Il 29 aprile era scoppiato un impianto petrolifero di Sebastopoli (Crimea) https://halturnerradioshow.com/index.php/en/news-page/world/sevastopol-oil-facility-explodes-smoke-visible-50-miles

<<Il tanto sbandierato punto di partenza della “controffensiva” dell’Ucraina era chiaro fin dall’inizio ai tattici militari, ma per il resto di noi SEMBRA essere confermato ora: Zaporozhye. La domanda ovvia ora è: potrebbe essere una “finta?”
Ecco la situazione al 30 aprile 2023:
le formazioni ucraine stanno terminando i preparativi per l’offensiva annunciata. Nella regione di Zaporozhye si è tenuto un addestramento completo con unità di riserva per entrare nell’area designata e organizzare le comunicazioni sul campo.
Questa mappa ti aiuterà a capire ogni paragrafo qui sotto:

Un battaglione della 116a brigata meccanizzata del 10 ° corpo d’armata delle forze armate ucraine è arrivato nell’area di Orekhovsky. Inoltre, il comando della 128a brigata di fucili delle guardie iniziò a spostare i gruppi d’assalto in prima linea. Una delle unità della brigata è arrivata a Shcherbaki.
A Omelnik è stato attrezzato un posto di comando avanzato per un gruppo di truppe. L’altro giorno, i segnalatori ucraini hanno stabilito un canale di comunicazione chiuso tra la 108a unità di truppa e la leadership del paese a Kiev per l’interazione durante l’offensiva.
I paracadutisti della 46a brigata aviotrasportata delle forze aviotrasportate dell’Ucraina sono stati schierati nel settore Gulyai-Polye. Almeno un battaglione della formazione era a corto di personale a Pavlograd, nella regione di Dnipropetrovsk.
Un gruppo di forze operative speciali dell’Ucraina è arrivato sulla linea Belogorye-Charivnoe. Gli equipaggi di cecchini SSO equipaggiano punti di fuoco in prima linea.
Negli ultimi giorni, carburante, munizioni ed equipaggiamento militare sono stati attivamente trasportati attraverso l’isola di Khortytsya in direzione Zaporozhye.
Inoltre, ulteriori velivoli tattici Su-25 e MiG-29 dalla base di Starokonstantinov sono volati verso gli aeroporti di Shirokoe e Dolgintsevo vicino a Zaporozhye e Krivoy Rog.
RUSSIA
Inutile dire che l’intelligence militare russa ha monitorato e vede tutto quanto sopra descritto, oltre a MOLTO altro.
I russi devono ancora schierare __ qualsiasi __ parte importante del loro esercito; la Wagner PMC ha fatto il grosso del lavoro.
Sembra ovvio, da come si stanno impostando le cose, che l’Ucraina stia “facendo il tutto per tutto” con una controffensiva tipo “Ave Maria”. Se ha successo, sono ancora in gioco. Se fallisce, l’Ucraina è finita.
Data questa realtà, è chiaro anche agli osservatori più casuali che la difesa della Russia contro la controffensiva ucraina sarà probabilmente terrificante. Il dispiegamento delle forze russe è tale che l’Ucraina potrebbe trovarsi CALPESTATA a un ordine di grandezza mai visto prima.
Qualunque cosa accada, sembra proprio che ci troviamo in una finestra temporale molto piccola prima che tutto inizi.
Una cosa è certa: un sacco di uomini moriranno.
Tutto questo, per cosa? Quindi l’Ucraina può aderire alla NATO e puntare missili contro la Russia?   
Che motivo inutile per ucciderne così tanti.>> TRATTO da https://halturnerradioshow.com/index.php/en/news-page/world/ukraine-counter-offensive-planning-location-becoming-clear

La Russia si vendica per l’attacco a Sebastopoli – Massicci attacchi russi
<<La Russia ha lanciato almeno dieci (10) bombardieri Tu-95 in Ucraina e quegli aerei stanno lanciando un gran numero di missili da crociera contro obiettivi ucraini. Sopra, una massiccia esplosione a Pavlohrad, una parte dell’oblast di Donetsk occupata dagli ucraini. Sembra che sia stato colpito un deposito missilistico ucraino!
I rapporti iniziali dicono che i missili russi hanno colpito uno scalo ferroviario e un deposito di armi ucraino alla periferia della città. Più missili all’interno di quel deposito sono stati poi lanciati catastroficamente e senza guida, nel cielo notturno.  
Il video del deposito di stoccaggio in fiamme appare di seguito:

AGGIORNAMENTO 20:42 EDT — I bombardieri strategici Tu-95M sono decollati dalla base aerea di Olenya nella Russia nordoccidentale e sono volati in Ucraina per attaccare. Ora confermo che i Tu-95M sono ora in volo da diverse ALTRE basi aeree in tutta la Russia occidentale. Ulteriori attacchi imminenti.

