A fine maggio i vertici di Moderna – l’azienda che sviluppa un vaccino anti-coronavirus – aveva venduto le azioni societarie.

Due possibili spiegazioni. Secondo gli osservatori di mercato, le ipotesi sarebbero diverse. In primo luogo la vendita potrebbe essere stata semplicemente determinata dai trade programmati citati in precedenza. I vertici delle quotate molto spesso detengono imponenti quantità di azioni nei propri portafogli e sono piuttosto sbilanciati in tal senso. Vendere titoli tramite la normativa 10b5-1 permette agli stessi di ottenere maggiore liquidità. In quest’ottica, ha dichiarato il professore della Northwestern University’s Kellogg School of Management Thomas Lys, e visto che aziende come Moderna salgono in Borsa solo sulla base dei risultati ottenuti nello sviluppo dei farmaci, vendere non è stata una cattiva idea. La seconda ipotesi, formulata dal docente universitario, si è basata su una spiegazione decisamente più cruda: “C’è sempre l’altra possibilità…che questi ragazzi sappiano che questa è tutta una farsa e che stiano vendendo finché è ancora fattibile”.

In Italia tutti aspettano il “sacro vaccino”. Ora una cosa è chiara, questo vaccino è un vero IQ TEST. Fidarsi di una cosa poco testata di cui non conosci gli effetti collaterali? Cosa potrebbe mai andare male? Direi che questo vaccino è uno strumento veramente darwiniano. E’ una selezione secca.

L’unica a chiedere qualcosa è Sara Cunial che ha depositato 4 interrogazioni al Ministro della salute Roberto Speranza, chiede chiarimenti e le criticità dei vaccini di Moderna, Astrazeneca e Reithera. —> “nell’ultimo post l’onorevole passa a spiegare che i tre vaccini non sono i classici vaccini perché fanno tutti terapia genica: “Quello di Moderna è un filamento di mRNA creato in laboratorio che programma il sistema immunitario, gli altri due sono Vaccini OGM a vettore Adenovirale modificati geneticamente, che trasportano una informazione genetica, che servirà alle cellule del sistema immunitario per produrre la proteina necessaria a contrastare il virus. Aggiunge inoltre che: “di questa tecnologia si sa poco ancora, ma il Parlamento Europeo ha talmente fiducia in loro (case produttrici) che ha approvato il 10 luglio il regolamento 1043/2020 sulla loro libera circolazione in Europa e loro libero uso contro il COVID-19″. Si critica anche che non viene tenuta in considerazione, oltre che venire ignorata dal Governo “la prevenzione vera contro la patologia”, che é stata oggetto di un’altra un’altra interrogazione (la 4-06548 del 3 agosto 2020). Infine la Cunial riporta alcune notizie importanti, tra queste che Astrazeneca “vuole l’immunità per eventuali danni causati dal suo vaccino e vuole distribuirlo già da settembre” nonostante “i risultati dei test (quelli rapidi) in Sud-Africa termineranno a dicembre 2021.” Tratto da https://www.ilgazzettinovesuviano.com/2020/08/08/lon-sara-cunial-interroga-il-ministro-della-salute-sulla-criticita-dei-vaccini/

Moderna sulla tecnologia mRNA fa sapere che non c’è nessuna garanzia in merito agli effetti collaterali indesiderati. I componenti della tecnologia mRNA “potrebbero portare a significativi eventi avversi in uno o più dei nostri studi clinici”, dice Moderna. Il vaccino di Moderna è basato su un “sistema portante” a base di nanoparticelle contenente una sostanza chimica sintetica chiamata polietilenglicole (PEG).
L’uso di PEG in farmaci e vaccini è sempre stato controverso a causa della ben documentata comparsa di reazioni immunitarie indesiderate legate alla PEG. Di fatto potrebbe esserci una riduzione dell’efficacia del vaccino e un aumento degli effetti collaterali negativi.
Se il vaccino mRNA contenente PEG verrà usato ci sarà un aumento di esposizione al PEG senza precedenti e la cura potrebbe essere peggio del Covid stesso. https://childrenshealthdefense.org/news/components-of-mrna-technology-could-lead-to-significant-adverse-events-in-one-or-more-of-our-clinical-trials-says-moderna/?itm_term=home (articolo del 6/8/2020)

Questo vaccino deve trasportare l’ingombrante “carico utile di RNA” nelle cellule, ma deve farsi strada nel citoplasma di una cellula. La soluzione scelta è l’utilizzo di “sistemi di supporto” biotecnologici con nanoparticelle lipidiche (LNP). Gli LNP “incapsulano i costrutti mRNA per proteggerli dalla degradazione e promuovere l’assorbimento cellulare”. Le formulazioni LNP sono nanoparticelle del vaccino rivestite con un polimero sintetico, non degradabile e sempre più controverso chiamato polietilenglicole (PEG).

