Le vendite annuali di Pfizer dovrebbero raggiungere i 101,3 miliardi di dollari nel 2022 grazie al vaccino COVID, che non previene l’infezione o la diffusione.

    Direttamente al video :https://www.bitchute.com/embed/kjzfhzeOKheD/

    • Le vendite annuali di Pfizer dovrebbero raggiungere i 101,3 miliardi di dollari nel 2022 grazie al vaccino COVID, che non previene l’infezione o la diffusione, e Paxlovid, un antivirus COVID inefficace e pericoloso che provoca ricadute.
    • Pfizer ha ricevuto molto aiuto gratuito dal governo federale, che ha costretto e costretto le persone a farsi vaccinare e ha istituito regole per garantire che ospedali e farmacie prescrivano solo alcuni farmaci COVID, incluso il Paxlovid
    • La chiave per dire una bugia davvero grande è renderla così irreale che gli ascoltatori presumono che la propria percezione sia errata, e poi ripeterla ancora e ancora. Questa strategia è stata utilizzata con grande successo negli ultimi tre anni, portando a un massiccio passaggio dall’ortodossia basata sui fatti nel settore sanitario a un dogma irrazionale basato sulla fantasia.
    • L’assistenza sanitaria centralizzata e dall’alto verso il basso è molto più attraente per i grandi investitori farmaceutici rispetto all’assistenza incentrata sul paziente. Il principale ostacolo alla commercializzazione e alla monetizzazione della sanità pubblica è stata la verità, e questo ostacolo è stato finalmente superato durante la pandemia di COVID
    • Le grandi bugie raccontate durante la pandemia funzionano perché deviano così tanto dalla verità. Questa rottura con la realtà fattuale rende così difficile metterla in discussione perché quando lo fai, metti in discussione l’intera gerarchia della salute pubblica.

    La pandemia COVID fabbricata è stata la proverbiale gallina d’oro che ha deposto le uova per Pfizer. Le vendite annuali dell’azienda dovrebbero raggiungere i 101,3 miliardi di dollari nel 2022 grazie al vaccino COVID, che non previene l’infezione o la diffusione, e Paxlovid, un antivirus COVID inefficace e pericoloso che provoca un rimbalzo. Sarebbe divertente se non fosse così oltraggioso.

    E le casse di Pfizer sono più o meno garantite per continuare a essere riempite fino all’orlo, poiché il Comitato consultivo per le pratiche di immunizzazione (ACIP) dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) sta ora includendo le vaccinazioni COVID-19 nei programmi di immunizzazione infantile degli Stati Uniti, giovani e adulti.

    Con questa azione, il CDC ha assicurato la continua protezione della responsabilità per Pfizer (e Moderna) in modo che nessuno possa citarli in giudizio per danni per lesioni e decessi derivanti dai vaccini. Inoltre, apre la porta agli Stati per rendere obbligatoria la vaccinazione per i bambini in età scolare, garantendo un flusso costante di reddito.

    Quel flusso di entrate potrebbe persino superare i guadagni passati poiché Pfizer ha aumentato il prezzo del suo vaccino COVID di circa il 400% da $ 30,4 per vaccino a $ 110- $ 130 lo stesso giorno in cui l’ACIP ha annunciato l’inclusione del vaccino votata nel piano di vaccinazione. Questo aumento di prezzo entrerà in vigore una volta scaduto l’attuale programma di acquisto negli Stati Uniti.

    Pfizer a caccia del prossimo blockbuster

    Come riporta Kaiser Health News (KHN), “una fortuna accumulata dalla pandemia di COVID sta ora aprendo la strada al nirvana farmaceutico: una pillola dimagrante che probabilmente vale centinaia di miliardi”. , emicrania, colite ulcerosa, cancro alla prostata e anemia falciforme e sta inghiottendo le aziende farmaceutiche più piccole con portafogli di prodotti promettenti.

    Un farmaco di successo può fruttare miliardi, ma ciò non significa che sia un successo nel senso che sia efficace, come abbiamo visto con Paxlovid e la siringa mRNA COVID. Pfizer aggira questo problema in gran parte attraverso una “straordinaria macchina di marketing”, per citare Timothy Calkins, professore di marketing presso la Kellogg School of Management della Northwestern University.

    Oltre a spendere molto in pubblicità di alto profilo, Pfizer collabora con organizzazioni di ricerca a contratto come ICON, che conducono studi di ricerca medica sia per i produttori di farmaci che per le agenzie federali, dando ai produttori di farmaci un vantaggio nelle approvazioni dei farmaci.

