Tutto quello che c’è da sapere sul Covid

Il virus è reale. È pericoloso per le persone con un sistema immunitario indebolito e per quelle con co-morbidità. Persone di tutte le età possono avere un sistema immunitario indebolito e malattie gravi. Tuttavia, è più probabile che i problemi immunitari e di salute siano associati alle persone anziane perché hanno sviluppato cattive abitudini e condotto una vita malsana per tutta la vita. La stragrande maggioranza di coloro la cui morte è stata attribuita a Covid aveva co-morbidità.

Detto questo, gli anziani colpiti da Covid avevano ancora un tasso di sopravvivenza di circa il 95%. Per tutti gli altri, il tasso di sopravvivenza era del 98 o 99%. È impossibile avere cifre precise perché i dati sono distorti per massimizzare il numero di morti di Covid. Gli ospedali avevano un incentivo economico ad attribuire tutti i decessi da Covid, finché coloro che morivano avevano il Covid o avevano un test PCR positivo. Per esempio, qualcuno che è morto in un incidente in moto è stato contato come una morte Covid perché aveva un test PCR positivo.

La vera domanda è se le persone che si dice abbiano avuto il Covid sono morte a causa di esso, o se le loro morti erano dovute alla mancanza di cure, o a un trattamento medico scadente. Inizialmente, i pazienti di Covid in ospedale sono stati messi sotto respiratori e sono morti per questo, fino a quando un medico ha capito che i problemi della respirazione avevano un’altra causa rispetto a quella pensata e ha dato l’allarme. Altre morti di Covid erano dovute alla mancanza di cure adeguate.

Ricordate, si sosteneva che non c’era alcun trattamento, da cui l’urgenza di creare un vaccino, quando c’erano due trattamenti efficaci, sicuri ed economici basati su HCQ e Ivermectina. Questi trattamenti hanno ostacolato il rilascio di emergenza di vaccini non testati e non approvati, e sono stati demonizzati a beneficio dei vaccini di Big Pharma. Così, quando hai preso il Covid, ti hanno mandato a casa finché non ti sei ammalato così tanto da essere ricoverato in ospedale e messo sotto respiratore.

In altre parole, non sappiamo davvero se qualcuno è morto per il Covid stesso.

Se volete davvero capire l’enormità del fallimento delle autorità sanitarie mondiali nell’affrontare la pandemia di Covid, considerate che nei paesi africani infestati dalla malaria non c’è Covid, né maschere, né contenimento. Perché? La risposta è che in questi paesi infestati dalla malaria, la gente prende una pillola di HCQ ogni settimana.

Prendete la Tanzania, per esempio. La popolazione della Tanzania – 59.734.000 persone – è considerata a rischio malaria, con il 93% delle persone che vivono in zone a rischio malaria. Di conseguenza, la gente prende l’HCQ una volta alla settimana come prevenzione contro la malaria. L’HCQ è sia preventivo che curativo del Covid. In tutta la Tanzania, dal 3 gennaio 2020 al 14 luglio 2021, ci sono stati solo 509 casi di Covid e 21 morti, quasi tutti nell’aprile 2020.

Poiché i test Covid sono inaffidabili, noti per produrre “falsi positivi”, e poiché chiunque muoia dopo un test positivo viene contato come morto per Covid, non sappiamo realmente se c’è stato un singolo caso o morte per Covid in Tanzania.

Il numero di casi di Covid è stato notevolmente gonfiato dai test PCR. È ormai noto che più cicli ha un test, più alto è il tasso di falsi positivi che rileva, fino al 97%. Molti, forse la maggior parte, dei casi lievi e dei casi asintomatici non erano realmente infezioni da Covid. Non riesco a spiegare perché un test ha così tanti cicli che non è valido. La domanda rimane: lo scopo era quello di creare paura e domanda per un vaccino sperimentale non testato?

Quando le autorità mediche ti dicono che il vaccino è sicuro, non lo sanno, perché è un vaccino sperimentale che viene usato in caso di emergenza. Infatti, il vaccino viene testato sulla popolazione mondiale. L’iniezione anti-Covid è chiamata vaccino, ma in realtà è pura tecnologia che sembra funzionare come un sistema operativo. Normalmente, i vaccini sono fatti da virus morti o vivi. Questo non è il caso del “vaccino” Covid.

