Mentre gironzolavo sul nuovo sito di Wlady https://rapportorelationship.blogspot.com/ (prima https://ningizhzidda.blogspot.com/ e https://polareglaciale.wordpress.com/) mi sono imbattuta in un video particolare

3 feb 2019. L’Italia spiegata alla Germania. L’intero contenuto del dialogo tra il premier Giuseppe Conte e la cancelliera Angela Merkel al World Economic Forum a Davos.

Alla luce degli sviluppi di questi giorni, si capisce meglio il senso di quella conversazione. Da http://www.ilgiornale.it/news/politica/crisi-oettinger-nuovo-governo-sviluppo-positivo-1745105.html si apprende che il commissario UE uscente Guenther Oettinger è soddisfatto per il nuovo incarico di Conte, per il governo pro-europa, dialogo sui migranti e ad una politica dove Salvini non riesca più a trovare un posto nel nuovo governo. Passa subito a parlare di sostegno a Roma da parte di Bruxelles. … Sembra che qualcuno …

Macron ha chiesto a Trump, con i tedeschi e tutti gli europei, di appoggiare la formazione rapida di un governo in Italia”, parere di Edward Luttwak sul strano endorsement di Trump a favore di Giuseppy Conte.

Ma sullo sfondo di tutto ciò rimane:

  • il coinvolgimento dell’Italia nello spygate a sfavore di Trump
  • le operazioni di intelligence degli Stati Uniti che gravitano attorno a Joseph Mifsud (Malta)
  • la Brexit in sospeso alla fine di ottobre, una minaccia per un certo gruppo ideologico americano
  • la possibile sconfitta del primo ministro canadese Justin Trudeau, un’altra minaccia sempre per un certo gruppo ideologico americano
  • la strategia economica e commerciale di Trump che minaccia il solito gruppetto
  • molti vogliono interrompere (indovina chi?) il processo di deglobalizzazione in corso da parte di Trump

A quanto pare di recente Papadopoulos avrebbe deciso di svuotare il sacco, vorrebbe testimoniare contro il governo Renzi-Gentiloni, vuole raccontare come si è creato il Russiagate americano. L’Italia sarebbe coinvolta (ringraziamo il PD) e molto. Il bello è che lo stesso fa emergere che “i servizi di intelligence americani e internazionali” hanno cercato di creare un complotto per ribaltare Trump. E l’Italia sarebbe l’epicentro della cospirazione. Casino più intrecciato di un cazzomarro.

Vediamo come e se le indagini proseguono, di certo è divertente ricordare il buon vecchio PD, ricordiamoci bene il suo vero volto nazional popolare da faccedacult

I peggiori Pirati che la storia ricorda avevano un codice etico migliore. Alessia C. F. (ALKA)

Altre fonti da consultare (in italiano):

https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/fate-parlare-papadopoulos-rsquo-ex-consigliere-trump-sostiene-211806.htm

https://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2019/08/19/papadopoulos-spiato-anche-dall-italia_5TwW5cg9EbnBfDXxqag9FO.html

https://it.insideover.com/politica/papadopoulos-pronto-a-testimoniare-contro-i-governi-renzi-gentiloni.html

https://it.insideover.com/politica/presto-sapremo-se-litalia-ha-cospirato-contro-trump-nel-2016.html

Previous articleMercato immobiliare e proposte per migliorare la vita in Italia
Next articleLa rivincita dei quaquaraquà
Alessia C. F. (ALKA)
Esploro, indago, analizzo, cerco, sempre con passione. Sono autonoma, sono un ronin per libera vocazione perché non voglio avere padroni. Cosa dicono di me? Che sono filo-russa, che sono filo-cinese. Nulla di più sbagliato. Io non mi faccio influenzare. Profilo e riporto cosa accade nel mondo geopolitico. Freiheit ist ein Krieg. Preferisco i piani ortogonali inclinati, mi piace nuotare e analizzare il mondo deep. Ascolto il rumore di fondo del mondo per capire quali nuove direzioni prende la geopolitica, la politica e l'economia. Mi appartengo, odio le etichette perché come mi è stato insegnato tempo fa “ogni etichetta è una gabbia, più etichette sono più gabbie. Ma queste gabbie non solo imprigionano chi le riceve, ma anche chi le mette, in particolare se non sa esattamente distinguere tra l'etichetta e il contenuto. L'etichetta può descrivere il contenuto o ingannare il lettore”. So ascoltare, seguo il mio fiuto e rifletto allo sfinimento finché non vedo tutti gli scenari che si aprono sui vari piani. Non medito in cima alla montagna, mi immergo nella follia degli abissi oscuri dell'umanità.