La “lista degli assassini” ucraina pubblica nomi e indirizzi di presunti “propagandisti russi”. Si scopre che non hanno sede in Ucraina ma a Langley, in Virginia, che è anche il luogo in cui si trova il quartier generale della CIA.

Solo una coincidenza vero?

In base alla legge 117-128, il Congresso degli Stati Uniti finanzia un’organizzazione chiamata Centro ucraino per contrastare la disinformazione (CCD), il cui obiettivo dichiarato, secondo il suo sito web, è “combattere la disinformazione russa”. Tuttavia, il vero scopo di questa organizzazione potrebbe essere quello di creare una sorta di “lista fatwa” di presunti traditori che intendono assassinare americani patriottici e/o ucraini.

La fatwa list comprende “traditori” come gli scrittori Chris Hedges e Glenn Greenwald, il politologo John Mearsheimer, il cantante dei Pink Floyd Roger Waters, il senatore Rand Paul (R-KY, Republican Kentucky, ndr. Red.), ex candidato alla presidenza Tulsi Gabbard, l’analista militare conservatore Edward Luttwak, che è stato inserito nella lista per aver proposto che le regioni di Donetsk e Luhansk tengano referendum sulle loro relazioni con l’Ucraina, e Henry Kissinger, preoccupato per le prospettive di guerra tra Stati Uniti e Russia.

I profili di molti di quelli della “lista dei risultati” sono stati pubblicati sul sito web Myrotvorets (che significa “pacificatore” in ucraino), il cui nome a dominio si trova a Langley, Virginia – sede della CIA .

Fondata nel 2014 dopo il colpo di stato di Maidan con il supporto di un ufficiale dell’intelligence statunitense, Joel Harding, Myrotvorets mira a mettere fuori gioco i propagandisti filo-russi, gli agenti dei servizi segreti russi (FSB) e i mercenari Wagner. Il sito contiene foto raccapriccianti di russi morti. Il messaggio di benvenuto si pubblicizza come “Progetto CIA”.

Profilo del politologo tedesco-americano ed ex politico del Partito Repubblicano, Henry Kissinger. Screenshot del sito Web Myrotvorets.

Sfortunatamente, molti nella lista dei nemici di Myrotvorets sono già stati assassinati. Quando ciò accade, la parola ucraina ЛИКВИДИРОВАН (“LIQUIDO”) viene stampata sulla sua foto a grandi lettere rosse, come è successo nell’omicidio del giornalista italiano Andrea Rocchelli.

Come indicazione del suo carattere malvagio, Myrotvorets ha elencato i nomi di oltre 300 bambini, tra cui Faina Savenkova, 13 anni, che ha pubblicato sui social media il terrore dell’esercito ucraino nell’Ucraina orientale.

Crudeli atti di terrorismo

L’escalation della campagna di omicidi del governo ucraino – sul modello dell’operazione Phoenix guidata dalla CIA in Vietnam – è stata esemplificata dall’assassinio del procuratore generale della Repubblica popolare di Luhansk (LPR) Sergei Gorenko e della sua vice, Yekaterina Steglenko dopo una bomba di Kiev ha scosso l’ufficio del procuratore generale di Luhansk il 16 settembre.

Il New York Times aveva precedentemente riferito di commando ucraini che avevano ammesso di aver piazzato autobombe dietro le linee russe contro poliziotti e politici filo-russi.

Sempre il 16 settembre, almeno cinque missili statunitensi HIMARS hanno colpito l’edificio dell’amministrazione civile nella città di Kherson, tentando di assassinare Kirill Stremousov, il vicepresidente dell’amministrazione militare-civile. Ekaterina Gubareva, un’impiegata del governo che è rimasta ferita (un autista è rimasto ucciso), ha definito l’attacco un “atto di terrorismo codardo”. [1]

Scott Ritter parla

Scott Ritter, l’ex ufficiale dell’intelligence della Marina che ha scoperto la frode legata alle armi di distruzione di massa in Iraq, è nell’elenco dei traditori del CCD elencati come “nemici dell’Ucraina” sul sito web di Myrotvorets.

Il 7 settembre, Ritter ha partecipato a una conferenza stampa tenuta dallo Schiller Institute, un think tank sull’economia con sede in Germania. Lì ha criticato la delegazione del Congresso di New York per il loro sostegno alla risoluzione della Camera 7691, l’Atto sugli stanziamenti supplementari aggiuntivi del 2022, che è stato incorporato nella legge 117-128 il 21 maggio 2022.