Infatti abbiamo imparato che il vaccino non è sicuro per molte persone, soprattutto per i giovani che hanno poco da temere dal virus stesso. I paesi hanno smesso di usare certi vaccini che producono coaguli di sangue. Per esempio, l’autorità sanitaria danese ha ritirato l’uso dei vaccini Johnson & Johnson e Astra-Zeneca perché si dice che siano legati a coaguli di sangue.

Le autorità sanitarie riportano problemi di infiammazione cardiaca e disturbi autoimmuni tipo Guillain-Barré.

Scienziati di spicco chiedono di fermare la vaccinazione Covid.

È essenziale capire che poiché tutti i vaccini sono basati sulla stessa tecnologia, l’mRNA, hanno gli stessi problemi.

I burocrati della salute non lo hanno ancora ammesso, ma è un fatto.

Le autorità sanitarie pubbliche, essendosi affrettate a usare i vaccini in fretta e furia, sostengono che gli effetti collaterali contro i quali ora mettono in guardia sono “rari”. Ma questi effetti non sono rari. Ora sappiamo che, tranne che per gli anziani, il vaccino può essere più pericoloso del Covid (problemi di cuore).

Una nuova variante, Delta, è emersa, o si presume sia emersa, e viene utilizzata per rinnovare la paura e per radunare i non vaccinati. Le autorità pubbliche e i loro complici dei media stanno facendo un grande affare sulla variante Delta nonostante il fatto che non abbia ancora causato le gravi malattie e morti associate al Covid. Ci è stato detto che il vaccino protegge anche contro la variante Delta, ma Big Pharma sta strombazzando un’ulteriore iniezione che i suoi partner sanitari al NIH [National Institutes of Health], CDC [Center for Disease Control] e FDA [Food and Drug Administration] non hanno ancora approvato.

È discutibile se la variante Delta, se esiste, sia una mutazione o una conseguenza del vaccino stesso, o se sia l’influenza stessa, che, come sapete, è scomparsa, portando alcuni a concludere che Covid è solo l’influenza. Possiamo fare pochi progressi nell’esaminare e valutare la situazione reale perché il dibattito pubblico, anche tra gli scienziati, è bloccato. Gli scienziati e i medici le cui opinioni differiscono dal discorso ufficiale sono censurati e messi a tacere.

Si stima che ci siano 146.000 casi registrati della variante delta nel Regno Unito, la metà dei quali si crede siano vaccinati; rapporti come questo, che si discostano dalla narrazione ufficiale, vengono essi stessi tagliati fuori dalle notizie.

Non solo ci sono rapporti che i vaccini non proteggono, ma ci sono rapporti credibili che gli stessi vaccini fanno male. L’equivalente britannico del VAERS statunitense è lo schema della Yellow Card gestito dalla Medicines and Healthcare Products Regulatory Agency (MHRA). I ricercatori dell’Evidence-based Medicine Consultancy (EbMC) hanno concluso che i vaccini covid-19 sono “insicuri per gli esseri umani” sulla base delle segnalazioni di effetti collaterali. Il direttore del gruppo di ricerca, la dottoressa Tess Lawrie, ha scritto: “La grandezza della morbilità è impressionante e mette in evidenza molti degli incidenti associati a una vasta gamma di malattie”.

Mike Whitney, riassumendo i fatti, nota che la proteina Spike nel vaccino è un patogeno mortale.

Tony Fauci, Big Pharma e i media stanno dicendo al pubblico che questi scettici sono degli eccentrici che devono essere messi a tacere. Ci sono così tanti eminenti scienziati indipendenti e gruppi di ricerca medica che sono stati censurati per la presunta diffusione di disinformazione che le accuse contro di loro non sono credibili. È impossibile che tutti questi scienziati e medici, tranne quelli legati a Big Pharma, abbiano torto.

Per ricapitolare: la cosiddetta “pandemia” è stata creata da un test che produce falsi positivi, esagerando il tasso di infezione. Il numero di morti è stato causato da cure inadeguate, dalla mancanza di trattamento adeguato e dal fatto che tutte le morti sono state contate come morti di Covid.

La paura, intenzionalmente amplificata, è stata usata per spingere persone credulone e timorose ad accettare vaccini sperimentali che si rivelano essere altrettanto o più pericolosi del virus Covid. Questa terribile situazione non può essere corretta, perché Big Pharma e le autorità sanitarie collegate, gli scienziati pagati, il personale medico indottrinato e i media non permetteranno che il discorso ufficiale venga messo in discussione.

