Parlando a un convegno d’affari alla Casa Bianca il 21 marzo 2022 il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha detto:

Siamo a un punto di inflessione, credo, nell’economia mondiale [. . .] si verifica ogni tre o quattro generazioni. [. . .] Ora è un momento in cui le cose stanno cambiando, ci sarà un nuovo ordine mondiale là fuori, e noi dobbiamo guidarlo e dobbiamo unire il resto del mondo libero nel farlo.

Questo ha causato un po’ di tempesta perché Biden, ancora una volta, ha usato il termine “Nuovo Ordine Mondiale” (NWO). Ci è stato detto che non esiste un progetto globalista identificabile chiamato NWO. A quanto pare, le uniche persone che pensano che tale progetto esista sono i “teorici della cospirazione”. Queste persone sono tutte antesemite, non ci si può fidare e non devono assolutamente essere ascoltate, o qualcosa del genere.

Nel suo articolo del 1992 per il Wall Street Journal intitolato, Come ho imparato ad amare il nuovo ordine mondiale, Biden ha parlato del “ruolo adeguato dell’America nel nuovo ordine mondiale”. La sua ultima dichiarazione indica che la sua preoccupazione persiste, in questa occasione con buone ragioni. La posizione degli Stati Uniti come leader nominale del NWO è minacciata da Russia e Cina.

Politici, oligarchi e altre presunte “voci guida” continuano a parlare del NWO. Ogni volta che lo menzionano, i media mainstream (MSM) entrano immediatamente in azione, desiderosi di “sfatare i miti” o “mettere le cose in chiaro”, definendo il termine per noi. Perché sentono il bisogno di continuare a fare questo? Perché l’establishment e i suoi media sono così sensibili al termine “nuovo ordine mondiale”?

Il NWO Non è un Complotto Antisemita

Il “nuovo ordine mondiale” è una frase che viene sbandierata da tutti i tipi di persone per una varietà di ragioni. Occasionalmente viene espressa in termini nettamente antisemiti.

Alcune persone credono che il NWO sia un “complotto ebraico per schiavizzare l’umanità”. Pochissime persone, che hanno fatto ricerche e studiato il NWO, condividono questa opinione. Non è supportata dalle prove.

Tuttavia, le false accuse di antisemitismo applicate a chiunque parli del NWO forniscono un sotterfugio molto utile che i “debunkers” utilizzano costantemente. Come lo storico Prof. Antony C. Sutton ha sottolineato nella sua esplorazione di Wall Street e La Rivoluzione Bolscevica:

La persistenza con cui il mito della cospirazione ebraica è stato spinto suggerisce che potrebbe essere un dispositivo deliberato per distogliere l’attenzione dalle questioni reali e dalle cause reali. [. . .] Quale modo migliore per distogliere l’attenzione dai veri operatori che lo spauracchio medievale dell’antisemitismo?

Il ruolo dei media mainstream (MSM) è quello di confondere e fuorviare il pubblico. Non vogliono che la gente sappia cos’è veramente il NWO. Nascondono la sua storia e generalmente negano la sua esistenza, ma se questo fallisce sfrutteranno l’Olocausto per sostenere la loro disinformazione.

Antisemitismo significa “ostilità o pregiudizio verso il popolo ebraico”. Quell’ostilità e quel pregiudizio hanno portato all’Olocausto. Accusare falsamente le persone di antisemitismo, semplicemente per minare i loro argomenti, diluisce il suo vero significato. Fare ciò mostra una mancanza di rispetto per le vittime dell’Olocausto e una disinvolta noncuranza per il popolo ebraico e la sua storia.

Il MSM insiste che quando i presidenti degli Stati Uniti parlano del NWO si riferiscono semplicemente a cambiamenti nelle norme comportamentali, nei regolamenti e nelle leggi che plasmano ampiamente le relazioni internazionali. Questo può essere il caso, ma ciò non cambia il fatto che il NWO ha un preciso significato storico.