In una lettera ai democratici Chuck Schumer, Kirsten Gillibrand e Paul Tonko a luglio, Ritter ha scritto che la legge 117-128 violava il Primo Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti, in cui si afferma che “il Congresso non può emanare alcuna legge, il che limita libertà di parola o libertà di stampa”.

La legge pubblica 117-128 limita la libertà di parola e di stampa sostenendo la pubblicazione da parte del governo ucraino della “Lista nera” che etichetta i cittadini statunitensi come “propagandisti russi” che stanno violando i loro diritti costituzionali alla libertà di parola e di esercizio della libertà di stampa.

Alla conferenza stampa del 7 settembre, Ritter ha ribadito il suo disprezzo per il fatto che i dollari dei contribuenti statunitensi sovvenzionano il governo ucraino: “usato per prendere di mira e intimidire i cittadini americani che esercitano il loro diritto costituzionale alla libertà di parola”.

Ritter ha affermato che particolarmente pericoloso è l’uso da parte del CCD del termine “terrorista dell’informazione”, che “essenzialmente dà il via libera ai critici della politica del governo per essere etichettati come terroristi” e “gli omicidi di americani all’estero o in patria” potrebbero approvare”.

Secondo Ritter, il pericolo che il terrorismo di stato ucraino si diffonda negli Stati Uniti è molto reale.

Ha detto che ci sono molti ucraini che vivono vicino a lui nello stato di New York che adorano Stepan Bandera, un nazionalista ucraino e collaboratore nazista nella seconda guerra mondiale.

Secondo lo storico Norman JW Goda, i luogotenenti di Bandera lanciarono un pogrom che uccise 4.000 ebrei di Lemberg in pochi giorni, usando armi che andavano dai fucili alle barre di metallo.

Ritter ha chiesto quale messaggio stia inviando il governo degli Stati Uniti sostenendo questi gruppi ed etichettando i critici delle loro politiche come “terroristi dell’informazione”.
“Se pensi che il sito web sia uno scherzo, chiedi ad Alexander Dugin, che ha dovuto partecipare al funerale di sua figlia [Darya Dugina, uccisa in un’autobomba dai terroristi a Mosca il 23 agosto]”.

Ritter si considera un patriota americano che ha servito il suo paese per anni nell’esercito e come ispettore delle armi in Iraq.

Ha ricordato di essere stato chiamato “lo scagnozzo di Saddam” e tutti i tipi di altre etichette gli sono state lanciate per aver riferito la verità sul mito delle armi di distruzione di massa e aver detto che la guerra in Iraq sarebbe stata evitata e milioni di vite avrebbero potuto essere salvate se le persone avessero ascoltato le sue parole.

Riferendosi all’Ucraina, Ritter ha affermato di essere stato nuovamente denunciato, questa volta per affermazioni fattuali come quella

  1. avere basi NATO sul suolo ucraino,
  2. la guerra è anche un conflitto per procura tra Stati Uniti e Russia
  3. le sanzioni avrebbero danneggiato gli Stati Uniti e i paesi dell’UE più della Russia.

Ritter ha detto di essere stato attaccato anche perché ha condotto un’analisi forense approfondita dell’atrocità di Bucha nel marzo-aprile, che ha concluso che “sembrava essere stata eseguita da forze che riferivano al governo ucraino”. [2]

Ritter continua dicendo che accoglie con favore il dibattito e il disaccordo sulle sue valutazioni, anche tra il personale del CCD.

“Se qualcuno non è d’accordo con i miei fatti e le mie conclusioni, allora dovrebbe discutere con me, ma non cercare di intimidirmi fino a ridurmi al silenzio o chiamarmi un terrorista dell’informazione, che potrebbe potenzialmente condannarmi a morte”.

Nella lista dei risultati c’è anche Geoff Young, il candidato del Partito Democratico del Kentucky

Geoff Young, il candidato per il Partito Democratico nel sesto distretto congressuale del Kentucky, è anche nella lista dei risultati del governo ucraino, anche se pochi nel suo partito lo hanno sostenuto.

Young dice di essere nella lista perché ritiene che l’Ucraina non sia una democrazia funzionante dal 2014.

