Dopo essere stati chiusi d’imperio, sotto la spinta di un provvedimento che la storia, perlomeno ricorderà insensato, arrivò il momento di riaprire.

Ma con le mascherine, il distanziamento sociale, tonnellate di alcool e di gel comprato a litri, i tavoli spostati e distanze calcolate al centimetro… la chiusura ritorna ancora. Nel frattempo arrivano rimborsi solo simbolici e chi ha dipendenti a volte è costretto a pagargli la cassa integrazione, in cambio di un obolo neanche sufficiente a pagare l’irpef, altro che i contributi o l’affitto.

Improvvisamente la svolta, timidi tentativi di riapertura dopo mesi di chiusura o di asporto. La nazione viene spaccata in due, non vaccinati e vaccinati, entrambi contagiosi e con la mascherina, ma, i secondi, grazie al fluido magico, che non è un vaccino né una cura, ma un siero miracoloso che riduce i sintomi della malattia (forse).

Ecco la genialata, gli avventori che si siedono all’interno devono essere dotati dal magico “green pass”, gli altri, poverini, possono entrare, andare in bagno, prendere un caffè al bancone, farsi un selfie con il cameriere, cantare una canzone sconcia e persino camminare sulle mani, se vogliono, tutto all’interno del ristorante.

In qualsiasi punto, basta che stiano in piedi.

Ma non possono sedersi all’interno.

Come tutti sappiamo sedersi e togliere la mascherina riduce tantissimo le probabilità di trasmissione della malattia, ma solo se si è vaccinati.

Se credete a questa crederete pure alla ripresa economica e alla pioggia di unicorni che seguirà anni di stagnazione causa imbecillità globale.

Ma non basta, adesso dovete farvi poliziotti, armarvi di una app e, con fare militaresco stoppare i clienti alla ricerca di clandestini non vaccinati. Una scansione del magico certificato e dei documenti basterà per fugare ogni dubbio. Dovrete fare pure gli sbirri, e, se qualche non vaccinato osasse passare e sedersi nell’empireo dei punturati, faranno la multa PURE a voi.

Ma non vi sentite, qualche volta, presi per il culo?

By Nuke di Liberticida e Orazero