Nel prospetto informativo della società, l’azienda ha dichiarato apertamente che il suo approccio tecnico comporta numerosi rischi, si possono generare “effetti collaterali sistemici”, soprattutto data la documentazione di questi tipi di effetti collaterali in altri LNP già documentati dalla letteratura scientifica. Cliaccate https://www.sec.gov/Archives/edgar/data/1682852/000119312518323562/d577473ds1.htm e andate direttamente a pagina 33.

Altre amene curiosità cari drughi e mastri giardinieri:

Nuovi documenti ottenuti da Axios e Public Citizen suggeriscono che l’Istituto Nazionale della Salute (NIH) possiede la metà del brevetto chiave per il controverso vaccino COVID di Moderna e potrebbe raccogliere la metà delle royalties. 4 scienziati dell’NIH hanno presentato la propria domanda di brevetto provvisorio come coinventori. I regolamenti del NIH permettono agli scienziati dell’agenzia di raccogliere fino a 150.000,00 dollari all’anno di royalties sui vaccini per i quali hanno lavorato.
Anthony Fauci ha sostenuto il vaccino di Moderna in prima linea e gli ha permesso di saltare le sperimentazioni sugli animali nonostante la tecnologia sperimentale e i pericoli intrinseci dei vaccini contro il Coronavirus. Ogni precedente vaccino contro il coronavirus si è dimostrato problematico e può essere letale per gli animali a causa della particolare propensione di COVID per il “priming patogeno”. Nonostante questo Anthony Fauci ha organizzato una sovvenzione di 483 milioni di dollari per Moderna.
Fauci ha incoraggiato gli studi clinici di Fase 1 di Moderna, nonostante il fatto che gruppi di volontari super sani abbiano avuto reazioni “gravi o significative dal punto di vista medico” di grado 3 dopo la vaccinazione.
Erano noti i catastrofici studi clinici di Fase 1 di Moderna, ma sono prontamente arrivati altri 89 milioni di dollari di sostegno e la ricerca è ripartita.

https://www.instagram.com/p/CAWpmL6nhc_/ – Moderna’s cheery press release this morning,the clinical trial results for its groundbreaking COVID vaccine could not be much worse. The vaccine,developed and championed by Anthony Fauci and financed by Bill Gates,used an experimental MRNA technology that the two men hoped would allow rapid deployment to meet President Trump’s ambitions “warp speed” time line.Dr Fauci was so confident of his shot’s safety that he waved ferret and primate studies ( Moderna suspiciously reported no health data from its mouse studies)That appears to have been a mistake. Three of the 15 human guinea pigs in the high dose cohort (250 mcg)suffered a “serious adverse event” within 43 days of receiving Moderna’s jab. Moderna did not release its clinical trial study or raw data,but its press release,which was freighted with inconsistencies acknowledged that three volunteers developed Grade 3 systemic events defined by the FDA as “Preventing daily activity and requiring medical intervention. “ Moderna allowed only exceptionally healthy volunteers to participate in the study. A vaccine with those reaction rates could cause grave injuries in 1.5 billion humans if administered to “every person on earth”. That is the threshold that Gates has established for ending the global lockdown.Moderna did not explain why it reported positive antibody tests for only eight participants.These outcomes are particularly disappointing because the most hazardous hurdle for the inoculation is still ahead;challenging participants with wild COVID infection. Past attempts at developing COVID vaccines have always faltered at this stage as both humans and animals achieved robust antibody response then sickened and died when exposed to the wild virus. Moderna’s press announcement heralded “Positive Interim Phase 1 findings”. I have forwarded that claim to my colleagues in securities law;FTC rules restrict the amount of lipstick public companies may slather on bad donkeys. 19/5/2020 https://www.instagram.com/robertfkennedyjr/

In questi giorni stanno testando il vaccino. Anche in Italia. Parte la selezione:

Il vaccino covid19 è un test IQ spartiacque. Darwin allo stato puro della selezione naturale. Alessia C. F. (ALKA) Sempre Comunque Ovunque Ribelle