Crocifissione di Pietro di Giovanni Bellini

Il bimillenario edificio petrino è terminato con la morte dell’ultimo Papa Benedetto XVI. L’Eone della Legge poggiato sulla pietra di Pietro ha terminato la sua opera e la sua esistenza.

L’obbedienza passiva e la mercificazione della Bontà del Risorto, sono nella fase terminale e presto assisteremo alla guerra intestina dei potenti e dei potentati che hanno sistematicamente utilizzato un potere temporale, rubato ed adattato alla loro tesi di massificazione della paura, come apparato di controllo psichico dell’umanità.

Il Nuovo tempo Eonico, intuito dai grandi mistici, introduce l’Apostolo Prediletto come colui che farà risvegliare e risorgere l’Europa addormentata nelle Cose dello Spirito ed attiva in quelle mondane. Giovanni, apre il nuovo Tempo Eonico attraverso la sua filiazione con Cristo e l’investitura ricevuta sotto la Croce, assumendo pertanto la Regalità e la Sacerdotalità completa secondo l’ordine di Melchisedech.

“Presso la croce di Gesù stavano sua madre e la sorella di sua Madre, Maria di Cleopa, e Maria Maddalena. Gesù dunque, vedendo sua Madre e presso di lei il discepolo che egli amava, disse a sua Madre: «Donna, ecco tuo figlio!» Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!» E da quel momento, il discepolo la prese in casa sua.”
(Vangelo di Giovanni, 19, 25-27)

La chiesa che ha sposato le ideologie del mondo, il mondo global-eco-animalista, il mondo delle entità sovranazionali sta cadendo avviluppato su sé stesso come una Torre di Babele, perché ha alterato il Messaggio Evangelico ed è pertanto sotto anatema secondo la Lettera ai Galati.

Galati 1,8-9

Orbene, se anche noi stessi o un angelo dal cielo vi predicasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo predicato, sia anatema! L’abbiamo già detto e ora lo ripeto: se qualcuno vi predica un vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anatema!

Infatti vale per costoro la risposta di Samuele a Saul

I Samuele 15, 22-26

Perché hai rigettato la parola del Signore, Egli ti ha rigettato come re».
Saul disse allora a Samuele: «Ho peccato per avere trasgredito il comando del Signore e i tuoi ordini, mentre ho temuto il popolo e ho ascoltato la sua voce. Ma ora, perdona il mio peccato e ritorna con me, perché mi prostri al Signore». Ma Samuele rispose a Saul: «Non posso ritornare con te, perché tu stesso hai rigettato la parola del Signore e il Signore ti ha rigettato perché tu non sia più re sopra Israele». Samuele si voltò per andarsene ma Saul gli afferrò un lembo del mantello, che si strappò. Samuele gli disse: «Il Signore ha strappato da te il regno d’Israele e l’ha dato ad un altro migliore di te

L’epilogo del massonico Concilio Vaticano II, che ha sconciliato la chiesa petrina ponendola in dialogo con le idee telluriche del mondo, ascoltando le voci del popolo, si manifesterà sempre di più affinché si mostri come la sfida condotta contro Cristo, nello sposalizio con le filosofie illuministe del mondo, sia stata perduta. Le idee malsane dell’ecumenismo si stanno manifestando come totalmente inconsistenti; la volontà demonica dei papi dialoganti ha rivelato il suo fallimento.

La dinamica illuminista in uno schema:

Se proclamiamo: Libertè, Egalitè e Fraternitè perché dobbiamo poi ghigliottinare tutti incluso il Sovrano? Quindi il cosiddetto “Mondo Moderno” nasce da un Regicidio e dall’assassinio legalizzato come strumento per massificare le menti.

L’Illuminismo, il Giacobinismo e le sue varianti come il Socialismo, il Comunismo, il Repubblicanesimo sono i figli diretti della teoria e del metodo che la Chiesa Petrina ha applicato al popolo: la paura della pena, la coercizione, la vendetta, la persecuzione, la tortura, l’inquisizione. Tutto questo in nome di Cristo? A nostro avviso hanno solo usato il Nome di Cristo, ma hanno servito qualche altra deità. La Rivoluzione ha messo al primo posto il Diritto degli uomini, ma il Diritto di Dio di essere amato?

Perché La Regina Maria Antonietta cacciò via dalla prigione il prete giacobininizzato (il catto-comunista del tempo) che voleva darle l’estrema unzione dicendogli: «Vattene, perché non abbiamo lo stesso Dio»? (anche questa testimonianza preziosa non viene riportata nei libri di storia)

Il Nuovo Eone Giovanneo è iniziato ed assisteremo ai crolli di tutto un mondo che si è voluto fare nemico di Dio e dell’umanità attraverso teorie e filosofie distruttive e devastanti. I filosofi ed i teologi del mondo saranno uno contro l’altro. Tutte le Verità nascoste verranno fuori perché i muri saranno come trasparenti.