    Pfizer riceve anche molto aiuto gratuito dal governo federale, che nel caso di COVID ha costretto milioni di persone a vaccinarsi sotto la minaccia di perdere il lavoro e ha introdotto regole per garantire che ospedali e farmacie utilizzino solo determinati farmaci COVID-Prescribe, tra cui Paxlovid.

    L’arte delle grandi bugie

    In un articolo del 4 novembre 2022, il medico clinico e di sanità pubblica Dr. David Bell esplora l’arte – e il prezzo – di mentire, osservando che quanto più una bugia è lontana dalla realtà, tanto più è probabile che abbia successo, grazie alle stranezze della natura umana e della normale psicologia:
    In una posizione precedente avevo un capo che mentiva molto. Le bugie erano pura fantasia, ma di proporzioni massicce e raccontate con sincerità. Hanno avuto molto successo. Questo successo si basava sulla riluttanza della maggior parte delle persone a immaginare che qualcuno in una posizione di leadership in un’organizzazione umanitaria ignorasse completamente qualsiasi parvenza di realtà. La gente presumeva che le affermazioni dovessero essere vere, dal momento che fabbricare informazioni su questa scala nelle circostanze sembrava sfidare ogni logica.
    Il principio alla base di “Really Big Lies” è che le bugie sono così lontane dalla realtà che l’ascoltatore presume che la propria percezione debba essere errata piuttosto che accettare le affermazioni della persona che dice le bugie. Solo una persona folle o ridicola farebbe affermazioni così oltraggiose e un’istituzione credibile non assumerebbe una persona del genere. Poiché l’istituzione è ovviamente credibile, anche le affermazioni devono essere credibili, e la precedente percezione della realtà da parte dell’ascoltatore era pertanto errata. Le bugie minori, d’altra parte, possono essere percepite come sufficientemente vicine alla realtà conosciuta per essere dimostrate false. Inventare la verità può essere più efficace che piegarla.

    Credo che questa sia esattamente la strategia perseguita da Big Pharma, funzionari sanitari, funzionari governativi e dal dipartimento di propaganda dello stato profondo negli ultimi tre anni. Le loro affermazioni erano così lontane da ogni parvenza di realtà che chiunque conosca i fatti si sente più che un po’ pazzo.

    Sfortunatamente, mentre la maggior parte delle persone ha una bussola morale ed etica, pochi vi si attengono di fronte agli psicopatici al timone e alla pressione dei pari per conformarsi. Come ha notato Bell, i buoni giocatori di squadra finiscono quasi sempre per sostenere false narrazioni, e coloro che si rifiutano di accettare le sfacciate bugie sono, per la maggior parte, una piccola minoranza.

    Profitto con l’inganno

    Per decenni, l’assistenza sanitaria incentrata sul paziente è stata la norma e i pazienti avevano non solo il diritto, ma anche l’obbligo di partecipare alla pianificazione e all’erogazione delle loro cure. Ciò è stato sancito nella Dichiarazione di Alma Ata del 1978, una dichiarazione adottata dall’Organizzazione mondiale della sanità “come chiave per raggiungere livelli accettabili di salute in tutto il mondo”.

