Diverse decine di insegnanti in Italia si sono infettati dopo essersi vaccinati contro il Covid-19, il vaccino di AstraZeneca li ha fatti ammalare. Gli studenti iscritti a due scuole medie vicino a Treviso, nel nord Italia, sono stati mandati a casa prima perché i loro insegnanti non si sono sentiti bene per proseguire con l’insegnamento.

Al liceo Duca degli Abruzzi, 15 dei 130 insegnanti della scuola erano assenti, lamentando malessere, febbre e dolori profondi alle ossa. A San Domenico Savio, una scuola elementare locale, due dei tre insegnanti si sono dati malati con lamentele simili sugli effetti collaterali del vaccino che li hanno lasciati inabili. Molte altre scuole della zona stanno soffrendo di una simile mancanza di insegnanti sani, spingendole a chiudere fino a quando non riusciranno a trovare dei supplenti.

I media locali italiani hanno riferito che circa 3.000 insegnanti sono stati vaccinati sabato, seguiti da altri 2.500 che dovevano ricevere i vaccini prima della fine del fine settimana. Lunedì, un’ondata di malattie dovute alle iniezioni era già in pieno svolgimento. “Tutti gli insegnanti vaccinati contro il coronavirus avevano meno di 55 anni e tutti hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca”, spiegano i rapporti. La campagna di vaccinazione in Italia offre vaccini “gratuiti” contro il coronavirus a tutti gli insegnanti: gli insegnanti che hanno subito il contraccolpo – e si sono ammalati – pensavano di approfittare di un “beneficio”, poiché l’Italia sta offrendo “gratuitamente” i vaccini a tutti gli insegnanti di tutto il paese tra i 18 e i 55 anni.

Nel frattempo in Germania, l’ospedale Duchess Elisabeth di Braunschweig ha sospeso il suo programma di vaccinazione con il vaccino AstraZeneca per la WuFlu dopo che 37 dei suoi 88 dipendenti vaccinati sono finiti a letto dopo essere stati vaccinati. Quasi la metà del personale dell’ospedale è ora incapace di lavorare grazie ai vaccini, che sono completamente inutili e altamente pericolosi, ora lo sappiamo.

Una regione della Svezia ha sospeso il suo programma di vaccinazione AstraZeneca a metà febbraio, dopo che “più persone del previsto” hanno sviluppato febbre e altri effetti collaterali debilitanti dopo l’iniezione. Due sedi in Bassa Sassonia hanno seguito l’esempio dopo che i loro dipendenti della clinica hanno subito un destino simile.

L’obiettivo di maggio era di vaccinare metà della Gran Bretagna con il vaccino di AstraZeneca prima della fine dell’anno. Questa campagna ha riscontrato problemi dopo che i vaccinati hanno iniziato a sviluppare rare condizioni neurologiche. AstraZeneca ha poi iniziato a somministrare “accidentalmente” mezze dosi del suo ritrovato, che presumibilmente ha prodotto risultati migliori, probabilmente i destinatari stavano ricevendo molto meno vaccino nei loro corpi.

Rispetto ai vaccini di Pfizer e BioNTech somministrati negli Stati Uniti, il vaccino di AstraZeneca non ha dimostrato di essere efficace. A dire il vero, nemmeno il vaccino di Pfizer e BioNTech lo è, dato che tutti questi vaccini stanno colpendo e uccidendo persone mentre non forniscono alcuna protezione contro il virus.

“Avrebbero dovuto vaccinare prima tutti i politici”, ha scritto un commentatore a Breitbart News, strombazzando un sentimento che molti di noi provano riguardo a chi avrebbe dovuto ricevere prima queste iniezioni sperimentali di terapia genica. “In questo modo, se c’è un problema con il ‘vaccino’, non abbiamo perso nulla”.

Un altro ha scritto che questi vaccini, che non soddisfano nemmeno la definizione legale o scientifica di vaccini, sono “un test di intelligenza” per vedere chi è abbastanza stupido da prenderli davvero. “Un test d’intelligenza con conseguenze”, ha scritto ancora questa persona.

Molti altri sembrano avere un’opinione simile dove solo le persone con il più basso QI là fuori sarebbero disposte a prendere qualsiasi “vaccino”, per il quale il produttore non ha alcuna responsabilità.

Link originale https://www.naturalnews.com/2021-03-03-italian-teachers-ill-after-getting-vaccinated-coronavirus.html (traduzione volutamente moderata dalla Redazione di OZ. ALKA)