Gli Archivi Vaticani saranno aperti da un’altra Nazione a disposizione gratuita di tuti gli studiosi del mondo; perché infatti tenere celati tanti documenti? Cosa hanno da nascondere?

Come sarà il cambiamento epocale dall’Eone Petrino terminato rispetto al Nuovo Eone Giovanneo? Dobbiamo spiegare i tempi sempre attraverso il punto di vista mistico perché ci introduce la visione dell’Altro Consolatore.

“In quel tempo i farisei, avendo udito che egli aveva chiuso la bocca ai sadducei, si riunirono insieme e uno di loro, un dottore della Legge, lo interrogò per metterlo alla prova: «Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?». Gli rispose: «Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Questo è il grande e primo comandamento. Il secondo poi è simile a quello: Amerai il tuo prossimo come te stesso. Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti»”.

(Vangelo di Matteo 22,34-40)

Pietro rappresenta il tempo della Legge che ha regnato per due Eoni. Pietro infatti tradì Cristo, anche se poi ebbe il martirio, perché dopo la Resurrezione nella riorganizzazione della nuova Chiesa di Cristo cosa fece? Ripristinò la Legge Mosaica e non applicò i soli due comandamenti che aveva lasciato Cristo che abbiamo sopra elencati. In seguito, Pietro divenuto Papa ed acquisita una certa potenza ed influenza, si proclamò Vicario di Cristo, mentre in realtà è ed è rimasto sempre Vicario di Pietro. Questa questione del “Vicario di Cristo” che ritroviamo insistente anche nei media e nei servizi dei giornalisti, è una vera iattura perché non si aiuta il popolo ad essere consapevole di una realtà vera ma dimenticata

Come si comprendono i tempi eonici? Lo si capisce quando Cristo è ormai risorto e Pietro e Giovanni corrono verso il sepolcro. Giovanni che è più giovane arriva primo ma non entra ed attende Pietro. Questo rappresenta il Tempo di attesa di Giovanni. Nel sepolcro entra prima Pietro (quindi il tempo Eonico di Pietro) poi entra Giovanni (il tempo Eonico Giovanneo) e solleva i veli, quindi DISVELA vale a dire RIVELA i misteri dell’Amore che perdona tutta l’umanità e che chiama le persone all’ascolto della Voce e del Nuovo Linguaggio. Giovanni infatti viene chiamato Boanerghes in aramaico (Βοανηργες – in greco), Voce del tuono, cioè Voce tonante, Voce Vera e Vivente che, attraverso una Decima scelta da Dio, spiegò, spiega e spiegherà i Misteri dell’Amore di Dio chiarendo le apparenti aporie evangeliche.

Se torniamo alla chiesa petrina, l’ultimo Papa Benedetto XVI è stato anche il conclusivo rappresentante della Legge Mosaica. I petrini, che rimangono nella Legge Mosaica ora si scanneranno tra di loro e magari eleggeranno uno peggio dell’attuale pseudo-papa, sicuramente un altro satanasso. Ma nel frattempo la Chiesa Giovannea, che è la Chiesa dei Cuori, uscirà lentamente dalle catacombe, perché Dio vuole gli uomini di cuore e dal cuore sarai giudicato. Come si diventa uomini di cuore? Diventando Bambini (lasciate che i bimbi vengano a me, perché è di loro il Regno dei Cieli1) qui si entra nel famoso quesito di Nicodemo che riportiamo.

Giovanni 3,1-21

Vi era tra i farisei un uomo di nome Nicodemo, uno dei capi dei Giudei. Costui andò da Gesù, di notte, e gli disse: «Rabbì, sappiamo che sei venuto da Dio come maestro; nessuno infatti può compiere questi segni che tu compi, se Dio non è con lui».

Gli rispose Gesù: «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce dall’alto, non può vedere il regno di Dio». Gli disse Nicodemo: «Come può nascere un uomo quando è vecchio? Può forse entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere?».

Rispose Gesù: «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce da acqua e Spirito, non può entrare nel regno di Dio. Quello che è nato dalla carne è carne, e quello che è nato dallo Spirito è spirito. Non meravigliarti se ti ho detto: dovete nascere dall’alto. Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va: così è chiunque è nato dallo Spirito».

Gli replicò Nicodemo: «Come può accadere questo?».

Gli rispose Gesù: «Tu sei maestro d’Israele e non conosci queste cose? In verità, in verità io ti dico: noi parliamo di ciò che sappiamo e testimoniamo ciò che abbiamo veduto; ma voi non accogliete la nostra testimonianza. Se vi ho parlato di cose della terra e non credete, come crederete se vi parlerò di cose del cielo? Nessuno è mai salito al cielo, se non colui che è disceso dal cielo, il Figlio dell’uomo.

E come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che sia innalzato il Figlio dell’uomo, perché chiunque crede in lui abbia la vita eterna. Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. 

Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio. 