    Tuttavia, come ha notato Bell, l’assistenza sanitaria centralizzata dall’alto verso il basso è molto più attraente per gli investitori di Big Pharma. Il principale ostacolo all’aziendalizzazione e alla monetizzazione della salute pubblica è stata la verità, e quell’ostacolo è stato finalmente (e in modo impressionante) superato durante la pandemia di COVID. Bell spiega:
    Il COVID-19 ha dimostrato che anche questo ostacolo al progresso può essere rimosso attraverso la costante menzogna e la denigrazione di coloro che dicono la verità, aiutati da una campagna di psicologia comportamentale ben gestita. Questa risposta alla pandemia ha fornito un modello non solo per un enorme aumento dei ricavi aziendali, ma anche per posti di lavoro sicuri e maggiori opportunità per l’esercito di burocrati e professionisti della salute per lo più occidentali che riempiono gli uffici, le sale riunioni e i posti di business class delle organizzazioni esecutive. Il COVID-19 ha reso di nuovo socialmente accettabile il colonialismo aziendale.
    In superficie, il COVID-19 sembra essere una malattia scelta male per facilitare il cambiamento fondamentale della società. La morte si verifica principalmente in età avanzata… I casi gravi sono generalmente limitati a coloro la cui aspettativa di vita è già ridotta da malattie metaboliche… Paesi che non hanno adottato misure per limitare e impoverire le loro popolazioni… hanno avuto casi simili di COVID-19 focolai Risultati come quelli che hanno optato per i blocchi e altri segni distintivi del fascismo medico.
    Il numero medio di ricoveri ospedalieri nel Regno Unito e negli Stati Uniti è diminuito durante la pandemia, non quello che il pubblico si aspetta quando un agente patogeno sta provocando il caos. I blocchi hanno devastato l’economia… Anche i vaccini COVID si sono dimostrati di scarso aiuto poiché gli alti tassi di vaccinazione non hanno avuto un impatto apprezzabile sull’infezione e sulla trasmissione…Quindi COVID-19 ha fornito un duro secchio di fatti con cui confrontarsi, ma questa è esattamente la situazione in cui possono funzionare bugie davvero grandi. Questi erano necessari per fuorviare il pubblico e creare una struttura all’interno della quale gli operatori sanitari potessero attuare la politica.
    In gran parte giocando con la paura, prendendo i dati fuori contesto e l’ampia e ininterrotta diffusione della disinformazione, è stato costruito un sistema di credenze completamente nuovo nel settore sanitario, sostituendo l’ortodossia basata sull’evidenza degli anni passati.La realtà è stata sostituita da un dogma così lontano da ogni base fattuale che è più facile seguire la propaganda piuttosto che cimentarsi con la dissonanza che altrimenti sorgerebbe.

    I nuovi dogmi basati sulla fantasia

    Alcune delle nuove convinzioni basate sulla fantasia che gli operatori sanitari, i pazienti, i ricercatori, gli accademici e gli operatori della sanità pubblica devono ora abbracciare includono quanto segue, citato dall’articolo di Bell:

    • Il peso della malattia dovrebbe essere misurato in tassi di mortalità puri, non in metriche come gli anni di vita persi. Ad esempio, un uomo di 85 anni che muore per un virus respiratorio equivale in termini di angoscia e urgenza a un bambino di 5 anni che muore di malaria;
    • I danni a medio e lungo termine causati dalla povertà e dall’accesso limitato all’assistenza sanitaria non dovrebbero essere considerati quando si valuta il valore di un intervento. Un effetto modellato sul patogeno bersaglio è l’unica metrica rilevante;
    • È opportuno disinformare il pubblico sui rischi legati all’età e sul relativo carico di malattia, ed è meglio incitare alla paura per ottenere il rispetto delle linee guida di salute pubblica;
    • La crescita della trasmissione del virus in una comunità segue una curva esponenziale piuttosto che una costante decelerazione (ad esempio la curva di Gompertz) all’aumentare della percentuale di persone guarite (immuni);
    • Un anno di divieto scolastico per gli studenti protegge gli anziani senza impoverire le generazioni;
    • I tessuti e le mascherine chirurgiche impediscono la trasmissione di virus tramite aerosol e qualsiasi meta-analisi di studi randomizzati controllati (che mostrino effetti minimi o nulli) dovrebbe essere ignorata;
    • Si prevede che l’immunità ai virus respiratori sia debole e di breve durata dopo l’infezione, mentre i vaccini contro una singola proteina virale producono un’immunità molto più forte;
    • L’immunità ai virus è meglio misurata dalla concentrazione di anticorpi piuttosto che dalla risposta delle cellule T o dagli esiti clinici;
    • Il consenso informato alla vaccinazione non dovrebbe includere informazioni sui rischi comprovati in quanto ciò potrebbe incoraggiare “l’esitazione vaccinale”;
    • È appropriato somministrare in gravidanza una nuova classe di farmaci basati sui geni che attraversi la placenta senza dati provenienti da studi sulla gravidanza, studi tossicologici o dati sugli esiti a lungo termine (in chiunque);
    • Nonostante la Convenzione sui diritti del fanciullo, che afferma che “in tutti gli interventi che interessano i bambini, l’interesse superiore del bambino deve essere una considerazione preminente”, è opportuno somministrare ai bambini medicinali per i quali non sono disponibili dati sulla sicurezza a lungo termine , per sostituire quelli più anziani per proteggere le persone;
    • Le pandemie stanno diventando più frequenti e mortali, nonostante gli sviluppi storici e i progressi della medicina moderna mostrino l’esatto contrario.