AGGIORNAMENTO 20:50 EDT — FONTI DI INTEL SEGRETE ALL’INTERNO DELL’ESERCITO UCRAINO DICONO CHE L’ATTACCO HA PROVOCATO LA PERDITA DI DUE INTERE DIVISIONI DELL’ESERCITO UCRAINO. Inoltre, la fonte ora conferma che anche sedici (16) sistemi di lancio di difesa missilistica S-300 e tutti i loro contenitori di ricarica per missili sono stati distrutti.

AGGIORNAMENTO 20:56 EDT — Secondo quanto riferito, 100 droni Shahded ora sono in volo, diretti in Ucraina

Il Boeing P-8 Poseidon statunitense è entrato nello spazio aereo ucraino . . . mentre è in corso l’attacco russo!

AGGIORNAMENTO 21:05 EDT — È stata ricevuta la conferma che un totale di 27 bombardieri strategici russi Tu-95M sono in volo, trasportando da un MINIMO di 130 a un MASSIMO di 200 missili da crociera, utilizzati nell’attacco di questa notte. È stata inoltre confermata che il numero di UAV Geran-2 che sorvolano l’Ucraina supera ora i 50. Conferma che diversi sottomarini russi nel Mar Nero, che trasportano missili aggiuntivi, sono al largo della costa dell’Ucraina ma NON hanno ANCORA sparato. I droni Shahed-136 stanno attualmente volando verso Mykolaiv e Kherson.

4 vettori missilistici che possono contenere fino a 24 missili Kalibr CIASCUNO sono stati dispiegati nel Mar Nero nelle ultime ore.

AGGIORNAMENTO 21:13 EDT — TRE (3) bombardieri TU-160 sono ora decollati anche dalla Russia diretti verso l’Ucraina! Il P-8A Poseidon della US Navy ha completato la sua missione ed è ora tornato sano e salvo nello spazio aereo moldavo. Da notare: durante il caos degli attacchi in corso, a Kiev, è stato eliminato il comandante delle unità di difesa territoriale dell’Ucraina, il maggiore generale Oleinik Volodymyr. È stato colpito vicino a casa sua.

AGGIORNAMENTO 21:17 EDT — I bombardieri russi sul Mar Caspio hanno lanciato missili; impatti all’interno dell’Ucraina entro 30 minuti. FONTE DI INTEL SEGRETA all’interno dell’esercito ucraino ora conferma che stasera i bombardieri russi hanno distrutto ventisei (26) complessi di difesa aerea S300. L’UCRAINA ORA NON HA PIÙ DIFESE AEREE. GLI ATTACCHI DI STASERA DA PARTE DELLA RUSSIA HANNO IN AEREO IL MAGGIOR NUMERO DI BOMBARDIERI Tu-95 DALLA CADUTA DELL’UNIONE SOVIETICA. Attacco russo molto grande.

AGGIORNAMENTO 21:21 EDT — Rapporti ora anche di lanci di missili da parte di navi russe nel Mar Nero. ULTERIORI Comandi di Lancio vengono ancora inviati sulla Rete Strategica Russa. Un gran numero di aerei da combattimento statunitensi sta decollando dalla base aerea di Incirlik in Turchia. Video di due su postbruciatori completi:  Non si sa dove stiano andando.

AGGIORNAMENTO 21:33 EDT — Le sirene di allarme antiaereo ora suonano nelle aree rosse sulla mappa dell’Ucraina qui sotto:

DA NOTARE:  Due aerei dell’intelligence statunitense sono decollati dalle basi NATO in Germania.  MMMMMMM. DA NOTARE ANCHE:   NATO AWACS in decollo dalla Polonia. DOPPIO HMMMMMM.  Autocisterne per il rifornimento aereo che decollano da Ramstein AFB in Germania . . .