Dato che si tratta di un termine pesantemente accusatorio, è probabile che i politici di alto livello, gli strateghi di politica estera e i leader nazionali lo usino abitualmente in modo inconsapevole, senza capirne il significato? Forse sì, in alcuni casi, ma non in tutti. È chiaro che molti presidenti, primi ministri ed esperti geopolitici hanno fatto riferimento al NWO nel suo giusto contesto. https://odysee.com/Political-Leaders-And-The-New-World-Order:d483fc4c68665ae1436e55f77ef842bc5e32523c?src=embed

Il termine “Nuovo Ordine Mondiale” come propaganda

In un tipico esempio di disinformazione del MSM, il giornale britannico Independent ha tentato di coprire il lapsus di Biden tirando fuori le solite smentite e offuscamenti. Hanno affermato che Biden si stava semplicemente riferendo alle “sabbie mobili delle relazioni geopolitiche”.

L’Independent non ha divulgato la realtà del NWO ai suoi lettori. Invece si è affidato agli stanchi insulti e alle accuse tradizionalmente usate per screditare coloro che discutono del NWO. L’Independent ha affermato che:

[La paranoia della guerra fredda ha attinto a ben più antiche ansie sociali sulla possibilità di oscure congreghe segrete impegnate nel male [. . .] Gli Illuminati, il modello per tutte le successive sinistre cabale a porte chiuse temute dai teorici della cospirazione [. . .] traccia le sue origini nell’Illuminismo tedesco del XVIII secolo. La credenza in un tale gruppo che trama l’insurrezione per realizzare il suo “nuovo ordine mondiale” ha guadagnato per la prima volta una reale prominenza negli Stati Uniti tra gli estremisti antigovernativi negli anni ’90. [. . .] Il movimento riunisce gli istinti militanti della destra americana con le profezie di sventura dei fondamentalisti cristiani [. . .] ed è esploso negli ultimi tre decenni in tandem con la crescita di internet. [. . .] Le teorie del complotto sono ormai diventate una forma di intrattenimento di massa sui social media. [. . .] [Z]ealot, annoiati in isolamento durante la pandemia, hanno mescolato antiche calunnie antisemite con mitologie narrative e prestiti culturali pop a fini preoccupanti.

Adam Weishaupt – founder of the Illuminati

Il cosiddetto “giornale” ha seguito alla lettera tutta la propaganda approvata dallo stato. Mescolando la storia genuina – sì, gli Illuminati sono esistiti davvero – con un totale borbottio – non c’è nessun “movimento” di “estremisti” che espongono il NWO – l’Independent è riuscito a fondere la “teoria della cospirazione” con l’estremismo di “destra” e l’antisemitismo. Questo è l’approccio standard al negazionismo del NWO.

Collegando l’intero guazzabuglio insieme, in una salsina di parole e insinuazioni, l’Independent è stato in grado di consegnare il suo messaggio essenziale: le persone che parlano del NWO non si fidano del governo e mettere in discussione il governo può solo portare a “fini preoccupanti”.

L’Independent non ha offerto alcuna prova a sostegno della sua conclusione, ma informare i lettori non era il punto dell’articolo. Affermando che gli investigatori del NWO sono tutti antisemiti che credono negli “uomini lucertola”, il lettore può tranquillamente indicare tutti gli storici e gli analisti geopolitici, che hanno pubblicato ricerche sul NWO, come pazzi.

Secondo l’Independent, nessuno si preoccuperebbe nemmeno di parlare del NWO se non fosse per Internet. Sostenendo che mettere in discussione la politica del governo online è “estremismo”, l’Independent ha anche sostenuto la proposta di censura statale di Internet.

Ironicamente, i migliori storici del NWO hanno pubblicato il loro lavoro molto prima che Internet fosse inventato. Come sottolineato, in una delle tante contraddizioni nell’articolo dell’Independent, il NWO era un argomento caldo di conversazione decenni prima che noi prendessimo le nostre tastiere e i nostri dispositivi.

Introduzione al Nuovo Ordine Mondiale

Contrariamente alle opinioni di propagandisti e debunker, il NWO è un progetto definito globalista. L’obiettivo è quello di stabilire una governance globale. È stato inaugurato più di 100 anni fa e ha subito numerosi cambiamenti nelle generazioni successive.

Mentre esercita un’immensa influenza politica, non è “onnipotente”. Il NWO è tirannico e oppressivo per natura, da qui la necessità di sotterfugi e di dissimulazione. I suoi architetti non possono semplicemente imporre la loro dittatura e aspettarsi di farla franca. Resisteremmo, e se lo facessimo in numero sufficiente non ci sarebbe molto che il NWO potrebbe fare.