E il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo, ma gli uomini hanno amato più le tenebre che la luce, perché le loro opere erano malvagie. Chiunque infatti fa il male, odia la luce, e non viene alla luce perché le sue opere non vengano riprovate. Invece chi fa la verità viene verso la luce, perché appaia chiaramente che le sue opere sono state fatte in Dio».

Nuovamente riposto la definizione di Bambino che fornisce il grande mistico russo Pavel Florenskij:

…Il bambino …emana una sapienza straordinaria, e solo un uomo eccezionale può raggiungere da adulto questa sapienza, e con l’ascesi di tutta la vita…

Sembra volermi chiedere come mai ritorno sempre alle impressioni dell’infanzia. Prima di tutto perché il mondo interiore si cristallizza attorno ad esse e da esse viene sostanzialmente determinato. Se la vita in genere ha senso e valore, dimenticare il passato è ingratitudine e insensatezza, poiché tutto diventa passato, e allora tutta la vita, tirate le somme, deve rivelarsi uno zero…

Il segreto dell’attività creativa sta nel conservare la giovinezza. Il segreto della genialità, nel conservare l’infanzia, la disposizione d’animo dell’infanzia per tutta la vita. È proprio questa disposizione che dà al genio una percezione obiettiva del mondo, non centripeta, una sorte di prospettiva rovesciata del mondo, e per questo tale percezione è integrale e reale. La percezione illusoria del mondo invece, per quanto splendente e chiara possa essere, non sarà mai definita geniale. Infatti, l’essenza stessa della concezione geniale del mondo sta nella capacità di penetrare nel profondo delle cose, mentre l’essenza della concezione illusoria sta nel nascondere a sé stessi la realtà.

Pavel Florenskij “Non dimenticatemi”

Se lo si rilegge con attenzione Padre Pavel (che abbiamo postato varie volte ma che non si medita con attenzione) si capisce perché è Giovanni, cioè la Regalità che torna a governo della chiesa. La chiesa petrina, una volta depurata dai satanassi, rimarrà per coloro che avranno ancora bisogno della Legge Mosaica, ma i liberi, i Figli della Libera (altro grande mistero della Chiesa che un giorno chiariremo) avranno la chiesa stampata nel loro cuore, la basilica non sarà di pietra, ma di pura e limpida e solare coscienza bambina. Ora se nella definizione delle tre persone della Trinità, come meglio dicono gli Ortodossi, vi sono appunto tre Ipostasi dove sono la prima e l’ultima? Perché Dio si è ipostatizzato in tre volti vale a dire tre Persone.

Quindi Ipostasi del Padre, Ipostasi del Figlio ed Ipostasi dello Spirito Santo che è Voce del tuono, cioè Linguaggio Nuovo della antica Tradizione. Qui si ritorna al ruolo di Giovanni.

Ora vi riposto l’analisi di Pavel Florenskij che aveva capito tutto.

Nella comunità cristiana tutti sono uguali e allo stesso tempo tutta la struttura della comunità è gerarchica. Intorno al Cristo ci sono alcuni circoli concentrici che conoscono più e più profondamente, a misura che si restringono. Partendo dall’esterno ci sono “le masse del popolo”; poi l’entourage del Cristo; poi i discepoli e seguaci segreti come Nicodemo, Giuseppe d’Arimatea, Lazzaro e le sorelle, le donne che seguivano Cristo, ecc.; poi ancora gli eletti, “i settanta”, poi “i dodici”, poi “i tre”, cioè Pietro, Giacomo e Giovanni, infine “uno che il Signore amava” (Gv. 13, 23; 19, 26; 20, 2; 21, 7, 20). Occorre ancora ricordare la predicazione per parabole, la scelta dei testimoni, la spiegazione delle parabole in privato? “I suoi discepoli poi lo interrogavano sul significato di quella parabola. Egli disse: “A voi è stato dato di conoscere i misteri del regno di Dio, ma agli altri sono proposti in parabole, affinché vedano senza vedere e ascoltino senza ascoltare”” (Lc. 8, 9-10).
Pavel Florenskij – La colonna ed il fondamento della Verità – Capitolo “L’amicizia”

Mi auguro che l’articolo sia letto e meditato con attenzione e che non vi siano commenti non attinenti.

1 Vangelo Mc 10, 13-16 . Dal Vangelo secondo Marco
In quel tempo, presentavano a Gesù dei bambini perché li toccasse, ma i discepoli li rimproverarono.
Gesù, al vedere questo, s’indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrerà in esso».
E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, ponendo le mani su di loro. Chi non accoglie il Regno di Dio come un Bambino non entrerà nel Regno dei Cieli.

Alessia C. F. (ALKA) dalla Redazione di OraZero:
I commenti devono essere attinenti all’articolo.

Quando vedete comparire questo avviso non sono permessi
commenti OFF TOPIC
SpamHammer attivato, stavolta banno senza misericordia