In questi giorni si è fatto un gran parlare dell’incontro annuale della Consob con il mercato finanziario, discorso di Paolo Savona (14/6/2019). Mi sono parecchio incuriosita e sono andata a prendermi la relazione SCRITTA http://www.consob.it/documents/46180/46181/discorso_20190614.pdf/152d016a-58dd-424b-a112-3cd6f8ba2206 (di 20 paginette scritte in grande, le leggete in pochissimi minuti, tranquilli).

In pratica non si parla mai di Consob, spesso è contorta, incoerente, totale assenza di legame logico. Vi riporto alcuni passaggi inquietanti, tanto che viene da chiedersi chi l’abbia scritta. A volte alcune frasi sono persino comiche. Una straordinaria opera di non-sense, un capolavoro limerick.

Quella sulla frequenza di Curtosi è notevole

4 coraggiosi YouTuber hanno provato a interpretare le 20 pagine del manoscritto Voynich. Il risultato è comico e grottesco, da Gialappa’s Band+1. Buon Divertimento. E scovate altre perle leggendo il PDF. Alessia C. F. (ALKA)

Previous articleUnknown Pleasures 40 anni dopo: come Joy Division e il cantante Ian Curtis hanno cambiato il rock e il pop
Next articleScandalo CSM, Procura di Perugia, il caso Occhionero e Russia-gate
Alessia C. F. (ALKA)
Esploro, indago, analizzo, cerco, sempre con passione. Sono autonoma, sono un ronin per libera vocazione perché non voglio avere padroni. Cosa dicono di me? Che sono filo-russa, che sono filo-cinese. Nulla di più sbagliato. Io non mi faccio influenzare. Profilo e riporto cosa accade nel mondo geopolitico. Freiheit ist ein Krieg. Preferisco i piani ortogonali inclinati, mi piace nuotare e analizzare il mondo deep. Ascolto il rumore di fondo del mondo per capire quali nuove direzioni prende la geopolitica, la politica e l'economia. Mi appartengo, odio le etichette perché come mi è stato insegnato tempo fa “ogni etichetta è una gabbia, più etichette sono più gabbie. Ma queste gabbie non solo imprigionano chi le riceve, ma anche chi le mette, in particolare se non sa esattamente distinguere tra l'etichetta e il contenuto. L'etichetta può descrivere il contenuto o ingannare il lettore”. So ascoltare, seguo il mio fiuto e rifletto allo sfinimento finché non vedo tutti gli scenari che si aprono sui vari piani. Non medito in cima alla montagna, mi immergo nella follia degli abissi oscuri dell'umanità.