L’11 settembre è stato un evento catastrofico che, in molti modi, è stato permesso per giustificare l’espansione del Patriot Act che legalizzava lo spionaggio dell’intelligence sul popolo americano. Ha anche avviato decenni di espansione dello stato di polizia degli Stati Uniti che da allora si è trasformato da una “guerra al terrore” a una guerra contro il popolo americano . Questo è sempre stato il piano, ovviamente. L’11 settembre ha avuto luogo in modo che l’indignazione pubblica accompagnasse gli sforzi legislativi ed esecutivi per schiavizzare il popolo americano sotto uno stato di sorveglianza.

Ora, un gioco simile viene eseguito nello spazio crittografico. Il collasso dell’FTX è stato progettato fin dall’inizio. È stato un risultato inevitabile della piattaforma di scambio di criptovalute che ha funzionato principalmente come operazione di riciclaggio di fondi neri per finanziare le campagne elettorali democratiche come parte delle operazioni di brogli a medio termine del 2022.
Ora che FTX è crollato – un evento che è stato progettato nelle operazioni dell’azienda fin dall’inizio – le richieste di una regolamentazione pesante stanno emergendo proprio al momento giusto.
“Un martello cadrà sull’exchange di criptovalute FTX. La domanda è quanto potrebbe essere pesante”, scrive CoinDesk.com :
…[S]altre agenzie statali e federali hanno avviato o ampliato le indagini sulla società, tra cui il Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti, la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti, la Securities Commission delle Bahamas e il Financial Crimes Investigation Branch delle Bahamas. Anche i membri del Congresso degli Stati Uniti di entrambi i partiti politici chiedono ulteriori azioni a seguito del crollo.
Questa pesante regolamentazione delle criptovalute è, senza dubbio, già scritta e pronta per essere introdotta nella legislazione. Avevano solo bisogno di un evento di implosione su larga scala per suscitare abbastanza rabbia pubblica per garantire l’approvazione dei nuovi regolamenti.
E praticamente l’intero settore delle criptovalute ci è caduto. Hanno acquistato FTX senza discernimento, semplicemente consegnando le loro criptovalute (e le loro chiavi) a un truffatore che stava creando l’intero settore per essere abbattuto dalla regolamentazione del governo. L’intero castello di carte è stato costruito su clamore, stronzate di giustizia sociale e propaganda di marketing, eppure pochissime persone avevano idea di essere state risucchiate in una trappola crittografica che avrebbe annientato i loro risparmi crittografici.

John Perez l’ha visto arrivare. Anch’io. Ho avvertito di questo nel 2018 con un’esilarante videochiamata animata “Sh # tcoin e Buttcoin”. Puoi guardare quel video a questo link (esplicito). Ieri ho intervistato John Perez mentre ospitavo lo spettacolo domenicale di InfoWars. Quell’intervista completa, che espone l’intera storia in tutto questo, è ora pubblicata su Brighteon.

Il governo degli Stati Uniti entra in guerra con le criptovalute non regolamentate

Con queste nuove normative, il governo degli Stati Uniti entrerà effettivamente in guerra contro qualsiasi scambio di criptovalute e risorse che non può altrimenti controllare. Il tempismo è impossibile da perdere, poiché è in corso un’azione diffusa affinché il governo (e le banche centrali annesse) introduca la propria valuta digitale. Conosciuto come Central Bank Digital Currency (CBDC), questo progetto renderebbe schiave le masse in un sistema di sorveglianza finanziaria che monitorerebbe ogni acquisto e potrebbe penalizzare istantaneamente le persone che esprimono dissenso. Il sistema potrebbe persino impedire alle persone di spendere troppi soldi in cibo, benzina o altre categorie di articoli al dettaglio come armi da fuoco o munizioni.
Il governo odia la concorrenza , quindi ha bisogno di un modo per abbattere la maggior parte dell’universo crittografico e cancellare la lista per il lancio del proprio sistema di valuta digitale (che probabilmente non utilizzerà blockchain e non sarà decentralizzato, ovviamente). Il crollo di FTX è stato lo stratagemma perfetto per introdurre il tipo di regolamentazione governativa che avrebbe fortemente disincentivato la proprietà delle criptovalute e avrebbe fatto crollare i valori in tutto l’ecosistema.
Dopotutto, se le criptovalute sono ampiamente vietate , almeno per come sono attualmente strutturate, chi vorrà acquistare?

In che modo la regolamentazione del governo farà crollare le valutazioni delle criptovalute

È quasi certo che le normative governative prendano di mira gli scambi di criptovalute che offrono guadagni da interessi per lo “staking” di token (prestando i tuoi token agli scambi). Negli ultimi anni, gli scambi di criptovalute hanno offerto oscene promesse di guadagni per lo staking di token, che vanno dall’8% al 50% di rendimenti annuali. Tutto quello che dovevi fare era consegnare loro la tua criptovaluta e poi fidarti che sapessero cosa stavano facendo con essa. In realtà, si stavano girando e facendo scommesse ancora più rischiose con la tua criptovaluta, creando montagne di rischio sistemico che gli utenti originali non avevano nemmeno idea dell’esistenza.
Una volta che le nuove normative vietano lo staking di criptovalute “guadagni”, distrugge uno dei principali incentivi per le persone ad acquistare e detenere criptovalute (hodlers) in primo luogo. Aspettatevi una massiccia svendita immediatamente dopo tali regolamenti.
In secondo luogo, è probabile che le privacy coin vengano prese di mira con tentativi di metterle fuori legge negli Stati Uniti , grazie al governo che afferma che i “criminali” le usano (come se i criminali non avessero mai usato la valuta statunitense, in qualche modo…). Ciò significa che alcune delle migliori monete in circolazione, come Monero, potrebbero subire un’enorme pressione normativa e potrebbero dover essere scambiate come contrabbando, qualora gli utenti decidessero di continuare a utilizzarle. Personalmente, penso che Monero sia una delle monete meglio strutturate esistenti, di gran lunga superiore a Bitcoin sotto tutti i punti di vista. Ma ciò non significa che sopravviverà all’attacco normativo in arrivo.
In terzo luogo, le regole KYC saranno probabilmente universalmente richieste per tutte le transazioni crittografiche che si muovono attraverso gli scambi , eliminando ogni rimanente privacy o anonimato dalle transazioni crittografiche (ad eccezione dei trasferimenti privati, che ovviamente è dove l’ecosistema crittografico migrerà una volta che queste nuove leggi verranno meno). . Il fatto che una volta le criptovalute offrissero una certa misura di privacy ha contribuito a dare alle criptovalute un valore più intrinseco. Se questo viene portato via, molte meno persone vedranno il valore nell’usarli. Di conseguenza, i prezzi tenderanno al ribasso.
L’intero spazio crittografico sta per ripulire il suo orologio. Inoltre, il lato positivo è che, una volta eliminati dal sistema tutti i truffatori e i truffatori, i giocatori (e le monete) rimanenti potrebbero effettivamente essere ben posizionati per favorire le transazioni globali negli anni a venire. Ma come ho sempre detto, una criptovaluta di successo è anche noiosa in termini di prezzo. Abbiamo bisogno di stabilità dei prezzi, non di speculazione e clamore, affinché le criptovalute raggiungano l’adozione globale come spina dorsale transazionale.

Tratto da https://www.naturalnews.com/2022-11-14-crypto-911-is-now-under-way-a-controlled-demolition-heavy-regulation.html#