AGGIORNAMENTO 21:38 EDT — Nuovi missili vengono lanciati dal Mar Caspio. Nuovo avviso di raid aereo a LVIV, Ucraina occidentale, vicino al confine con la Polonia:

AGGIORNAMENTO 21:44 EDT — Secondo i funzionari ucraini, i missili sono stati rilevati nello spazio aereo dell’Ucraina. Stanno esortando tutti a mettersi al riparo! LA RUSSIA STA ORA AGGRESSIVAMENTE **INTERROMPEDO** IL RADAR OLTRE L’ORIZZONTE IN **TUTTA** L’EUROPA. INOLTRE:  i comandi di lancio vengono ancora trasmessi sulla rete strategica russa.

AGGIORNAMENTO 21:47 EDT — I missili da crociera russi sono in viaggio verso l’Ucraina centrale. È molto probabile che Kiev venga presa di mira entro i prossimi 15-20 minuti. Amministrazione militare regionale di Kiev: “Residenti della regione di Kiev! C’è una minaccia di un attacco missilistico”

AGGIORNAMENTO 21:55 EDT — Lanci di missili segnalati dal Mar d’Azov. Prima esplosione della notte; Dnipr. DI PIÙ: Ulteriori lanci di missili segnalati da navi e aerei sul Mar d’Azov e sul Mar Nero diretti a nord-ovest.

AGGIORNAMENTO 21:59 EDT — Esplosioni a Kiev! Missile da crociera rilevato su Kharkiv. Altre esplosioni sentite a Dnipro. Esplosioni nella periferia di Kiev. Esplosioni segnalate nell’oblast di Dnipropetrovsk.

AGGIORNAMENTO 22:52 EDT — I JET DECOLLATI DA INCIRLIK IN TURCHIA **NON** ERANO DEI NOSTRI, ERANO NEL REGNO UNITO, DIRETTI IN SIRIA.

23:02 EDT — L’attacco sembra essere finito. Aggiornamenti live terminati.>> TRATTO DA https://halturnerradioshow.com/index.php/en/news-page/world/russia-retaliates-for-attack-on-sevastopol-massive-russian-attacks

Cosa è https://www.youtube.com/watch?v=ptZLOW7bK6M

Primo maggio frizzante in Ucraina!

Previous articleSudan: teatro di un’altra guerra per procura
Next articleRiflessioni divergenti sul mondo multipolare
Alessia C. F. (ALKA)
Esploro, indago, analizzo, cerco, sempre con passione. Sono autonoma, sono un ronin per libera vocazione perché non voglio avere padroni. Cosa dicono di me? Che sono filo-russa, che sono filo-cinese. Nulla di più sbagliato. Io non mi faccio influenzare. Profilo e riporto cosa accade nel mondo geopolitico. Ezechiele 25:17 - "Il cammino dell'uomo timorato è minacciato da ogni parte dalle iniquità degli esseri egoisti e dalla tirannia degli uomini malvagi. Benedetto sia colui che nel nome della carità e della buona volontà conduce i deboli attraverso la valle delle tenebre; perché egli è in verità il pastore di suo fratello e il ricercatore dei figli smarriti. E la mia giustizia calerà sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno su coloro che si proveranno ad ammorbare e infine a distruggere i miei fratelli. E tu saprai che il mio nome è quello del Signore quando farò calare la mia vendetta sopra di te."Freiheit ist ein Krieg. Preferisco i piani ortogonali inclinati, mi piace nuotare e analizzare il mondo deep. Ascolto il rumore di fondo del mondo per capire quali nuove direzioni prende la geopolitica, la politica e l'economia. Mi appartengo, odio le etichette perché come mi è stato insegnato tempo fa “ogni etichetta è una gabbia, più etichette sono più gabbie. Ma queste gabbie non solo imprigionano chi le riceve, ma anche chi le mette, in particolare se non sa esattamente distinguere tra l'etichetta e il contenuto. L'etichetta può descrivere il contenuto o ingannare il lettore”. So ascoltare, seguo il mio fiuto e rifletto allo sfinimento finché non vedo tutti gli scenari che si aprono sui vari piani. Non medito in cima alla montagna, mi immergo nella follia degli abissi oscuri dell'umanità. SEMPRE COMUNQUE OVUNQUE ALESSIA C. F. (ALKA)