page1image36967920

Italiani: tutele, diritti e servizi vengono sempre più ridotti dalla borghesia e dal potere!

Partiti equilibristi e camaleontici capaci solo di sfamare sè stessi, che al potere fanno il bello e il cattivo tempo ma ignorano che la Costituzione permette un diritto imprescindibile per tutti noi, la disobbedienza civile, lo sapevate? http://www.pacedifesa.org/documenti/Diritto%20di%20Resistenza.pdf

page2image37020192

Un breve cenno per spiegare il documento che ho inserito per illustrarne in due parole il significato.

Secondo autorevoli costituzionalisti, anche se non è espressamente stabilito dalla nostra Carta Costituzionale, il “diritto di resistenza all’oppressione” è implicitamente legittimato, essendo una delle garanzie di difesa della Costituzione, in caso di violazione dei principi fondamentali in essa stabiliti.

Infatti, il diritto di resistenza trova la sua legittimazione nel principio della “sovranità popolare” , sancito nell’art. 1 della nostra Costituzione che quindi rappresenta la legittimazione all’intero Ordinamento giuridico. La “sovranità”, peraltro, è attribuita ad ogni singolo cittadino, come membro del popolo, e non solo al popolo nel suo insieme.

Nel nostro Ordinamento giuridico, comunque, ci sono varie norme che stabiliscono la legittimità della resistenza individuale (cioè del singolo individuo) di fronte a provvedimenti illegittimi (anche se apparentemente legittimi) dell’Autorità e/o al comportamento arbitrario di un pubblico funzionario.

page3image37113088

perchè ho voluto tirare in ballo la nostra Costituzione? per il semplice motivo che la stessa non è più utilizzata nel rispetto dei cittadini che pagano le tasse.

Il principio di capacità contributiva è stato negato per la forma di contratto con la UE a causa del debito accumulato dai governi italiani in molti anni, con la complicità di tutti i partiti senza escludere nessuno.

page4image37075168

Ora siamo sotto una spada di Damocle ben più pericolosa di una guerra militare contro un nemico reale, è in atto una distruzione di massa in maniera diversa, subdola, ottenuta colpendo le economie dei Paesi che hanno dato voce unanime nell’approvare la”moneta unica” che ha raddoppiato la spesa e dimezzato la crescita, riducendo soprattutto i nostri soldi.

page4image37070384
page5image37092800

Se andiamo avanti in questo modo sarà Bancarotta e povertà sociale.

I nostri politici non cambieranno una virgola  in ambito della UE. Siamo debitori, anzi la politica è debitrice, quindi perchè pagare le tasse se non ho nulla in cambio? Profondamente sfiduciato, ammetto che sto considerando l’ultima opzione che darebbe voce a tutti gli italiani.

Disobbediamo civilmente? non paghiamo i tributi, fermiamo la produzione, blocchiamo il lavoro rimasto, smettiamo di pagare le bollette di luce e gas! chiudiamo i c/c prima di fare la fine della Grecia o addirittura peggio, che ne dite? Fate sentire la vostra voce!

Se non c’è la giusta motivazione gli italiani non ci pensano proprio a muovere il fondoschiena! e purtroppo temo non accadrà mai in questo Paese, non cambierà mai nulla concretamente.

I veri colpevoli siamo proprio noi!