“….. ci rimane la forte probabilità che il Covid provenga da un laboratorio (e) sia stato progettato come un’arma biologica… La Cina era l’obiettivo (e) l’America sembra la probabile fonte dell’attacco… I sospetti più probabili sarebbero elementi disonesti del nostro establishment di sicurezza nazionale… Il virus e i suoi dispositivi di diffusione potrebbero essere stati ottenuti da Ft. Detrick e gli agenti della CIA… sarebbero stati inviati a Wuhan per rilasciarlo.” Ron Unz, editore di The Unz Review;”

Domanda: Ciò che rende la vostra teoria sulle origini della SARS-CoV-2 così controversa, non è che suggerisce che l’agente patogeno è stato creato in laboratorio, ma che è, in effetti, un’arma biologica che è stata deliberatamente rilasciata da agenti americani che perseguono una guerra segreta contro presunti nemici degli Stati Uniti. Ecco la “citazione” dal vostro articolo intitolato “American Pravda: La fuga del virus di George Orwell”:

“….. ci rimane la forte probabilità che il Covid provenga da un laboratorio insieme a una buona possibilità che sia stato progettato come un’arma biologica, eppure ci mancano serie indicazioni che ci sia stata una fuga dal laboratorio. Quindi, se l’epidemia originale di Wuhan era dovuta al dispiegamento di una potente arma biologica, ma non a una fuga accidentale da un laboratorio, allora sicuramente la Cina era il bersaglio designato, la vittima piuttosto che il colpevole….

Dato il nostro continuo confronto militare e geopolitico con la Cina, l’America sembra la probabile fonte dell’attacco… I sospetti più probabili sarebbero elementi disonesti del nostro establishment di sicurezza nazionale, probabilmente alcuni dei neocon dello Stato Profondo che Trump ha messo vicino al vertice della sua amministrazione.

Questa piccola manciata di complottisti di alto livello avrebbe poi attinto alle risorse dell’apparato di sicurezza nazionale americano per eseguire effettivamente l’operazione. Il virus e i suoi dispositivi di diffusione potrebbero essere stati ottenuti da Ft. Detrick e agenti della CIA o membri delle forze speciali sarebbero stati inviati a Wuhan per rilasciarlo…. In effetti, quello che è successo è stato uno scenario tipo Dottor Stranamore, ma portato nella vita reale”. (“American Pravda: George Orwell’s Virus Lab-Leak”, Ron Unz, The Unz Review)

Quindi, questa è la domanda: Pensi che i recenti sviluppi diano credibilità alla tua teoria esplosiva o credi ora che il Covid-19 sia stato semplicemente “accidentalmente” rilasciato per un errore umano?

Ron Unz – Come tutti sanno, nell’ultimo mese l’intera “narrativa mainstream” dell’epidemia di Covid è stata completamente ribaltata. Solo poche settimane fa, chiunque suggerisse che il virus fosse artificiale veniva denunciato e ridicolizzato come “teorico della cospirazione” e qualsiasi dichiarazione del genere veniva automaticamente bandita da Facebook.

Ma esattamente queste stesse idee proibite sono ora ampiamente accettate e promosse da figure di spicco nei media e negli istituti politici. Il veterano del New York Times che ha guidato la copertura del Covid ha ora ammesso che si era completamente sbagliato, e che il virus probabilmente proveniva da un laboratorio. I tre miliardi di utenti di Facebook possono ora discutere apertamente di questa possibilità.

Il crollo totale di questa bolla di propaganda del “virus naturale” è stato prodotto da un articolo autopubblicato di 11.000 parole del giornalista scientifico di lunga data Nicholas Wade. Eppure la cosa sorprendente è che quasi nessuno dei fatti cruciali che ha citato nel suo articolo era nuovo. Quasi tutte le importanti prove di Wade erano state pubblicamente disponibili per un anno intero, ma sono state semplicemente ignorate dal nostro intero establishment politico e mediatico, in parte perché Trump aveva preso quella posizione e tutti odiavano Trump.