Per esempio, le morti da vaccino non sono sottoposte ad autopsia per non dare la colpa della morte al vaccino e per evitare di sapere come il virus attacca il corpo umano. In effetti, il discorso ufficiale, nonostante i dati VAERS e Yellow Card, non riconosce alcun decesso legato al vaccino, se non come “molto raro”. Ignorando l’evidenza crescente, Fauci, il CDC, la FDA e le loro puttane dei media possono mantenere la finzione che i vaccini fanno più bene che male. Si noti che se questo fosse il caso, l’argomento sarebbe molto debole. Sarebbe come dire che è bene mettere a rischio delle persone per salvarne altre.

Un argomento così debole non può essere usato per giustificare la vaccinazione obbligatoria o la pressione a vaccinare. I media della CNN hanno il loro “analista medico”, il dottor Jonathan Reiner, che dice in TV che è ora di imporre la vaccinazione a tutti gli americani.

Il presidente francese Macron sta istituendo un programma di vaccinazione obbligatoria e di passaporto sanitario.

L’attuale occupante della Casa Bianca vuole che gli agenti vadano porta a porta a vaccinare tutti gli americani.

Perché queste misure di tipo totalitario contro un virus che, secondo prove crescenti, potrebbe essere meno pericoloso del vaccino? Cosa sta succedendo? Come possono le donne avere diritti sul loro corpo se sono costrette a farsi vaccinare? La vaccinazione di massa seguita da richiami contro un numero indefinito di varianti è un modo per garantire i profitti di Big Pharma per sempre? Le vaccinazioni obbligatorie, i confinamenti e le maschere sono destinati a porre fine all’autonomia individuale? L’obiettivo è quello di diffondere malattie tra di noi, malattie che l’élite usa per ottenere il potere totale? È per controllare la popolazione? O è per collegarci come un punto nodale su una matrice di controllo?

Perché tali misure quando il trattamento con HCQ e Ivermectina è disponibile e le morti e i presunti casi di Covid sono stati esagerati per diffondere la paura?

Perché gli scienziati e i medici dissenzienti vengono messi a tacere?

L’intera pandemia è stata portata fuori dal regno dell’evidenza. Questo dovrebbe dirvi che c’è molto di sbagliato nella narrazione ufficiale.

Ora veniamo al cuore della questione.

Dopo aver letto le informazioni di questo articolo, vi renderete conto che siete stati manipolati secondo un’agenda nascosta. Siate ora pronti a considerare la tesi, sostenuta in modo convincente, presentata dal Dr. David Martin, che il Covid è stato rilasciato intenzionalmente, non una perdita di laboratorio o un virus naturale dei pipistrelli.

Questo aspetto della storia è il più inquietante. Il virus è stato creato in America e brevettato nel 2002. Il NIH e le forze armate americane erano parti del brevetto. Al minuto nove-dieci del video: “Noi (gli Stati Uniti) abbiamo creato la SARS e l’abbiamo brevettata il 19 aprile 2002”.

Tutti i componenti del Covid sono stati brevettati 73 volte prima dello scoppio della cosiddetta pandemia, cioè prima che qualcuno sapesse del virus.

Andate al minuto 29-30 del video e ascoltate cosa dice: “Dobbiamo aumentare la consapevolezza pubblica della necessità di contromisure mediche come un vaccino contro il pan-coronavirus. I media sono un fattore chiave e l’economia seguirà il clamore. Gli investitori seguiranno se vedono un’opportunità di profitto nell’affare”. Questo è stato detto dall’uomo la cui ricerca sul guadagno di funzione del coronavirus è stata finanziata da Fauci al NIH. Si noti anche che la UNC (University of North Carolina), il NIAID (National Institute of Allergy and Infectious Diseases) e Moderna hanno iniziato a produrre il vaccino Spike prima che scoppiasse la pandemia.

Le informazioni dettagliate in questa intervista video rendono chiaro che il Covid è stato intenzionalmente rilasciato al servizio di programmi diretti contro la salute pubblica e le libertà civili.

factcheck.org si oppone alle affermazioni del dottor Martin. Ma i siti di verifica non sono credibili. Quando dicono di fare fact-checking, ciò che intendono è che controllano se le affermazioni sono in linea con il discorso ufficiale del giorno. Se queste affermazioni contraddicono o sfidano il discorso ufficiale, vengono dichiarate false o etichettate come teorie del complotto.

