International man: I lockdown per COVID hanno stabilito un precedente terribile.

L’Agenzia internazionale per l’energia (AIE) ha emesso quello che chiamano un “terribile avvertimento”.
Dicono che ci sarà un aumento del 5% delle emissioni di carbonio quando le economie globali riapriranno dopo gli arresti COVID e che sarà “tutt’altro che sostenibile” per l’ambiente. Ciò implica che le chiusure sono state buone per l’ambiente e che il ritorno alla normalità è negativo.
C’è stata anche una marea di articoli nei media mainstream che sostengono l’uso di lockdown per affrontare i cosiddetti cambiamenti climatici.
Pensi che i lockdown COVID potrebbero diventare blocchi del cambiamento climatico?

Doug Casey: Senza eccezione, quasi tutto ciò che dicono in questi articoli è una bugia palese ed intenzionale o semplicemente scorretta. Le cose che sono controverse nella migliore delle ipotesi sono presentate come fatti incontrovertibili.
Permettetemi prima di ribadire alcuni fatti sul COVID.
È difficile essere sicuri perché tutto è diventato altamente politicizzato, ma il COVID stesso non sembra più grave dell’influenza asiatica, dell’influenza di Hong Kong, dell’influenza aviaria o dell’influenza suina che sono andati e venuti negli ultimi decenni e non è nemmeno lontanamente paragonabile all’influenza spagnola del 1918.
I numeri mostrano che il COVID è un rischio per le persone sopra i 70 anni, gli obesi e i malati, ma un non problema medico per tutti gli altri. Ecco perché l’età media dei morti è 80, anche se sembra che tutti coloro che muoiono con il virus nel loro sistema è segnalato come una statistica—anche se muoiono di un incidente d’auto o un attacco di cuore. Le persone con sintomi zero sono, tuttavia, elencati come “casi” se non passano il costoso test PCR eccessivamente sensibile.
Potremmo chiedere: “Cosa c’è dietro questa folle isteria influenzale-che sta ristrutturando radicalmente i paesaggi politici ed economici del mondo? E perché ora?” Sembra stranamente coincidente con alcuni altri fenomeni.
Uno è che il mondo è sul punto di una depressione incredibilmente devastante a causa della creazione folle di unità monetarie in tutto il mondo da parte delle banche centrali. La falsa isteria COVID – sì, credo che sia l’ 80% fasulla – viene usata come scusa per il prossimo collasso, un modo per ricusare i responsabili delle folli politiche economiche che causano la depressione? In altre parole, l’isteria COVID è una forza maggiore costruita artificialmente usata per distrarre dalla vera causa della Grande depressione?
Un altro fenomeno è che l’isteria COVID si è dimostrata un ottimo modo per spaventare il pubblico ovunque. Le persone terrorizzate richiedono leader “forti” e controlli rigorosi. È una manna dal cielo per il tipo di persone che vanno al governo, ansiose di qualsiasi scusa per auto-esaltarsi e prendere più potere. “Non lasciare mai che una grave crisi vada sprecata” è stato un principio di funzionamento dei detentori di potere (powermonger) fin dal primo giorno.
E la guerra è il tipo più grave di crisi. Non dimenticate quello che Randolf Bourne disse nel 1914: “La guerra è la salute dello Stato”. Ma una vera guerra con un vero nemico è sempre rischiosa e potrebbe non essere sempre fattibile. Quindi i powermonger creano guerre fasulle. Per combattere una guerra—qualsiasi tipo di guerra-hai bisogno di uno Stato per organizzarla e legittimarla.
La prima grande guerra fasulla nella memoria vivente è stata la guerra di Lyndon Johnson sulla povertà-i poveri hanno perso. Poi è arrivata la guerra di Richard Nixon alla droga. Poi, Baby Bush dichiarò guerra al terrore. Sono ancora tutti in corso, ma sembra il momento di una guerra su due fronti. Una guerra al riscaldamento globale combinata con una guerra al COVID sarà ultra-efficace per allevare la paura dell’americano medio. Dicono che il riscaldamento globale può distruggere il pianeta e il COVID può uccidere tutti. Una combinazione infallibile. Sono certi di ottenere un ampio sostegno dai soliti sospetti.
Come bonus, c’è una correlazione molto alta tra coloro che sostengono l’isteria COVID e coloro che sostengono l’agenda sui cambiamenti climatici. Ed entrambi affermano di avere un nuovo alleato, “la scienza”, per vendere le guerre agli scimpanzé spaventati. Non solo negli Stati Uniti, ma in tutto il mondo. Queste due nuove guerre tireranno fuori il peggio in tutti, ovunque.
Una volta che si lava via la loro patina sociale, la patina della civiltà, si scopre che gli esseri umani sono tribali. Mettili in gruppi e ritornano al minimo comune denominatore: si comportano come i nostri antenati e parenti antropoidi. Eccita la gente, urla e ansima come scimpanzé, e sono ansiosi di fare guerra a una cosa dopo l’altra. Immaginali come gli antropoidi che si contendo la pozza d’acqua in “2001: Odissea nello spazio” (n.d.t https://www.youtube.com/watch?v=avjdKTqiVvQ). Il conflitto dà loro un senso di solidarietà e dà senso alla loro vita.
Questo è particolarmente vero per gli esseri umani con opinioni collettiviste, vale a dire, di sinistra e ficcanaso. Nel mondo di oggi, includono i” svegliati”, i guerrieri della giustizia sociale, i progressisti, i sostenitori del BLM, gli Antifa e, naturalmente, i socialisti, i comunisti, i marxisti e tutti i loro compagni di viaggio. Sono tutti Puritani motivati a controllare altri umani. La Sinistra è sempre stata così, anche se a volte si traveste da pro-libertà per sedurre gli ingenui.
Per esempio, durante gli anni ’60, la Sinistra era pro-droga. Ma questo non perché fossero per la libertà personale o perché credevano che tu avessi il diritto di fare ciò che vuoi con il tuo corpo. Erano a favore della droga perché l’uso diffuso e irresponsabile di droghe può distruggere la civiltà.
Anche quando la sinistra sembra avere buone intenzioni, non è il caso. Per esempio, la Sinistra era contro la guerra del Vietnam. Non era perché erano contro la guerra, ma perché la guerra era contro i loro compagni comunisti. E’ stato intelligente, in entrambi i casi mostrare i repubblicani come ottusi, immorali, e ipocriti.
Oggi la Sinistra, nelle sue varie incarnazioni, è tutta per i COVID lockdown. Quelli muteranno in chiusure per il cambiamento climatico. Entrambi agiranno per compromettere la libertà umana, ancor più delle precedenti guerre fasulle. È ironico che la parola “lockdown” fosse usata principalmente nelle prigioni—è piuttosto indicativo di dove sono diretti il mondo in generale e gli Stati Uniti, in particolare.

