E’bello diventare ricchi quando ci sono tanti soldi in giro e compri la prima cacca azionaria e ci fai i soldi sopra vero? E’ successo negli anni ’20, negli anni 90 con le dot com, e negli ultimi dieci anni, con il settore tech, e nell’accelerata colossale durante la pandemia.

La cacca “piú peggiore” peró sono e restano le crypto. Che stanno, ovviamente, collassando, insieme a quello societá che maneggiano criptovalute, che non solo non assumono piú, ma dall’oggi al domani hanno preso a licenziare fior di programmatori, a impedire prelievi bitcoin->cash, etc etc,

Sto godendo come un picchio. Perché non avete idea degli insulti che mi sono beccato quando scrivevo, argomentando punto per punto, le ragioni per cui consideravo bitcoin uno scam per creduloni fanatici del “techie”. 

E faccio i complimenti a quegli SPECULATORI che hanno comprato questa roba come coloro che comprarono Tiscali negli anni 90 in Italia e vendettero le azioni prima del tracollo. 

Per lo speculatore, il timing é essenziale. E capire come tira il vento pure.

Ci sono vari motivi per cui le cripto stanno collassando. NE elenco alcuni:

1] Il dollaro sará anche non perfetto, ma é sempre meglio di una cripto tenuta in piedi da server che indovinano un numero. Quando i tassi aumentano, il dollaro ha comunque uno stato dietro, gente che produce e che consuma.

2] Quando c’é meno liquiditá in giro, i primi a saltare sono quei modelli di business che fanno dello Blitz-Scaling, cioé crescita esplosiva a debito, perché il debito da ripagare diventa improvvisamente esorbitante, la gente ha meno soldi da spendere e quindi si prevedono vacche magre. Il blitz scaling é proprio delle compagnie hi-tech a crescita violenta che assumono, assumono, crescono, crescono facendo debiti senza vedere un euro di profitto per anni. E infatti sono le prime a precipitare (vedasi Nasdaq) appena i debiti diventano piú costosi.

3] Tra una fuffa digitale senza sostanza e petrolio e cibo e fertilizzanti mi sa che vince il secondo gruppo.

4] Il governo ha riempito di soldi le tasche di fancazzisti nerd che durante la pandemia hanno investito in fuffa hi-tech alla moda perché “volemo cambiá er mondo stando seduti davanti ar laptop”. Quei risparmi spariranno, si vaporizzeranno. Puff!

Di fatto, le cripto stavano in piedi grazie proprio alla cattivissima FED che stampava. E che grazie alla liquiditá e a bassissimi tassi di interesse ha garantito modelli di business insopportabili. LE critpo erano tenute in piedi dalle FED, da quella stessa FED che i convinti assertori di bitcoin e altre minchiavalute detestano con tutto il cuore, perché non capiscono una mazza di economia. L’ho scritto in vari articoli, andate nel search accanto a questo post e digitate bitcoin. 

Ora, coi costi dell’energia alle stelle, e il prezzo di bitcon piú che dimezzato dai massimi, quant’é il margine di profitto per i miners? Ridtto, direi, forse pure negativo, con i costi assurdi dei rig per minare.

Pubblicato da ExitEconomicshttps://exiteconomics.blogspot.com/2022/06/crypto-che-time-for-carnage-tempo-di.html