretta l’avevano messo lì dove si trova, altrettanto frettolosamente lo avrebbero abbandonato èrimasto lì col cerino acceso in mano a “coprire” la fuga dei burattinai. Renzie (quello vero) in questo è stato fortunato. E’ stato il popolo italiano a mandarlo a casa, e lo ha fatto prima che la UE degli eurocrati implodesse. E il testimone è passato a Micron. Quindi mentre a Bruxelles le valigie dei suoi “santi protettori” sono già pronte, lui rimane tristemente solo… Verrebbe da dire “il re è nudo”, ma lui Micron, Re non lo è mai stato. 

E con le (s)palle scoperte, cominicano ad emergere le verità. Quelle che mostrano il vero volto di una Francia fin troppo brava a dare “lezioni di civiltà” agli altri a parole, ma molto sucettibile quando si tratta di accendere i riflettori sul suo modo di “gestire” gli altri popoli.

Otto Bitjoka, economista e presidente dell’associazione panafricanista Ucai (Unione comunità africane d’Italia) intervistato dal Fatto Quotidiano, parte dalle accuse mosse dal Movimento 5 Stelle attraverso il Vice Premier Di Maio sul cosiddetto CFA ovvero il “franco coloniale”, imposto a ben 15 ex colonie francesi e che ha permesso, e qui è proprio il caso di dirlo, ai francesi di “vivere al di sopra delle proprie possibilità”. 


“Liberare l’Africa dal franco Cfa, moneta coloniale che ne impedisce lo sviluppo. E pubblicare gli accordi di decolonizzazione per ricostruire il sistema predatorio che impoverisce tutto il Continente, anche attraverso una commissione d’inchiesta al Parlamento Ue” Queste sono le parole del presidente Bitjoka. Il quale apprezzando la battaglia avanzata dal Movimento 5 stelle contro il franco coloniale, precisa che ” Non sono grillino, ma quelle portate alla luce dai Cinquestelle sulla moneta coloniale sono verità e non posso che sostenere chiunque porti avanti queste battaglie”. Lo stesso presidente afferma che una vera e propria decolonizzazione di fatto non c’è mai stata, e che il “franco coloniale” è il simbolo della colonizazione e danneggia gli stati che lo adottano, mantenendo fisso il cambio ed impedendo di svalutare se necessario….Un pò quello che una “certa europa” ha cercato di fare con l’euro . A questo aggiungiamo che il Tesoro francese detiene il 50% delle riserve valutarie delle “colonie 2.0”. Quindi ogni transazione che esse fanno, la metà è trattenuta in Francia. E chi cerca di ribellarsi, al contrario di quello che afferma Micron (“possono uscire quando vogliono”), o ci rimette la vita, o viene arrestato, o subisce un “improvviso golpe”…E’ successo in Togo, nel Mali, nel Burkina Faso (Sankara), in Costa d’Avorio….e ultimo ma non ultimo, in Libia a Gheddafi il quale ” voleva creare una nuova valuta panafricana, il dinaro libico, sostenuta dalle ingenti riserve auree di Tripoli, proprio in alternativa al franco Cfa. Gheddafi e l’Unione africana avevano già deliberato la creazione di un Fondo monetario africano con sede in Camerun, di una Banca africana di investimento in Libia e di una Banca centrale africana in Costa d’Avorio”. 

Bella la “fraternitè” francese a trazione massonica vero? Ma è destinata a finire. Il Vice premier Di Maio con Di Battista e alcuni europarlamentari pentastellati ha incontrato alcuni esponenti dei “gilet gialli” a Parigi. Il “nemico” è ferito e va accompagnato a morire, recita un vecchio detto. Inutile la reazione stizzita dell’Eliseo che ha richiamato in patria l’ambasciatore. Vuol dire che noi Romani ci riprenderemo uno dei palazzi più belli della città, Palazzo Farnese, improvvidamente concesso ai francesi come ambasciata. “Era dal 1940 che non succedeva”…..starnazzano i pddini….Appunto era ora che sitirassero fuori un pò di palle. La miglior risposta alle reazioni isteriche francesi e piddine l’ha data Di Maio: 
“Così come En Marche, il partito di governo francese, è alleato in Europa con il Pd, partito d’opposizione in Italia, così il Movimento 5 Stelle incontra una forza politica di opposizione al governo francese (Ric).”

Sono finiti i tempi di “nostre battaglie in UE ritenevamo fossero nell’interesse dell’Europa enon dell’Italia”…..

-alcuni virgolettati tratti da: 

https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/02/07/francia-richiama-ambasciatore-a-roma-attacchi-ripetuti-conte-rapporto-non-compromesso-colle-ristabilire-fiducia/4954536/
https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/02/08/franco-cfa-per-macron-si-puo-uscire-chi-ci-prova-viene-fatto-fuori-ora-si-pubblichino-accordi-di-decolonizzazione/4932907/https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/02/08/franco-cfa-per-macron-si-puo-uscire-chi-ci-prova-viene-fatto-fuori-ora-si-pubblichino-accordi-di-decolonizzazione/4932907/