Perciò abbiamo bisogno di essere controllati con altri mezzi. L’educazione, la società, la cultura, l’economia, la politica dei partiti, la finanza, la psicologia applicata, la modifica del comportamento, la censura, la propaganda, la guerra e la gestione delle crisi sono tutti utilizzati per manovrarci nell’accettare i programmi politici del NWO. Cadiamo costantemente in questa trappola perché immaginiamo che i nostri leader “eletti” prendano le “grandi” decisioni: non è così.

Il Nuovo Ordine Mondiale (NWO) è un’idea che fu proposta per la prima volta dal Round Table Movement di Cecil Rhodes. Era previsto come un sistema segreto di governo globale guidato da un’alleanza anglo-transatlantica. Non è rimasto “segreto” per molto tempo.

Non solo i politici e i leader dell’industria, del commercio e della finanza ne hanno parlato spesso, ma è stato anche accuratamente esposto da storici e ricercatori. Forse soprattutto dai professori Carroll Quigley e Antony C. Sutton.

Cecil Rhodes

Anche all’inizio del 20° secolo, quando fu ideato, il concetto di NWO non era un’idea particolarmente nuova. Era semplicemente un tentativo, da parte di un blocco di potere egemonico occidentale, di stabilire un dominio globale. È un’estensione del secolare gioco degli imperi.

Il progetto NWO di Rhodes era a sua volta costruito su strutture di potere globale preesistenti. I banchieri veneziani e le altre imprese private, come la British East India Company, avevano già superato gli stati nazionali in termini di risorse, ricchezza e controllo politico globale. La visione di Rhodes era quella di convertire questo potere finanziario privato, che possedeva in abbondanza, in un unico sistema coesivo di governo globale.

Il modello NWO, emerso dopo la morte di Rhodes nel 1902, si è subito arenato. Rhodes era un imperialista britannico che, insieme ai suoi colleghi inglesi, si lamentava della perdita della “loro” colonia americana. Il NWO avrebbe dovuto riaffermare il controllo britannico negli Stati Uniti, con la città di Londra che governava Wall Street. Non è così che il contingente statunitense vedeva la nascente alleanza transatlantica e sono loro che sarebbero presto venuti alla ribalta. Le lotte intestine sono state una caratteristica costante del NWO in tutta la sua storia.

Il NWO che Rhodes e il suo successivo movimento hanno proposto era una struttura gerarchica, compartimentata e autoritaria. Era concepito come un sistema di anelli all’interno di anelli.

Era guidato dal centro dalla “Società degli Eletti” che avrebbe supervisionato, e sarebbe stato protetto, dal primo anello di potere chiamato “l’Associazione degli Aiutanti”. Furono poi stabiliti anelli consecutivi, che permettevano al NWO di controllare le istituzioni finanziarie, le multinazionali, i governi, le agenzie di intelligence e i militari, ecc.

Solo i membri della “Società” e dell'”Associazione” avevano il pieno controllo dell’intero progetto NWO. La concettualizzazione dell’intero sistema, tra i membri di ogni anello successivo, diminuiva progressivamente man mano che le loro posizioni si allontanavano dal centro del potere. Le risorse controllate dal NWO, collocate in ruoli amministrativi, accademici, militari, mediatici o politici chiave, sapevano solo abbastanza per essere in grado di eseguire i loro compiti richiesti e riferire accuratamente ai loro responsabili.

Non c’è niente di “nuovo” nel NWO

I tiranni hanno sempre cercato di imporre la loro autorità su quante più persone possibile. Proprio come i re sumeri o gli imperatori romani, i leader del NWO hanno cercato esattamente lo stesso dispotismo, anche se su una scala più grande. Con l’avanzare della tecnologia, l’obiettivo di un’autorità centralizzata su una struttura di governo globale è diventato più raggiungibile.

Mentre le tecniche di manipolazione e controllo sono avanzate, l’obiettivo non è cambiato. Questa ambizione è vecchia quanto la civiltà stessa. Ci sono sempre state persone che desiderano governare e molte altre che si accontentano di essere governate.