    Rifiutare le false narrazioni ha conseguenze reali

    Come sottolinea giustamente Bell, queste nuove posizioni sulla salute pubblica non sono solo leggermente sbagliate. Sono tutte “o non etiche o vere e proprie sciocchezze in contrasto con la precedente ortodossia sanitaria”. In effetti, la maggior parte di loro sono la classica doppiezza orwelliana ea 180 gradi dalla verità.

    Ma è la netta rottura con la realtà fattuale che rende impossibile sfidarla, perché se lo fai, stai sfidando “l’intera gerarchia attuale della salute pubblica”, afferma Bell.

    Al Dott. Per citare Anthony Fauci, non lo stai attaccando quando metti in discussione il suo irrazionale avanti e indietro, stai mettendo in discussione la scienza stessa. Se sfidi una qualsiasi di queste convinzioni basate sulla fantasia, ora odi la scienza e stai mettendo a repentaglio il tuo impiego e la tua reputazione. Sfortunatamente, questi rischi non sono immaginari.

    La via d’uscita è semplicemente rifiutarsi di mentire o coprire le bugie degli altri… La verità un giorno raggiungerà coloro che non lo fanno… È molto meglio andarsene presto e vivere con dignità.” ~Dr . Davide Bell

    La punizione per aver rifiutato queste false narrazioni è molto reale e molto severa. A molti medici e scienziati, la cui reputazione e i cui contributi alla salute pubblica sono stati irreprensibili per decenni, è stata revocata la licenza e hanno perso il lavoro per aver parlato contro queste finzioni COVID.

    Come va da qui? Come possiamo porre fine alla follia e tornare alla vera salute pubblica?

    Mentre rafforzano le finanze della loro industria, i professionisti della sanità pubblica si degradano e tradiscono la società, scrive Bell.13 “Il tradimento basato su bugie incessanti avrà inevitabilmente delle conseguenze…Un giorno anche i seguaci più accaniti cominceranno a mettere in discussione il senso di mettere una maschera alla porta di un ristorante solo per togliersela dieci passi dopo, o di vaccinare vaste popolazioni contro una malattia a cui sono già immuni, mentre muoiono di altre malattie facilmente prevenibili.
    La via d’uscita è semplicemente rifiutarsi di mentire o coprire le bugie degli altri… La verità un giorno raggiungerà coloro che non lo fanno… Molto meglio uscire presto e vivere con dignità.

    Genio del male: creare il mercato

    Se stai prestando attenzione, avrai senza dubbio notato che molte aziende farmaceutiche, in particolare Pfizer, stanno creando i propri mercati. Pfizer ha rilasciato un vaccino COVID che non protegge dalle infezioni né previene la diffusione, richiedendo più richiami. Il farmaco antivirale COVID Paxlovid provoca un rimbalzo, quindi sono necessarie dosi multiple.

    Ora, si scopre che le iniezioni di COVID sono anche collegate all’aumento dei tassi di infezioni da virus respiratorio sinciziale (RSV) nei bambini e, come un orologio svizzero, Pfizer e Moderna stanno iniziando a lavorare sulle iniezioni di RSV. Il CDC sta anche aiutando raccomandando ulteriori vaccinazioni COVID per i bambini. Non è una truffa?

    L’ICAN (Informed Consent Action Network) sta ora cercando risposte dal CDC sull’aumento fuori stagione dei tassi di RSV,14 che si è misteriosamente verificato sulla scia delle vaccinazioni COVID nei bambini.

    Lo studio di Moderna sul vaccino COVID pediatrico ha mostrato che coloro che hanno ricevuto il vaccino avevano tassi più elevati di RSV rispetto al gruppo placebo. RSV è stato anche uno degli effetti collaterali gravi più importanti nello studio pediatrico di Pfizer. E ora, all’improvviso, stiamo assistendo a picchi di RSV fuori stagione nei bambini. Un incidente? Dovresti dimostrarlo. In un aggiornamento legale, l’ICAN riporta:
    Il problema è così grave che anche il comitato per i vaccini della FDA, VRBPAC, che normalmente incoraggia anche i vaccini più pericolosi, ha notato la connessione e “ha sottolineato l’importanza di una continua sorveglianza sulla sicurezza post-approvazione, in particolare per … alcune infezioni respiratorie (RSV e polmonite) nella fascia di età più giovane…Nonostante la nota importanza della sorveglianza post-approvazione per RSV, nessuno al CDC o alla FDA sembra collegare l’aumento dell’RSV ai vaccini COVID-19 somministrati ai bambini.
    Incredibilmente, il CDC ha appena emesso un avviso sanitario ufficiale sull’aumento dei casi di RSV e virus respiratorio, raccomandando un vaccino antinfluenzale e un vaccino COVID-19 per tutti dai 6 mesi in su!Non sorprende che anche la stampa abbia colto il punto. Mentre ci sono numerosi articoli che descrivono il preoccupante aumento dei bambini malati, nessuno menziona il vaccino COVID-19, nonostante i dati degli studi dei produttori.
    Per andare a fondo della questione, gli avvocati dell’ICAN hanno inviato una lettera al CDC il 26 ottobre 2022, citando i dati degli studi clinici che mostrano un’associazione tra l’aumento dei casi di RSV e la somministrazione del vaccino Proof of COVID-19. Nella lettera, l’ICAN ha richiesto la percentuale di bambini risultati positivi all’RSV e che avevano ricevuto una vaccinazione COVID-19 prima della diagnosi di RSV.