Piuttosto, in gran parte controllata dal Dipartimento di Stato americano e dalla CIA, ha bombardato civili innocenti a Donetsk e Luhansk, uccidendo più di 10.000 civili, tre volte il numero dell’11 settembre negli Stati Uniti.

Inoltre, l’Ucraina ha inviato gruppi nazisti ben armati per prendere di mira i russi etnici in operazioni di pulizia etnica che non sono state riportate dai media statunitensi.

Young dice che la sua lista dei risultati è una forma di brogli elettorali, un tentativo di screditare il suo nome e le sue possibilità di sconfiggere il repubblicano in carica Andy Barr, contro cui Young sta correndo.

Diane Sare, candidata a LaRouche per il Senato di New York, attacca

Un’altra persona nella lista dei risultati è Diane Sare di Burlington, Vermont, che sta cercando di contestare il seggio di Chuck Schumer al Senato di New York nelle elezioni di medio termine di novembre.

Sare, ex musicista classico e direttore di coro, è il fondatore dello Schiller Institute e ha lavorato con Lyndon LaRouche per 32 anni, fino alla sua morte nel 2019.

LaRouche era una figura controversa nella politica statunitense, vista da alcuni come un leader di una setta, una creazione della CIA o persino un fascista.

Tuttavia, molte delle sue idee erano visionarie, ad es. B. il suo sostegno alla cooperazione tra Stati Uniti e Russia, nonché allo sviluppo di una nuova architettura di sicurezza mondiale e di un sistema economico che dovrebbe essere più democratico e giusto e prevenire guerre future.

Sare ha detto alla conferenza stampa del 7 settembre che la lista dei morti e la campagna di demonizzazione hanno contribuito con successo a mettere a tacere il dibattito sull’armamento da parte degli Stati Uniti di un regime fascista in Ucraina – un regime che ha bandito 13 partiti di opposizione, compresi quelli russi, ha chiuso i media, vietato la contrattazione collettiva e ha minacciato chiunque voglia votare per la riunione nei referendum che si terranno nell’Ucraina orientale.

Sare ha anche detto che Payton Gendron, il tiratore di Buffalo, New York, che ha sparato ai neri in un negozio di alimentari all’inizio di quest’estate, indossava loghi sulla sua giacca che ricordavano quelli dei membri del battaglione Azov.

L’assassino di massa Payton Gendron con le insegne del Sole Nero usate dal Battaglione Azov. Fonte: https://blackagendareport.com/new-white-supremacist-consensus-part-two-shootings-buffalo-solidify-consensus

Ogni americano, crede, dovrebbe chiedere che i loro rappresentanti eletti prendano posizione e distanziano gli Stati Uniti dal governo ucraino e dai suoi reggimenti dell’esercito neonazista.

Il primo oratore alla conferenza stampa del 7 settembre è stato il colonnello Richard Black, un veterano decorato della guerra del Vietnam ed ex senatore dello stato della Virginia. Lui, come Ritter, ha sottolineato che il Congresso degli Stati Uniti sta cercando di controllare la libertà di parola negli Stati Uniti – che viola la Costituzione degli Stati Uniti – dando mandato a un corpo estraneo, il CCD, di farlo.

Secondo Black, all’inizio di quest’anno il Dipartimento per la sicurezza interna ha tentato di istituire un pannello di disinformazione guidato da Nina Jankowicz, una linguista ucraina e consulente dell’ex presidente ucraino Petro Poroshenko.

La loro apparizione in pubblico fu così estrema e deterrente che la fondazione del centro fu – almeno per il momento – sospesa.

Black ha affermato che tra gli obiettivi del CCD ci sono americani patriottici con opinioni ben informate sulla politica estera, come il senatore Paul e l’ex membro del Congresso Gabbard.
Black ha affermato che la politica degli Stati Uniti in Ucraina pone in modo catastrofico la minaccia di una guerra nucleare totale. Designare i dissidenti come “terroristi dell’informazione” li espone potenzialmente alla pena di morte, poiché molte persone sul sito web di Myrotvorets sono già state uccise.

Sebbene i fatti rimangano speculativi, un quotidiano di Rio de Janeiro ha riferito che l’attentato del 1 settembre 2022 alla vicepresidente argentina Cristina Fernández de Kirchner potrebbe anche essere derivato dal suo rifiuto di condannare l’operazione militare speciale della Russia e dalla sua richiesta di colloqui di pace per porre fine alla guerra.