La nostra obbedienza collettiva all’autorità garantisce la tirannia. Il NWO non è affatto la prima cleptocrazia che ha coltivato e sfruttato la nostra conformità.

Prof. Carroll Quigley

Come tutti gli imperi che lo hanno preceduto, fin dal suo inizio il NWO proposto è stato progettato per assumere la forma di una partnership pubblico-privato tra il governo e una “Superclasse” immensamente ricca. Spesso questi individui e dinastie familiari provenivano dal mondo della finanza internazionale o delle banche, ma anche importanti industriali e magnate dei media erano in primo piano.

Essi formavano la mano dietro il trono. Come il Prof. Quigley notò nel 1966:

C’è davvero un “sistema mondiale di controllo finanziario in mani private” che è “in grado di dominare il sistema politico di ogni paese e l’economia del mondo.” [. . .] Ora controllano ogni grande istituzione internazionale, ogni grande multinazionale e transnazionale sia pubblica che privata, ogni grande istituzione bancaria nazionale e internazionale, ogni banca centrale, ogni stato nazionale sulla terra, le risorse naturali di ogni continente e le persone in tutto il mondo attraverso complicate reti di interconnessione che assomigliano a gigantesche ragnatele. [. . .] Sono stati responsabili della prima guerra mondiale, della seconda guerra mondiale, [. . .] Hanno creato periodi di inflazione e deflazione per confiscare e consolidare la ricchezza del mondo. [. . .] Questa ricchezza viene ora utilizzata per costruire e mantenere l’Impero Mondiale che si trova nelle ultime fasi di sviluppo. [. . .] I principali architetti di questo nuovo impero mondiale stanno progettando un’altra guerra – la terza guerra mondiale – per eliminare dalla faccia della terra ogni vestigia di libertà politica, economica o religiosa. Poi controlleranno completamente la terra e le sue risorse naturali.

I politici eletti, e i governi che hanno formato, sono sempre stati i partner minori di questa rete. Molti sono stati scelti per la loro malleabilità, predisposizione alla corruzione o fedeltà al progetto NWO. Con le agenzie di intelligence e di sicurezza completamente cooptate, lo stato profondo, lo “stato dentro lo stato” o “stato ombra” ha prosperato.

Il sistema politico dei partiti è stato permesso perché assicurava che gli elettori non avrebbero mai potuto far deragliare il progetto NWO. Potevano essere placati con un mal riposto senso di supervisione democratica. La politica di partito ha anche tenuto le masse occupate e distratte, lasciando che il NWO andasse avanti con gli affari senza ostacoli.

I programmi politici sono stati fissati e poi sono stati installati burattini politici per vendere le politiche desiderate alla gente, non importa per chi hanno votato. Quigley ha spiegato l’approccio del NWO alla democrazia rappresentativa basata sui partiti:

L’argomento che i due partiti dovrebbero rappresentare ideali e politiche opposte, uno, forse, di destra e l’altro di sinistra, è [. . .] un’idea sciocca accettabile solo per i dottrinari e i pensatori accademici. Invece, i due partiti dovrebbero essere quasi identici, in modo che il popolo americano possa ‘buttare fuori i mascalzoni’ ad ogni elezione senza portare ad alcun profondo o estremo cambiamento nella politica.

I Leader del Nuovo Ordine Mondiale

Gli autoproclamati leader del NWO sono tratti dalla cosiddetta “Superclasse”. I loro unici attributi distintivi sono un’immensa ricchezza privata, una spietata volontà di agire e un’incrollabile fede nel loro diritto divino di governare.

Le dinastie del “vecchio denaro”, a volte indicate come la Nobiltà Nera, hanno mantenuto il loro controllo finanziario e monetario per quasi mille anni. Ad esse si sono aggiunte, negli ultimi secoli, le famiglie di banchieri, gli industriali e ultimamente il “nuovo denaro” dell’insieme di imprenditori e miliardari del secondo dopoguerra.