International Man: Quali sono le probabilità che i lockdown climatici funzionino se e quando i governi li faranno?

Doug Casey: I lockdown per i cambiamenti climatici funzioneranno. Perché non dovrebbero? Quelli per il COVID hanno funzionato meravigliosamente. Funzioneranno ancora meglio perché non si tratta solo di salvare alcune persone anziane e malate, ma il pianeta stesso. Le persone sono state sottoposte al lavaggio del cervello per diventare eco-guerrieri verdi per decenni. I bambini trattano in particolare il cambiamento climatico e il Greenismo come una nuova religione e la prendono molto più seriamente di ciò che rimane del cristianesimo. Dio viene sostituito da Gaia.
Le persone che non riescono a vedere il fatto che le guerre alla povertà, alla droga e al terrore sono in realtà solo stupide truffe, sono totalmente assorbite dalle nuove truffe, le guerre al virus e al cambiamento climatico. Sono le stesse persone che hanno gli stessi falsi argomenti di buonismo.
La popolarità di Greta Thunberg è indicativa. È diventata un’icona per le persone che sostengono questa sindrome. È inquietante perché è così patologicamente arrabbiata. Alla gente non importa che sia leggermente psicotica, altamente indottrinata e irrazionale. È un segno di come la società sia diventat degradata il fatto che un adolescente autistico e squilibrato possa essere un eroe internazionale.
Ritengo sia un seguito naturale passare dai lockdown COVID ai lockdown per il cambiamento climatico. Anche se gli eco-guerrieri alla fine vedranno il COVID come una buona cosa perché in realtà odiano gli umani e vorrebbero vedere Gaia purificata da loro.
Come ho detto molte volte prima, vedo sia il COVID che il riscaldamento globale come manie enormemente esagerate. I virus diventano virali; ognuno li prende e poi diventa immune. Questa è la fine della storia a meno che il virus non sia artificiale e destinato a abbattere la popolazione. Tutto è possibile in un mondo in cui la tecnologia sta avanzando in modo esponenziale mentre l’etica sta andando al contrario. A parte questo, COVID se ne andrà via. Naturalmente, possono venire con un COVID 2.0, COVID 3.0, ecc., se necessario.
Per quanto riguarda il riscaldamento globale, nessuno conosce il suo grado di realtà con sicurezza -è tutta una congettura. Ma il pericolo di un’altra era glaciale è almeno tanto grande quanto il continuo riscaldamento globale. L’unica cosa certa è che il pubblico, propagandato dall’élite, non può avere chiaro il contesto.
L’ultima era glaciale si è conclusa solo 12.000 anni fa. E il globo si sta riscaldando, più o meno, da allora. Il pubblico non sa che ci sono state dozzine di ere glaciali, durate da 50 a 100.000 anni, durante il periodo del Pleistocene. Non c’è motivo di credere che quello che si è concluso 12.000 anni fa sia stato l’ultimo; siamo attualmente in un interglaciale. Le ere glaciali passate sono durate molti milioni di anni.