    Studio chiede una rivalutazione delle campagne di vaccinazione

    In questo contesto va visto anche uno studio pubblicato sulla rivista Nature Communications nel novembre 2022, che mette in discussione l’utilità delle attuali campagne di aggiornamento. Secondo gli autori:
    Un aspetto importante dell’efficacia dei vaccini è il loro impatto sulla trasmissibilità dei patogeni, che ha importanti implicazioni per la politica di sanità pubblica. Poiché la carica virale è un fattore importante che influenza l’infettività, il suo surrogato di laboratorio, la soglia del ciclo qRT-PCR (Ct), può essere utilizzato per studiare la componente infettiva dell’efficacia del vaccino…Analizzando i risultati di oltre 460.000 persone, dimostriamo che mentre la recente vaccinazione riduce la carica virale di omicron, i suoi effetti svaniscono rapidamente. Al contrario, l’effetto svanisce molto più lentamente nelle persone COVID-19 rivaccinate.
    Pertanto, mentre il vaccino è efficace nel ridurre la morbilità e la mortalità, il suo effetto relativamente piccolo sulla trasmissibilità omicron (misurata qui da Ct) e il suo rapido decadimento richiedono una rivalutazione delle future campagne di richiamo.

    Dato che la protezione teorica fornita da questi vaccini dura solo 70 giorni (secondo questo studio), i rischi associati ai vaccini ne valgono davvero la pena? Ad oggi, diverse analisi rischio-beneficio hanno concluso che i rischi superano di gran lunga i potenziali benefici.

    Sfortunatamente, sembra che dobbiamo fare affidamento su scienziati al di fuori degli Stati Uniti per svolgere questo tipo di lavoro scientifico, perché tutto ciò che sentiamo dagli istituti di ricerca americani è un’analisi su come ottenere “anti-AC” per raccontare la storia sbagliata credere e arrotolare il tuo maniche.

    Tratto da https://articles.mercola.com/sites/articles/archive/2022/11/22/pfizer-art-of-the-big-lie.aspx

    Previous articleLE DINAMICHE STRATEGICO-MILITARI EMERGENTI DELLA NUOVA GUERRA FREDDA NELL’ASIA-PACIFICO
    Next articleGli Stati Uniti stanno preparando la Polonia, pompandola di armi, per un conflitto con la Russia?
    Alessia C. F. (ALKA)
    Esploro, indago, analizzo, cerco, sempre con passione. Sono autonoma, sono un ronin per libera vocazione perché non voglio avere padroni. Cosa dicono di me? Che sono filo-russa, che sono filo-cinese. Nulla di più sbagliato. Io non mi faccio influenzare. Profilo e riporto cosa accade nel mondo geopolitico. Freiheit ist ein Krieg. Preferisco i piani ortogonali inclinati, mi piace nuotare e analizzare il mondo deep. Ascolto il rumore di fondo del mondo per capire quali nuove direzioni prende la geopolitica, la politica e l'economia. Mi appartengo, odio le etichette perché come mi è stato insegnato tempo fa “ogni etichetta è una gabbia, più etichette sono più gabbie. Ma queste gabbie non solo imprigionano chi le riceve, ma anche chi le mette, in particolare se non sa esattamente distinguere tra l'etichetta e il contenuto. L'etichetta può descrivere il contenuto o ingannare il lettore”. So ascoltare, seguo il mio fiuto e rifletto allo sfinimento finché non vedo tutti gli scenari che si aprono sui vari piani. Non medito in cima alla montagna, mi immergo nella follia degli abissi oscuri dell'umanità. SEMPRE COMUNQUE OVUNQUE ALESSIA C. F. (ALKA)