La nozione di “Superclasse” è stata proposta dal Prof. David Rothkopf. Come membro dei think-tank dello Stato profondo, il Council on Foreign Relations (CFR) e il Carnegie Endowment for International Peace (CEIP), tra gli altri, Rothkopf era ben posizionato per conoscere personalmente i baroni ladri che ha elogiato:

Non stiamo guardando solo i ricchi; stiamo guardando il potere. E così, la definizione che abbiamo usato è stata quella di persone che influenzano regolarmente la vita di milioni di persone attraverso i confini. [. . .] Si tratta di una piccola, minuscola frazione delle persone del pianeta Terra. [. . .] [Le caratteristiche che definiscono veramente questo gruppo è la natura delle reti, che il networking è il moltiplicatore di forza in qualsiasi tipo di struttura di potere[.]

Le “persone che influenzano regolarmente la vita di milioni di persone attraverso i confini” sono state chiamate in molti modi. “La folla di Rodi”, “All Souls Group”, “il set di Cliveden”, “i Pellegrini” e molti altri. Oggi ci riferiamo spesso a loro come oligarchi, leader di pensiero o stakeholder. Nessuno ha eletto la “Superclasse” di Rothkopf al potere.

La loro ricchezza è spesso ereditata dai profitti di guerra dei loro antenati, spesso è il prodotto del nepotismo o dei profitti maturati da interventi militari più recenti. Altri si sono arricchiti grazie allo sfruttamento del lavoro degli schiavi, ai mercati truccati, al furto di risorse, al commercio di droga, al crimine finanziario o all’usura, ecc. La “classe parassita” è una descrizione più accurata.

Il Nuovo Ordine Mondiale oggi

Non è chiaro se la “Società degli Eletti” o l'”Associazione degli Aiutanti” rimangano ancora. Quello che si può dire è che l’attuale rete di gestione globale è una struttura compartimentata e autoritaria. Tutto ciò che è stato proposto per la prima volta dai pellegrini di Rodi rimane in pista e sembra essere in fase di completamento.

Il NWO è passato attraverso diverse iterazioni ed è stato rimesso sul mercato in diverse forme. La pseudopandemia COVID-19 ha visto il Grande Reset del World Economic Forum venire alla pubblica attenzione. Questo è semplicemente un nuovo marchio per il NWO mentre il WEF fa la sua offerta per essere il pilastro centrale della Global Public-Private-Partnership (G3P). Il G3P rappresenta l’attuale struttura di gestione del NWO.

Il sistema operativo proposto per il governo globale del NWO è la tecnocrazia. Ci sono un certo numero di elementi chiave che, una volta installati, porranno fine alle ultime vestigia della libertà umana e metteranno la popolazione mondiale sotto il controllo totalitario dei tecnocrati. A loro volta, i tecnocrati serviranno gli interessi della classe parassita, non dell’umanità.

La democrazia continuerà solo di nome, rassicurando le masse per un po’, sotto forma di una “società civile” comunitaria. Il governo, lavorando in collaborazione con le corporazioni private, incoraggerà i gruppi della società civile a “discutere” le politiche. Ognuna di queste politiche sarà preselezionata dallo stato tecnocratico (Technate). L’apparente scelta politica rimarrà un’illusione.

L’economia globale è attualmente in fase di trasformazione con la creazione di nuovi mercati. Come delineato nel documento Agenda 21 delle Nazioni Unite del 1992 (sezione 8.41), la “base per l’azione” è già stata stabilita. Un sistema di contabilità globale per tutte le imprese userà metriche del capitalismo degli stakeholder per valutare le attività, assicurando “l’integrazione della sostenibilità nella gestione economica”.

I meccanismi di valutazione, come le valutazioni ambientali, sociali e di governance (ESG), permetteranno una pianificazione economica globale centralizzata. Determinerà quali imprese riceveranno o non riceveranno investimenti. I partner aziendali favoriti all’interno del G3P faranno molto bene, purché promuovano gli obiettivi del G3P. Quelli che non lo faranno andranno in bancarotta senza dubbio.

Il sistema di rating fornisce una “migliore misurazione del ruolo cruciale dell’ambiente come fonte di capitale naturale”. Le società di beni naturali trasformeranno le foreste in “servizi di sequestro del carbonio” e le fonti d’acqua naturali in “servizi di risorse di insediamento umano”, o qualcosa del genere.

Sostenendo di possedere la natura, il G3P creerà nuovi mercati per un valore previsto di 4 quadrilioni di dollari. Rimuovendo così il petrolio, come merce di base del valore, e sostituendolo con la natura (beni naturali). Questa trasformazione si chiama “sviluppo sostenibile”. Non ha nulla a che fare con l’ambientalismo o la lotta al “cambiamento climatico”.