Il problema quando le persone sanno cosa c’è che non va

L’ultimo oratore alla conferenza stampa del 7 settembre, il veterano della CIA Ray McGovern, fondatore dell’organizzazione Veteran Intelligence Professionals for Sanity (VIPS), ha citato l’umorista Will Rogers dicendo: “Non è ciò che non sappiamo cosa stia causando noi problemi, ma quello che sappiamo non è così”.

Tra le cose che gli americani fingono di sapere ma non lo sono, c’è che la Russia è l’aggressore nel conflitto con l’Ucraina, così come che l’annessione della Crimea da parte della Russia è stata “improvvista” – il che semplicemente non è vero.

La Crimea ha votato per rientrare in Russia subito dopo il colpo di stato di Maidan nel 2014, sostenuto dagli Stati Uniti, cosa che accademici come Timothy Snyder di Yale e analisti dei media mainstream continuano a negare, secondo McGovern.

Nel 2013, ha detto McGovern, il presidente russo Vladimir Putin ha scritto un editoriale sul New York Times in cui ha applaudito la crescente fiducia tra Stati Uniti e Russia dopo aver sostenuto un accordo che avrebbe impedito l’intervento militare statunitense in Siria.

Putin ha anche scritto di non essere d’accordo con il discorso di Obama sull’eccezionalismo americano, rendendolo un bersaglio degli sforzi statunitensi per il cambio di regime e la destabilizzazione realizzati usando l’Ucraina come procura.

All’inizio di quest’anno, l’ex presidente George W. Bush ha tenuto un discorso in cui ha affermato che un uomo “ha deciso di lanciare un’invasione totalmente ingiustificata e brutale dell’Iraq – intendo l’Ucraina” – e il suo pubblico in Texas ha riso .

Lapsus freudiano con l’ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush?
Fonte: https://www.youtube.com/watch?v=IaDDBca91kU

La propaganda negli Stati Uniti in generale è diventata così densa, secondo McGovern, che le persone sono convinte di “sapere cosa c’è che non va”. Questo a sua volta li porta a sostenere le politiche più letali, come hanno fatto in Iraq e stanno facendo ora in Ucraina.

Nota 1: l’audio trapelato mostra Ilya Bondarchuk che cerca di pagare un assassino per compiere l’atto sporco “davanti a tutti affinché tutti lo vedano”. Bondarchuk è un ufficiale dei servizi segreti ucraini che ha coordinato il programma di omicidio in Crimea e Kherson.

Nota 2: Recentemente, attraverso accurate indagini, Ritter ha anche contribuito a chiarire che l’Ucraina e non la Russia era responsabile degli attacchi intorno alla centrale nucleare di Zaporozhye – la più grande centrale nucleare d’Europa – usando il pretesto di una missione di ispezione internazionale in violazione di diritto internazionale utilizzato.

Previous articleLE ELEZIONI AMERICANE E LE IMPLICAZIONI PER IL PAESE E IL MONDO INTERO
Next articleProteina spike SARS-CoV-2 trovata nel nucleo delle cellule umane: la proteina designer invade il centro di controllo cellulare ed è pronta a devastare
Alessia C. F. (ALKA)
Esploro, indago, analizzo, cerco, sempre con passione. Sono autonoma, sono un ronin per libera vocazione perché non voglio avere padroni. Cosa dicono di me? Che sono filo-russa, che sono filo-cinese. Nulla di più sbagliato. Io non mi faccio influenzare. Profilo e riporto cosa accade nel mondo geopolitico. Freiheit ist ein Krieg. Preferisco i piani ortogonali inclinati, mi piace nuotare e analizzare il mondo deep. Ascolto il rumore di fondo del mondo per capire quali nuove direzioni prende la geopolitica, la politica e l'economia. Mi appartengo, odio le etichette perché come mi è stato insegnato tempo fa “ogni etichetta è una gabbia, più etichette sono più gabbie. Ma queste gabbie non solo imprigionano chi le riceve, ma anche chi le mette, in particolare se non sa esattamente distinguere tra l'etichetta e il contenuto. L'etichetta può descrivere il contenuto o ingannare il lettore”. So ascoltare, seguo il mio fiuto e rifletto allo sfinimento finché non vedo tutti gli scenari che si aprono sui vari piani. Non medito in cima alla montagna, mi immergo nella follia degli abissi oscuri dell'umanità. SEMPRE COMUNQUE OVUNQUE ALESSIA C. F. (ALKA)