PZP è usato per sterilizzare i cavalli selvaggi in America. Le prime 2 dosi devono essere fatte entro 2 a 6 settimane di distanza con un follow up di richiamo da 8 mesi a un anno. Questo riduce il tasso di gravidanza dell’80%-90%.
Qualcosa del programma suona familiare. L’amministratore delegato della Pfizer è anche un veterinario… che comodo
Questo è un potenziale chiodo nella bara per Pfizer – il sistema di consegna di nanoparticelle lipidiche DPX di SpayVac.
SpayVac produce il vaccino contro l’infertilità PZP. Hanno dato in licenza la loro tecnologia di rilascio di nanoparticelle lipidiche DPX a Pfizer per produrre il vaccino COVID.
Il vaccino PZP non causa sterilità immediata – ci vuole più di un anno per apparire. (Divertente, la Pfizer ha studiato solo pochi mesi.) Ma il PZP causa cambiamenti a breve termine del ciclo mestruale perché il sistema immunitario attacca le cellule delle ovaie. Gli stessi cambiamenti mestruali si vedono nelle donne di tutto il mondo.
PZP richiede temperature di conservazione fino a -40C, insolito per la maggior parte dei vaccini. Inoltre, richiede due prime iniezioni date a 2-6 settimane di distanza, poi un richiamo da 6-12 mesi, a seconda della specie.
Hanno creato la tecnologia dei liposomi DPX per assicurarsi che il vaccino raggiunga la sua destinazione e l’hanno brevettata sotto IMV Inc. IMV ha collaborato con Pfizer nel 2020 per produrre il vaccino COVID, utilizzando la stessa tecnologia dei liposomi, ora chiamata sistema di consegna delle nanoparticelle lipidiche.
Questo sistema di nanoparticelle lipidiche DPX è progettato come un sistema “NO-RELEASE”. NON rilascerà nulla nel sito di iniezione. Piuttosto solo al “target di destinazione”, che per il vaccino PZP era le ovaie e, anche, la milza che aveva recettori simili.
Anche l’iniezione di Pfizer si concentra nella milza e nelle ovaie. Ha senso visto che usano lo stesso sistema di consegna. Guardate la fonte qui sotto nella tabella 2 (l’originale è su reddit). Guardate la concentrazione, NON la dose % di iniezione. L’intestino tenue ha un’enorme % di dose, ma è molto più grande delle ovaie. Le ovaie hanno una concentrazione massiccia rispetto alle loro dimensioni.
È PROGETTATO PER NON RILASCIARE MAI NULLA NEL PUNTO DI INIEZIONE.
Rimane nel sito di iniezione, ma la nanoparticella lipidica si apre SOLO nel sito di destinazione. Quindi, in effetti, tutto ciò che si trova nel sito di iniezione è inattivo e aspetta di essere rilasciato. Questo funziona come un farmaco a lunga durata d’azione. Non si aprirà mai e rilascerà il trattamento/mRNA nel sito di iniezione – solo quando le nanoparticelle lipidiche migreranno dal sito di iniezione verso una destinazione target si apriranno e rilasceranno il trattamento.
Il modo in cui il vaccino PZP funziona è quello di innescare una risposta immunitaria contro gli ovuli di maiale. Il sistema immunitario crea quindi anticorpi per l’ovulo di maiale, ma va oltre e prende di mira parti dell’ovulo. Nel corso del tempo dopo la ri-esposizione, o nel caso del sistema di consegna DPX un rilascio a lungo termine, i normali ovuli saranno visti come ostili e attaccati.
Il vaccino Pfizer funziona in modo SIMILE.
Il sistema di consegna DPX porta il vaccino mRNA alle ovaie (e ad altre aree). La nanoparticella lipidica si apre e rilascia l’mRNA che convertirà le cellule ovariche in un ibrido virus/ovario che il sistema immunitario attaccherà. Una volta uccisa la cellula ovarica mutata, contrassegnerà varie parti del “patogeno” con anticorpi. Questo ha un’ALTA POSSIBILITA’ di ripetere l’esposizione e di vedere le cellule ovariche e le uova stesse come ostili, causando potenzialmente l’attacco del sistema immunitario alle cellule ovariche.
Per favore, condividete questo. Stanno usando un sistema di consegna sviluppato da una società che è stato progettato per sterilizzare le popolazioni animali. Il fatto che l’infertilità come risultato sia trascurata e non sia stata nemmeno testata nonostante questa conoscenza dovrebbe essere criminale.

Ulteriori informazioni dalla stessa fonte:
Inoltre, il vaccino mRNA ha la possibilità di colpire anche altre cellule attraverso lo stesso meccanismo. Essendo il sistema circolatorio il portatore dei gusci lipidici, quando il guscio si rompe, esso prenderà di mira le cellule del cuore e della vena più vicine. Poi, il nostro sistema immunitario attacca la cellula convertita e ottiene anticorpi per il picco… ma crea anche anticorpi per le parti cellulari innocue. Poi, ad ogni riesposizione al vaccino, il sistema immunitario ha una reazione più forte e produce anticorpi per attaccare il virus ma anche il cuore/le vene non colpite che ha precedentemente identificato come parte del virus.

Il vaccino mRNA è lo stesso metodo della tecnica del vaccino SpayVac PZP – far sì che il corpo prenda di mira cellule innocenti. Tuttavia, le cellule del cuore e della vena possono essere conseguenze non volute del vero meccanismo di consegna alle ovaie (e presumibilmente, ai testicoli).

https://www.rumormillnews.com/cgi-bin/forum.cgi?read=187353

Previous articleVittime del proprio “picorettismo”
Next articleLa Psicopolizia aumenta: una piattaforma europea per il monitoraggio delle conversazioni sui vaccini su web e social network
Alessia C. F. (ALKA)
Esploro, indago, analizzo, cerco, sempre con passione. Sono autonoma, sono un ronin per libera vocazione perché non voglio avere padroni. Cosa dicono di me? Che sono filo-russa, che sono filo-cinese. Nulla di più sbagliato. Io non mi faccio influenzare. Profilo e riporto cosa accade nel mondo geopolitico. Freiheit ist ein Krieg. Preferisco i piani ortogonali inclinati, mi piace nuotare e analizzare il mondo deep. Ascolto il rumore di fondo del mondo per capire quali nuove direzioni prende la geopolitica, la politica e l'economia. Mi appartengo, odio le etichette perché come mi è stato insegnato tempo fa “ogni etichetta è una gabbia, più etichette sono più gabbie. Ma queste gabbie non solo imprigionano chi le riceve, ma anche chi le mette, in particolare se non sa esattamente distinguere tra l'etichetta e il contenuto. L'etichetta può descrivere il contenuto o ingannare il lettore”. So ascoltare, seguo il mio fiuto e rifletto allo sfinimento finché non vedo tutti gli scenari che si aprono sui vari piani. Non medito in cima alla montagna, mi immergo nella follia degli abissi oscuri dell'umanità.