Club of Rome: Climate Emergency

La nozione di unire tutta l’umanità a lavorare insieme per risolvere la “crisi climatica” è un espediente per facilitare la governance globale. È stata fabbricata alla fine degli anni ’80 e all’inizio degli anni ’90 dai think-tank globalisti che stabiliscono le agende politiche mondiali.

Il Club di Roma, il think-tank che influenzò notevolmente il nascente WEF, si prese il merito di immaginare la perfetta crisi globale. Nelle loro pubblicazioni del 1991 La Prima Rivoluzione Globale, a pagina 75 sotto il titolo “il nemico comune dell’umanità è l’uomo”, il Club di Roma scrisse:

Nella ricerca di un nemico comune contro cui unirci, ci è venuta l’idea che l’inquinamento, la minaccia del riscaldamento globale, la scarsità d’acqua, la carestia e simili, sarebbero stati adatti. [Tutti questi pericoli sono causati dall’intervento umano nei processi naturali, ed è solo attraverso un cambiamento di atteggiamento e di comportamento che possono essere superati. Il vero nemico allora è l’umanità stessa.

Questa affermazione esprime due delle convinzioni fondamentali della classe parassita. La presunta legittimità della loro pretesa di governare, che permette loro di immaginare di avere il diritto di “designare” un nemico globale, e il loro impegno condiviso per il controllo della popolazione. Ci mandano al pascolo come bestiame, mentre decidono come cambiare i nostri atteggiamenti e comportamenti per soddisfare i loro obiettivi.

Anche il sistema monetario e finanziario internazionale (IMFS) ha subito una trasformazione. Con l’introduzione della Central Bank Digital Currency (CBDC) sarà rivoluzionato. La valuta CBDC sarà emessa dalle banche centrali come loro responsabilità. Esse sono le uniche responsabili di tale responsabilità. Il CBDC sarà sempre il loro denaro.

Il CBDC è denaro elettronico, è quindi denaro programmabile. Questo significa che le banche centrali avranno il controllo completo su ogni unità di moneta CBDC. Che sia nel tuo portafoglio o no, è il denaro delle banche centrali e loro permetteranno o negheranno ogni transazione che farai con esso.

Per esempio, le decisioni che attualmente prendi su dove viaggiare sono già state limitate dalla risposta politica globale ad una falsa pandemia. Se il CBDC sarà adottato completamente, non avrete più alcuna scelta.

Il CBDC permetterà all’algoritmo AI della tua banca centrale di decidere dove puoi andare e quando. Se il CBDC diventa l’unica forma di valuta disponibile per noi, nessuno di noi, non importa quanti soldi pensiamo di avere, avrà alcuna libertà finanziaria.

Affinché la tecnocrazia funzioni, ogni cittadino deve essere continuamente sorvegliato e controllato dallo stato (Technate). La tecnologia in grado di fare questo viene già distribuita a livello globale come parte della cosiddetta quarta rivoluzione industriale (4ID).

L’Internet delle cose (IoT) vedrà ogni dispositivo che usiamo riportare l’uso ai centri dati di Technate. L’Internet dei corpi (IoB) aumenterà la capacità del Technate di monitorarci in tempo reale. In combinazione con la Digital-ID, verso la quale ogni nazione si sta affrettando, la sorveglianza e il controllo di ogni singolo “cittadino globale” sarà gestito centralmente a livello di governo globale.

Il Nuovo Ordine Mondiale, sotto l’attuale struttura di gestione della Global Public-Private Partnership, è in fase di completamento. È un sistema di governo veramente globale. Non ci sono governi leader in nessuna parte della Terra che si oppongono ad esso. Tutti stanno correndo avanti per adottarlo con uguale entusiasmo.

La Via da Seguire per il NWO

Con la recente operazione militare della Russia in Ucraina, è stato suggerito da alcuni che i governi russo e cinese non sono pronti ad accettare l’imposizione del NWO. Possiamo solo essere guidati dalle loro principali dichiarazioni politiche e dalle loro azioni. Se queste sono qualcosa da cui partire, entrambi i governi sono pienamente a bordo dell’agenda del NWO.