International Man: The Guardian ha recentemente pubblicato un pezzo intitolato “Perché Gengis Khan era buono per il pianeta.”
L’articolo afferma:
“I suoi assassini eserciti mongoli furono responsabili del massacro di ben 40 milioni di persone. Ancora oggi, il suo nome rimane sinonimo di brutalità e terrore. Ma ragazzi, era Gengis verde.”
Sembra implicare che la riduzione della popolazione attraverso l’omicidio di massa fosse un bene per il pianeta. Quali sono i tuoi pensieri a riguardo?

Doug Casey: Questa è una straordinaria citazione dall’articolo.
La psicologia aberrante del suo scrittore confina con il criminale. Continua dicendo: “È una nozione intrigante, certamente”, il che significa che in realtà pensa che potrebbe non essere una cattiva idea spazzare via una percentuale significativa della popolazione.
Spero che lui stesso si sacrifichi per il clima, anche se è improbabile dal momento che probabilmente si considera uno delle élite che dovrebbero essere preservate perché è ideologicamente puro e politicamente affidabile.
Queste persone hanno il trucco psicologico di Pol Pot. In Cambogia durante gli anni ’70, chiunque non fosse un operaio manuale con le mani callose è stato liquidato—questo è quello che hanno fatto con circa un quarto della popolazione.
Pol Pot, Stalin e Mao, così come Gengis Kahn, sono idoli per queste persone perché tutti pensano allo stesso modo. In realtà odiano la razza umana. E le persone sono così stupide che lodano i loro distruttori. Ho una notizia per loro: la vita è già brutta, brutale e abbastanza breve. Non abbiamo bisogno di criminali politici che peggiorino le cose.

International Man: Mentre gli Stati Uniti e altri paesi occidentali stanno commettendo un suicidio economico e culturale, cosa pensi che accadrà a paesi come Cina, Russia, Brasile e altri? Seguiranno l’Occidente o andranno per la loro strada?

Doug Casey: È difficile dire cosa stia realmente accadendo in molti paesi perché la qualità delle notizie è così abissale. Ma la tendenza in atto comprende tutto il mondo.
Quando si tratta di cambiamenti climatici, questi paesi ridono degli occidentali per la loro ingenuità, stupidità e tendenza autodistruttiva. Non la prendono sul serio. È uno dei motivi per cui il prossimo secolo appartiene alla Cina.
Lo stesso vale per la Russia, che, per tutti i suoi difetti, è fondamentalmente un paese anti-woke. È stato detto correttamente che ci sono più comunisti nelle università americane di quanti ce ne siano in tutta la Russia.
Per quanto riguarda li consigli sugli investimenti, sono molto più interessato ai mercati azionari cinesi e dell’Asia orientale che ai mercati azionari occidentali. Lo stesso vale per i mercati azionari russi e dell’Europa orientale perché non sono stati infettati dal virus del wokeismo. Hanno avuto un attacco serio dagli anni ’30 agli anni ’90, e ha dato loro un po’ di immunità. Inoltre, i loro mercati non sono in una bolla, come quelli negli Stati Uniti in particolare. I paesi che hanno agganciato la loro auto al treno degli Stati Uniti stanno per andare contro gli scogli assieme agli Stati Uniti.
Non è che Cina e Russia siano modelli di intelligenza e probità, ma agiscono molto più intelligentemente degli Stati Uniti.
Nota del redattore: Abbiamo visto i governi istituire controlli ancora più severi nella storia su persone e imprese. Arrivando ad una rapida eliminazione delle libertà individuali.
Ma questo è solo l’inizio…
La maggior parte delle persone non si rende conto delle cose terribili che potrebbero venire dopo, compresi i tassi di interesse negativi, l’abolizione del denaro contante, e molto altro ancora.

Tradotto da Matteo Beringhi