di Mitt Dolcino tratto da mittdolcino.com

link all’articolo originale https://www.mittdolcino.com/2019/02/05/la-cruda-verita-su-cosa-aspetta-litalia/

Inutile girarci attorno: purtroppo i gialloverdi ogni giorno di più si dimostrano una delusione, entrambi. Che sia chiaro sono onesti e di buona volontà ma questo non basta, purtroppo. Da una parte Di Maio, che ha il pregio di aver davvero faticato nella vita, di aver lavorato duramente sebbene giusto da bibittaro (cosa assai onorevole, lo dico con rispetto, chapeau!); ma in presenza di una sua tara personale enorme ossia che non ascolta il prossimo e men che meno ha la capacità di percepire i segnali deboli che gli si presentano innanzi, troppo pieno di sè. Salvini invece ascolta moltissimo, ed è un grande pregio; ma purtroppo – di fatto – non ha mai lavorato fuori dalla politica, ossia cancellando il pregio di cui sopra, temo (Salvini non ha molte alternative personali fuori dalla politica). Ovvero, i due vicerè, sebbene onesti italiani, sebbene di buona volontà, semplicemente non sono sufficienti nè preparati a sufficienza. Ed i risultati infatti si vedono, soprattutto a livello macro-economico.

Faccio dunque da supplente e cerco di spiegarvi le cose per come stanno. Spero non ve la prendiate col pianista, io suono giusto ad alto volume la musica che altri solo vi fischiettano, per ora. Sottolineo che rilevo quanto segue con grande dispiacere.

La patrimonialona in arrivo…

Dunque, non ci sono alternative: o si fa una mega patrimoniale o si esce dall’euro. Non esistono altre possibilità. La domanda piuttosto è un’altra: perchè i gialloverdi tacciono sulla realtà e sulla gravità delle cose? (e intanto Savona se ne è andato….). Non vi commento i motivi di quanto sopra, sono anni che ne scrivo, questa è solo una constatazione. In tutto questo resta un caveat possibile, che aggiungerò in fondo.

Il punto da capire è come sarà la mega patrimoniale, ossia CHI pagherà: per intanto la cosa certa è che NON verrà pagata dai miliardari italiani. Ossia, forse non ve ne siete accorti ma la maggior parte dei miliardari italiani, diciamo i 6000 Ultra High Net Worth italiani indicati da UBS Wealth-X come detentori di patrimoni superiori a 30 milioni di dollari, sono in larghissima parte rientrati tutti in Italia dall’estero, soprattutto quelli con patrimoni superiori a 500 milioni di dollari equivalenti. Ovvero, costoro, i miliardari italiani, dovete ben comprendere che di norma prima del 2017 NON vivevano in Italia.Tali miliardari sono potentissimi, detengono media, aziende, relazioni, capitali ecc. e sono stati letteralmente benedetti dal PD, in particolare da Gentiloni-Renzi. Avete capito ora perchè i media proteggono la sinistra? A fronte di quello che hanno fatto con detta legge sui paperoni….

Bene, capito questo andiamo al passo successivo: loro, i miliardari italiani rientrati, la patrimoniale del 10%+ sulle loro fortune – come indicato da Cottarelli – NON LA PAGHERANNO! E a norma di legge. Infatti pagando solo 100’000 euro annui di tassa forfait NE SARANNO ESENTATI! Idem per molti le imposte di successione, i miliardari NON PAGHERANNO NEMMENO l’imposta di successione sui beni esteri!  (sappiate che dal 2017 anche i manager stranieri distaccati in Italia (ARTICOLO 16, COMMA 1, D.LGS. N. 147 DEL 2015), ad esempio gli amministratori delegati stranieri, che magari vengono a comprarsi l’azienda in Italia a basso prezzo, pagano il 50% delle tasse sui loro stipendi per 5 anni, mentre gli italiani le pagano al 100%; ossia gli italiani pagano anche per gli stranieri che nel caso razziano il paese… Altra legge del PD...

Sappiate che la legge sul rientro dei Paperoni italiana è la legge che fa pagare meno tasse ai miliardari di tutto mondo occidentale (forse esclusa Montecarlo, che però non ha poveri…), una legge che, per come trasuda ingiustizia, sarebbe degna da repubblica dittatoriale centro-africana. Infatti è incredibile che in un paese dove la tassazione media dei dipendenti è ben oltre il 50% qualcuno si possa permettere di pagare, che so, lo zero virgola qualcosa di tasse!

Voi tutti invece dovrete farvi prestare i soldi dalle banche per estinguere il debito ipotecario che lo stato metterà sulla vostra abitazione per garantire la tassa patrimoniale in arrivo…. Guardatevi la proposta patrimoniale di Pellegrino Capaldo come funziona e capirete.

