Non rischierò di dare perle ai porci, non mi è concesso di dare alcuna verità a chi cerca saggezza ma solo Vera Cacca ai professori. Mi è concesso solo di dare domande a chi cerca domande. Questo è il primo concetto esoterico che posso darvi.

Ogni giorno nel quale sorge il Sole, sono sempre più pagano e affascinato dagli antichi bipedi deambulanti su un puntino celeste. Al di là delle capacità notevoli dei pitechi che furono, sono seriamente influenzato dalla religiosità pagana delle antiche civiltà perché risponde copiosamente alla mia sete di Luce, onora la Luce primaria e completa del Sole che accarezza e brucia la ns pelle, il ns mondo, la ns psiche ed il ns Spirito.

Per qualche strana Ragione, sulla quale vi invito a meditare, i popoli antichi veneravano divinità che facevano la cacca.

Anche Dio fa la cacca: l’autopoiesi dello Spirito.

Io ho scelto di credere nella cacca, quando faccio la cacca prego con i miei abbondanti escrementi il ciclo dell’Ordine delle Cose, prego Maat, anzi Maati, espressione duale egizia dell’armonia del cosmo, di conservazione dell’Ordine delle Cose nonché sua mancanza nella versione duale di espressione del Caos (brutta roba la stitichezza). Sposa di Toth, (Toth è un sopranome celebre del mio maestro Ermete). Il Papa fa la cacca, il Dalai Lama fa la cacca, il Consulente fa la cacca (a differenza della gazzella e del leone che quando si svegliano sanno di dover correre per sopravvivere, io ho la piena consapevolezza che quando mi sveglio dovrò correre al bagno). Ermete Trismegisto fa la cacca tre volte più grande degli altri.

Tanti umani hanno pregato e pregano concetti superiori che fanno la cacca, perché la cacca è reale, perché la cacca è utile, perché la cacca è evoluzione, perché la cacca è rinascita (la cacca è meno poetica ma verità alternativa rispetto a “cenere alla cenere, polvere alla polvere”). Anche il Sole fa la cacca, la cacca è prima reazione quindi azione nel ciclo del Tutto. Effetto e Causa. Può forse un essere superiore mancare di tali qualità? Certo che no.

Se siete arrivati fin qui, meritate subito il sapere che scaturisce dalla cacca: la Trinità. Già sono invaso di endorfine al suo solo pronunciamento.

Corpo-Mente-Spirito

Sole-Luna-Terra

Padre-Madre-Figlio

Più cool nei recenti duemila anni: DioPadre-figlio di Dio-Spirito Santo

Nella versione al curry: Creazione, Evoluzione, Distruzione.

Nella versione accademica: Tesi, Antitesi, Sintesi.

Noi Liberi Giardinieri adoriamo lo stallatico per la crescita armoniosa delle piante e pertanto rimaniamo bassi nel concetto di Trinità e quindi ci concentreremo su Corpo-Mente-Spirito. Riproviamo che saremo più fortunati:

Corpo-Mente-Spirito

Materia-Sostanza-Essenza

Tutto-Uno-Nulla

Gli antichi bipedi partivano umili e sicuramente, mentre facevano la cacca, pensarono di trovare le risposte attorno a loro. A differenza dei nuovi schiavi che cercano le risposte in altri uomini ben pagati per sparare stronzate dalla bocca invece che dal sedere, i pagani si presero il privilegio di arrivare a concetti superiori osservando gli alberi, gli animali, gli altri bipedi, il Sole, la Luna, gli altri pianeti del sistema solare, le Stelle.

Gli antichi defecatori si presero l’insolente libertà di dare Sostanza all’Essenza partendo dalla Forma: un tripudio di divinità antropomorfe, divinità zoomorfe, alberi sacri, ecc ecc. Per gli antichi la realtà, la phisis è duale (Maat → Maati) ma l’uomo ha natura trina, come gli dei, come l’essere superiore.

Non puoi concepire il Due senza il Tre.

Non puoi venerare l’Uno senza il Cinque.

Non puoi evolverti senza il Quattro.

Non puoi esistere senza il Dieci.

Non puoi nutrirti senza il Sette.

Non esiste l’Uno senza lo Zero.

Non puoi concepire il Tre senza l’Uno.

A differenza degli odierni monoteisti che partono dall’Uno per spiegare il Tutto, i pagani partono dal Tutto per arrivare all’Uno e oltre. L’estrema consapevolezza dei trogloditi pagani megalitici era che anche l’Uno aveva facoltà di fare la cacca se era così nei suoi desideri. Cosa penserebbe un pagano di un ateo, di uno gnostico, di un razionalista e/o scientista?

Che fanno la cacca pure loro, ai pagani più sensibili dispiace che degli esseri evoluti bipedi si accontentino di concetti superiori che non fanno la cacca. D’altra parte, autolimitarsi è una virtù, altresì l’autopoiesi dello Spirito è una grande conquista del genere umano, peccato che sia andata scemando o compressa in sapere preconfezionato magari dettato da un analfabeta a cavallo.

Quale corpo per un’onda elettromagnetica?

Quale mente per un fungo?

Quale Spirito per un animale?

Il mio amico Giovanni mi ricorda da subito che senza la mente non necessito del concetto di principio. Mi ricorda anche che senza il linguaggio non ci sarebbe la mente, mi ricorda anche che chi usa la mente per concetti superiori risiede nello Spirito.

Il Tutto si evolve da energia a materia, la materia si evolve in materia che ha consapevolezza di se stessa cioè in realtà senza materia: il concetto. Il concetto si evolve in Spirito cioè nel trino che ha piena consapevolezza dell’energia, della materia e del Nulla.

Che livella l’Entropia!

Il Nulla è il vuoto che dà utilità, il non-essere che permette all’essere di esistere. Altro che seghe mentali su Dio, per capire chi siamo è sufficiente capire che “ciò che sta in alto è come ciò che sta in basso, ciò che sta in basso è come ciò che sta in alto”. Se mettete la cacca in basso, siete più avanti di quanto possiate concepire nella TAV dello Spirito. Se desiderate essere Corpo-Mente-Spirito siete già arrivati a destinazione senza partire perché non necessitate di Nulla, godetevi il Tutto.

Per godersi il Tutto occorre prendere la Vita con Spirito. Ricordatevi di tirare l’acqua alla fine perché non resti più Nulla.

Nulla è a caso, Tutto è Uno ma Uno è Nulla.

Consulente dei Nuovi Schiavi

P.S. Solo se sarò giustamente coperto di cacca, potrò deliziarvi con il prossimo capitolo “Il pinolo di Dio”. Proprio perché siete alla fine, consiglio di leggervi “La Fantasia” – http://www.orazero.org/la-fantasia-piu-reale-e-forte-del-mistero-vi-e-solo-la-fantasia/ – prima di leggere quanto sopra; capire che solo quando si è arrivati alla fine è possibile poter iniziare meglio è il secondo concetto esoterico che posso darvi. Non dimenticatevi di nutrire, ogni volta che sorge il Sole, il Corpo, la Mente e lo Spirito altrimenti non potrete avere illuminanti feci quale naturale conseguenza.