I suermercati ieri sera hanno avvertito Boris Johnson che ha solo 48 ore per sistemare il pingdemic o gli acquirenti dovranno affrontare gli scaffali vuoti. Un gran numero di personale ha dovuto mettersi in auto-isolamento dopo essere stato colpito dall’app NHS Covid – colpendo le forniture. BP ha temporaneamente chiuso alcune stazioni di servizio a causa di problemi di approvvigionamento di carburante, mentre M&S ha avvertito che il 20% del suo personale potrebbe auto-isolarsi entro il mese prossimo. Il segretario agli affari Kwasi Kwarteng ha ammesso che il governo è “molto preoccupato” dai rapporti sulla carenza di cibo sugli scaffali. Ha detto a Sky News: “Stiamo per annunciare una lista di lavoratori esenti. L’elenco delle esenzioni sarà abbastanza stretto perché, ovviamente, bisogna tracciare la linea da qualche parte”. Nel frattempo, uno dei più grandi grossisti alimentari del Regno Unito sta incoraggiando i suoi autisti a fare un test PCR se sono segnalati dall’app – piuttosto che auto-isolarsi. Mike Selley, il CEO di Bidfood, ha detto che se il suo personale risultasse negativo potrebbe tornare al lavoro. Afferma che il test è contrario ai consigli del governo, ma secondo il signor Selley “Pensiamo che sia appropriato e sicuro. Il ping è consultivo”.

“Gli orari di apertura sono già stati tagliati per alcune catene, così come i problemi con l’arrivo dei prodotti sugli scaffali”. In molti si sono affrettati a rassicurare i clienti che si trattava solo di alcune linee – e non c’era bisogno di andare in panico. “I lavoratori al dettaglio e i fornitori, che hanno giocato un ruolo vitale in tutta questa pandemia, dovrebbero essere autorizzati a lavorare a condizione che siano stati sottoposti a un doppio tampone o che possano mostrare un test Covid negativo, per garantire che non ci siano interruzioni nella capacità del pubblico di ottenere cibo e altri beni. Con l’impennata dei casi comunitari, il numero di personale di vendita al dettaglio sano che deve auto-isolarsi sta aumentando rapidamente, interrompendo le operazioni di vendita al dettaglio”.

L’amministratore delegato Nick Allen ha detto: “C’è un’aria di sconforto che si insinua nell’industria. Fino ad ora siamo riusciti a mantenere la catena di fornitura in funzione, ma c’è un senso di fallimento”. “Il morale non è aiutato da questi messaggi confusi del governo”. Ha aggiunto che le linee di produzione sono in stallo: “Stiamo cominciando a vedere che a livello di vendita al dettaglio e nei ristoranti – tutti stanno lottando per far uscire le cose davvero”.

A shopper views the sparse selection at Tesco in Bathgate, West Lothian
A shopper views the sparse selection at Tesco in Bathgate, West LothianCredit: SWNS
Empty shelves in the fresh fruit section of Tesco in Ealing, West London
Empty shelves in the fresh fruit section of Tesco in Ealing, West LondonCredit: LNP
Empty shelves at a Sainsbury's in Manchester as the pingdemic hits supplies
Empty shelves at a Sainsbury’s in Manchester as the pingdemic hits supplies

Per le grandi catene di supermercati la pingdemic non è ancora un problema enorme, ma “Non vogliamo che la gente compri più del necessario, come è successo lo scorso aprile. Abbiamo avuto carenze perché la gente ha comprato il triplo del necessario”. https://www.thesun.co.uk/money/15656360/shops-run-out-of-food-pingdemic-rules/

Residents in Stockton-on-Tees will now only receive fortnightly general waste collections after 27 out of the council's 77 binmen went into self-isolation, making weekly rounds 'impossible'. Pictured is resident Sarah Raby next to her packed bin

  • Residents in Stockton-on-Tees will now only receive fortnightly general waste collections after 27 out of the council’s 77 binmen went into self-isolation, making weekly rounds ‘impossible’. Pictured is resident Sarah Raby next to her packed binThere have been reports of empty shelves in supermarkets amid disruption to supply chains and huge numbers of staff off self-isolating
  • There have been reports of empty shelves in supermarkets amid disruption to supply chains and huge numbers of staff off self-isolating

https://www.dailymail.co.uk/news/article-9806013/Ping-demonium-Fears-Summer-Discontent.html

Nel frattempo Boris Johnson ha rifiutato di cambiare il sistema dell’app NHS Covid. Vediamo se cambia idea velocemente