Secondo l’HuffPost il Governo vuole che i parlamentari abbiano il Green Pass per accedere all’aula del Parlamento e svolgere le loro funzioni. La cosa non è di poco conto, il Parlamento è il luogo dove risiede la sovranità e nello specifico, è l’assemblea che ha il compito di controllare e concedere e togliere la fiducia proprio al Governo.
Se si da al Governo il potere di decidere chi ha il diritto di votare saltano tutti i contrappesi previsti dalla Costituzione. Questo a maggior ragione se il “pass” è subordinato alla cessione al Governo (che dichiara l’emergenza pandemica) della sovranità fisica dei parlamentari. Posto che nessun Governo deve avere il potere di disporre del corpo manco dell’ultimo dei disgraziati, figuriamoci di chi per norma Costituzionale dovrebbe avere il potere di controllarlo e se è il caso di mandarlo a casa a calci nel sedere.
In linea di principio, cosa se ne fa il Governo di una banda di sgherri assassini che ammazzano un oppositore a bastonate come accadde con Matteotti se può mandare al parlamentare dei medici nel nome della scienza e fargli la punturina?

Credo che si sia passato abbondantemente il segno e la misura e chi non lo capisce è complice e colluso con la dittatura. https://t.me/giuseppemasala/6045

https://www.huffingtonpost.it/entry/lindirizzo-del-governo-obbligo-del-green-pass-anche-per-i-parlamentari_it_61434d2be4b0d808bf25db76

Ma analizziamo in modo + diretto:
Dal GP si dovrebbe togliere magistrati, militari, polizia e carabinieri.

La Magistratura la possiamo anche definire in Italia il quarto potere?

Forze dell’ordine non inclini a inclinarsi?

http://www.corrieredilecco.it/dettaglio.php?id=MTA0OTk=

https://www.msn.com/it-it/notizie/italia/covid-nelle-forze-armate-il-20-25-non-c3-a8-vaccinato/ar-AAOfFwj

Parlamentari col Green Pass per accede all’aula del Parlamento?

Caro Generale Francesco Paolo Figliuolo è giunta l’ora di meditare
Salvi chi ha riposto fede in te o ti inchini?
La mia è una semplice domanda, vista l’aria che tira
Sai in certe accademie internazionali si studia
si studia benissimo la differenza del circondarsi di tecnocrati e di CORVI
Di chi ti circondi?
LA mia è e rimane una mera domanda
Alessia C. F. (ALKA) Sempre Comunque Ovunque

Previous articleLa solitudine geopolitica della Francia
Next articleCosa ci aspetta?
Alessia C. F. (ALKA)
Esploro, indago, analizzo, cerco, sempre con passione. Sono autonoma, sono un ronin per libera vocazione perché non voglio avere padroni. Cosa dicono di me? Che sono filo-russa, che sono filo-cinese. Nulla di più sbagliato. Io non mi faccio influenzare. Profilo e riporto cosa accade nel mondo geopolitico. Freiheit ist ein Krieg. Preferisco i piani ortogonali inclinati, mi piace nuotare e analizzare il mondo deep. Ascolto il rumore di fondo del mondo per capire quali nuove direzioni prende la geopolitica, la politica e l'economia. Mi appartengo, odio le etichette perché come mi è stato insegnato tempo fa “ogni etichetta è una gabbia, più etichette sono più gabbie. Ma queste gabbie non solo imprigionano chi le riceve, ma anche chi le mette, in particolare se non sa esattamente distinguere tra l'etichetta e il contenuto. L'etichetta può descrivere il contenuto o ingannare il lettore”. So ascoltare, seguo il mio fiuto e rifletto allo sfinimento finché non vedo tutti gli scenari che si aprono sui vari piani. Non medito in cima alla montagna, mi immergo nella follia degli abissi oscuri dell'umanità.