Sia la Russia che la Cina sono assolutamente impegnate nello sviluppo sostenibile, Digital ID, 4ID, biosicurezza COVID e passaporti con vaccini. La Russia è davanti alla maggior parte delle nazioni occidentali per quanto riguarda il CBDC e la Cina ha superato la Russia, avendo già iniziato a usare il CBDC su una scala significativa.

Il 4 febbraio i presidenti Vladimir Putin e Xi Jinping hanno rilasciato una dichiarazione congiunta sul futuro rapporto tra Russia e Cina. Si legge, in parte:

Oggi, il mondo sta attraversando cambiamenti epocali, e l’umanità sta entrando in una nuova era di rapido sviluppo e profonda trasformazione. [. . .] dell’architettura della governance globale e dell’ordine mondiale. [. . .] La pandemia in corso della nuova infezione da coronavirus pone una seria sfida alla realizzazione dell’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile. [. . .] Al fine di accelerare l’attuazione dell’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile, le parti invitano la comunità internazionale ad adottare misure concrete in settori chiave della cooperazione come la riduzione della povertà, la sicurezza alimentare, i vaccini e il controllo delle epidemie, il finanziamento dello sviluppo, il cambiamento climatico, lo sviluppo sostenibile, compreso lo sviluppo verde, l’industrializzazione, l’economia digitale e la connettività delle infrastrutture. [. . .] [Noi] aumenteremo ulteriormente la cooperazione nello sviluppo e nella produzione di vaccini. [. . .] Russia e Cina intendono incoraggiare l’interazione nei settori della sanità pubblica, dell’economia digitale, della scienza, dell’innovazione e della tecnologia, comprese le tecnologie di intelligenza artificiale [. . .] Particolare enfasi sarà posta sulla lotta contro la nuova pandemia di infezione da coronavirus e la ripresa economica, la digitalizzazione di una vasta gamma di diverse sfere della vita.

Non ci sono prove che suggeriscano che la Russia o la Cina vogliano far deragliare gli obiettivi del Grande Reset del WEF. Al contrario, le prove indicano che la Russia e la Cina sono forse i sostenitori più entusiasti e aggressivi dell’agenda del NWO. La Cina è il primo Technate del mondo e la Russia è uno dei principali partner del WEF, in particolare sulla sicurezza informatica.

Molto è stato fatto sulla decisione del WEF di prendere le distanze dalla Russia e dagli individui sanzionati. In particolare questo è un congelamento “temporaneo” e sa più di convenienza politica e PR, piuttosto che una vera e propria separazione.

Non c’è nessun aspetto dell’agenda gestita dal NWO e dal G3P a cui la Russia o la Cina si oppongano. La loro dichiarazione congiunta si legge come una lista di controllo del Grande Reset.

Forse questa è tutta un’astuzia e un inganno. Parte di un “complotto segreto” di Russia e Cina per combattere il NWO. Tuttavia, sembra molto più un patto tra due potenze che si contendono la leadership politica del NWO.

Non c’è dubbio che il NWO sia stato concepito come un progetto di oligarchi con sede in Occidente. Nel secondo dopoguerra ha mostrato i denti sulla scena geopolitica come “ordine internazionale basato su regole”. Questo ordine unipolare, incentrato sul gruppo di nazioni G7, con l’alleanza NATO guidata dagli Stati Uniti che fornisce i muscoli, è stato dominante all’interno del Partenariato pubblico-privato globale (G3P).

L’intervento militare della Russia in Ucraina, e la risposta dell’alleanza G7/NATO ad esso, sembra essere un momento di svolta. Insieme, Russia e Cina stanno sfidando la cricca del G7 con un modello multipolare basato sui BRICS e incentrato sul G20. Sembra che siano determinati a prendere il primato all’interno della struttura di gestione del G3P.

Come portavoce pagato per l’ordine basato sulle regole del G7, Joe Biden ha osservato ansiosamente “ci sarà un nuovo ordine mondiale là fuori, e noi dobbiamo guidarlo”. Il problema dell’alleanza guidata dagli Stati Uniti è che la Russia e la Cina, in collaborazione con i loro partner BRICS, stanno perseguendo esattamente lo stesso obiettivo.

Scelto e curato da Jean Gabin.