Pellegrino Capaldo docet, parte 1

Va fatto presente che non tutti i miliardari sono contenti di questo probabile epilogo: ce ne è uno, forse l’unico, che NON è assolutamente felice, Silvio Berlusconi, l’unico vero miliardario che per questioni politiche ha continuato a vivere in Italia. Lui la patrimoniale in Italia nel caso, SI’, la pagherebbe/pagherà (sebbene bisognerebbe vedere dove risiederanno i suoi figli e nipoti a cui avrà probabilmente intestato parte delle sue aziende, probabilmente all’estero, ndr). Detto questo, il Cavaliere predilige un’altra soluzione, che è una variazione sul tema: ossia emettere i famosi Mini-BOT che verranno erogati dallo Stato per pagare tasse localie parte dei servizi (ma probabilmente non l’IRPEF, magari si potrà ma solo parzialmente) oltre a poter essere usati a compensazione di tasse aziendali fino a concorrenza di una certa somma. Bene, questi mini-BOT, del valore facciale di 1 euro ma di valore reale di circa la metà (al mercato nero, che nascerà, inevitabilmente, ndr), verranno conferiti al posto degli euro diciamo “normali” sapete a chi? A coloro che hanno crediti con lo stato tipo manutenzioni, bonus, ristrutturazioni, efficienza energetica ecc. Ossia, encorei MINIBOT verranno dati alle famiglie italiane, le quali – dopo – dovranno sperare di poterli riciclare nell’economia reale per un valore il più vicino possibile al nominale, pagando di fatto loro la perdita, ossia  il conto della futura “patrimoniale surrogata” nascosta dietro al CAVEAT della doppia moneta “MINIBOT” (ENCORE). Il trucco resta lo stesso: fregare le famiglie, far pagare a loro il conto, ai  miliardari quasi nulla. In fondo il signorotto feudale nacque in Italia, che volete che cambi rispetto al passato?

“L’Italia andrà selvaggiamente….”

In tutto questo i Pentastellati, quasi un’incubazione (involontaria  ed inconsapevole al di sotto di Grillo e Casaleggio) di poteri stranieri, finiranno come da copione, nell’implosione. Perchè? Semplice: sono decisamente impreparati sebbene onesti; nella più grottesca materializzazione dell’incubo orwelliano, sembrano addirittura fare un vanto della loro dichiarata improvvisazione se non ignoranza politica ecc. ecc.

Siamo arrivati al mondo al contrario. Pensate che coloro che probabilmente hanno visto con grande favore e supporto (hanno anche finanziato?) la loro ascesa politica, a casa hanno loro politici di professione formati fin dalle scuole medie… Ossia costoro – interi sistemi paese ex coloniali, ossia che sono abituati a vivere sottraendo le ricchezze altrui – visti gli interessi in gioco “potrebbero aver” addirittura indirettamente finanziato” – appositamente – una banda di soggetti onesti italiani pieni di buona volontà ma assolutamente  impreparati per il ruolo, volutamente impreparati; proprio perchè sapevano e benissimo che si sarebbero schiantati, proprio quello che vogliono. Qualcuno intanto sta al confine ad aspettare il cadavere italiano, ossia le prossime privatizzazioni italiane imposte dai mercati; poi si passerà alla razzia dei beni delle ricche famiglie italiche…

Le prossime mosse di Salvini

Salvini verrà facilmente Salvato dalla politica (vedremo dai giudici; ed intanto Savona se n’è andato…. encore). La patrimoniale certamente lui non la farà, verrà un tecnico; il capitano nel mentre sarà allontanato dal ruolo ma con onore, con la promessa di rientrare fra qualche tempo – magari, forse – dopo qualche funzione mediatica in EUropa, magari come zar dell’immigrazione EUropea  (…). O qualcosa del genere. Questo succederà affinchè Salvini non possa dire di no (…). Infatti Salvini, persona –  lo ripeto – onesta, sarà messo in condizione di dover accettare la “proposta”, con stile testa di cavallo nel letto, temo… Dunque a tempo debito arriveremo alla rottura con i M5S, ma sarà solo un passaggio: alla fine tutto sarà finalizzato a far arrivare il tecnico a Palazzo Chigi, magari passando per l’assenza di una maggioranza  parlamentare per fare un governo di vera liberazione. In tutto questo sappiate che il partito di Matteo Renzi è pronto a venire alla luce, c’è già, verrà ufficializzato nel momento più opportuno e servirà probabilmente per portare i voti necessari allo scopo: infatti ormai Matteo Renzi è la vera badante politica di Silvio Berlusconi, troppo vecchio per poterci azzeccare. Ossia i due sono e saranno alleati, magari anche con il supporto della Lega, involontario e tecnico, chiaramente, per fare quello bisognerà fare (…).

O qualcosa del genere.

Leggete quanto sopra, spaventatevi, arrabbiattevi. Ma non con il pianista, che qui vi ha semplicemente illustrato una versione di cosa succederà, versione però molto gettonata a Roma, negli ambienti che contano. Quello che bisognerebbe fare sarebbe invece cercare di evitare tale scenario da incubo, a tutti i costi. “Cosa” andrebbe invece fatto nello specifico sinceramente non lo so… (questo intervento vorrebbe quanto meno spronare chi di dovere a prendere dei rischi politici, …)

Per verificare se la versione proposta sia veritiera o meno basta che aspettiate, di norma le fonti sono ottime.

In forza della gravità della situazione italiana, la soluzione ormai sarà solo individuale in Italia da qui in avanti, ricordatevelo.

Mitt Dolcino