In altre parole, il criterio per la “correttezza” di una tesi è il suo accordo con il discorso ufficiale. I verificatori dei fatti non verificano mai il discorso ufficiale. Questo significa che ne sono semplici esecutori.

Può essere che l’interpretazione e la presentazione del dottor Martin dei 73 brevetti Covid che sono stati ottenuti dalle agenzie governative statunitensi e dalle aziende farmaceutiche sia sbagliata. Tuttavia, questo deve essere deciso in un dibattito pubblico da esperti indipendenti e non dagli esecutori della narrazione ufficiale.

Aggiornamento: 15 luglio 2021

AGGIORNAMENTO:

Ricorda, l’inoculazione Covid ti protegge

I dati VAERS rilasciati oggi dal CDC hanno mostrato un totale di 463.457 segnalazioni di eventi avversi da tutte le fasce di età in seguito ai vaccini COVID, compresi 10.991 decessi e 48.385 lesioni gravi tra il 14 dicembre 2020 e il 9 luglio 2021. VAERS riferisce che le morti per Covid sono aumentate di 2.000 unità negli Stati Uniti nell’ultima settimana. Ricordate, nel migliore dei casi VAERS cattura il 10% delle morti da vaccino e degli effetti avversi.

https://childrenshealthdefense.org/defender/vaers-deaths-injuries-reported-cdc-covid-vaccines-moderna-pregnant-women/?itm_term=home

Contemporaneamente a questo comunicato del CDC, il deficiente che è direttore del CDC ha propagandato il vaccino assassino come la vostra protezione assicurata.

https://sputniknews.com/us/202107161083401316-pandemic-of-the-unvaccinated-cdc-chief-says-97-of-us-hospitalizations-didnt-get-covid-19-shots/

Aggiornamento: 17 luglio 2021

Aggiornamento:

Nel corso del tempo la malaria ha sviluppato una certa resistenza all’HCQ, e una terapia alternativa è la raccomandazione attuale. Tuttavia, la resistenza della malaria all’HCQ non ha portato a una transizione completa alle terapie combinate a base di artemisinina. “L’uso della CQ è continuato per molti anni dopo il cambiamento delle politiche nazionali per il trattamento della P.f.” P.f. sta per Plasmodium falciparum malaria –

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3820326/

Lo studio conclude: “La tendenza spaziale della riduzione dell’uso della CQ nei paesi africani dopo il cambio di politica è illustrata nella Figura S6. Ci sono paesi in Africa orientale e occidentale con una riduzione lenta e veloce dell’uso della CQ, cioè non c’è un modello spaziale ovvio nella riduzione dell’uso della CQ.”

L’uso dell’HCQ è persistito perché la terapia sostitutiva (ACT) costa 25 volte di più: In Africa solo una manciata di paesi con P. vivax raccomanda la CQ. “Tuttavia, l’uso della CQ è persistito per molti anni dopo il cambiamento di politica. Gli studi hanno dimostrato che tra il 40% e il 60% di coloro che cercano il trattamento della febbre nei paesi endemici della malaria accedono ai farmaci nel settore privato, dove CQ e SP (un precedente sostituto di HCQ) sono fino a 25 volte meno costosi di un ACT. In effetti, questa differenza di prezzo è stata una motivazione primaria per la formazione dell’Affordable Medicines Facility-malaria (AMFm), un programma progettato per affrontare questa disparità. Inoltre, nonostante le linee guida di trattamento che raccomandano gli ACT, SP e CQ rimangono registrati in molti paesi e, poiché sono autorizzati a muoversi sul mercato, sono altamente disponibili”.

Come preventivo della malaria, le terapie a base di artemisinina potrebbero avere proprietà simili all’HCQ e quindi fornire una protezione contro il Covid simile all’HCQ.

Resta il fatto che secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, per tutta la durata della pandemia di Covid la Tanzania ha solo 509 casi e 21 morti attribuiti a Covid. La popolazione della Tanzania è di quasi 60.000.000, il che significa che il Covid è un problema inesistente per la Tanzania.

Correzione: Dico che tutti i vaccini Covid sono a tecnologia mRNA e hanno gli stessi problemi. In realtà, quello che avrei dovuto scrivere è che ci sono vaccini mRNA e vaccini vettoriali ed entrambi funzionano consegnando la proteina Spike. Pertanto, hanno tutti lo stesso problema.

Paul Craig Roberts

Scelto e curato da Jean Gabin