Quindi il virus proviene probabilmente da un laboratorio. Ma la domanda ora diventa “quale laboratorio?” Proprio come i MSM [Ndt: Main Strem Media] avevano promosso la convinzione totalmente infondata che il Covid fosse naturale, i MSM hanno ora iniziato a promuovere la convinzione altrettanto infondata che il Covid sia accidentalmente trapelato dall’Istituto di virologia di Wuhan della Cina. Tuttavia, la prova di una tale fuga dal laboratorio di Wuhan è così sottile da essere quasi invisibile.

È vero che i ricercatori cinesi in quel laboratorio stavano sperimentando con i virus di pipistrello correlati, ma molti ricercatori americani stavano facendo esperimenti molto simili, e per decenni i virus di pipistrello sono stati anche il fulcro dell’enorme programma di guerra biologica dell’America.

Wuhan è una metropoli enormemente estesa di 11 milioni di abitanti, molto più grande di New York City, e il laboratorio di Wuhan si trova a 20 miglia(!) dal mercato all’ingrosso di frutti di mare Huanan, che è stato il primo epicentro dell’epidemia di Wuhan. Una distanza di 20 miglia sembra piuttosto lontana per una fuga accidentale dal laboratorio.

Subito dopo l’epidemia iniziale di Wuhan, il virus ha iniziato a infettare le più alte élite politiche Iraniane, uccidendone un certo numero. Non è poco plausibile che una fuga casuale dal laboratorio di Wuhan possa saltare così rapidamente alla città santa di Qom, dall’altra parte del mondo?

Ci sono molti altri aspetti della tempistica dell’epidemia che sembrano molto incoerenti con una fuga casuale e accidentale dal laboratorio.

Fino a poche settimane fa, i MSM e Facebook hanno censurato chiunque non fosse d’accordo con la teoria del “virus naturale“, anche se le prove di un virus artificiale sono sempre state molto più forti. Ora hanno detto “Oops! Ci siamo sbagliati. Il virus probabilmente proviene da un laboratorio”. Quindi penso che ora avranno un futuro molto più arduo per chiudere qualsiasi dibattito su quale laboratorio.

Una volta che la gente è diventata consapevole dei fatti di base del virus, la convinzione che fosse artificiale e non naturale è rapidamente crollata. E una volta che le persone sono diventate consapevoli dei fatti di base dell’epidemia iniziale di Covid, penso che anche la credenza in una fuga accidentale dal laboratorio comincerà a crollare.

Domanda: Sembra che lei abbia anticipato la mia prossima domanda, ma la farò comunque. In un altro dei suoi articoli, lei dice questo:

“Mentre il coronavirus cominciava gradualmente a diffondersi oltre i confini della Cina, si verificò un altro sviluppo che moltiplicò notevolmente i miei sospetti. La maggior parte di questi primi casi si erano verificati esattamente dove ci si poteva aspettare, tra i paesi dell’Asia orientale confinanti con la Cina. Ma alla fine di febbraio l’Iran era diventato il secondo epicentro dell’epidemia globale. Ancora più sorprendentemente, le sue élite politiche erano state particolarmente colpite, con un 10% dell’intero parlamento Iraniano presto infettato e almeno una dozzina di funzionari e politici morti per la malattia, compresi alcuni che erano piuttosto anziani. Infatti, gli attivisti neocon su Twitter hanno iniziato a notare con gioia che i loro odiati nemici Iraniani stavano cadendo come mosche.

Consideriamo le implicazioni di questi fatti. In tutto il mondo, le uniche élite politiche che hanno subito perdite umane significative sono state quelle Iraniane, e sono morte in una fase molto precoce, prima che focolai significativi si fossero verificati quasi ovunque nel mondo al di fuori della Cina. Così, abbiamo l’America che ha assassinato il comandante militare più importante dell’Iran il 2 gennaio e solo poche settimane dopo gran parte delle élite al potere in Iran sono state infettate da un nuovo virus misterioso e mortale, e molti di loro sono presto morti come conseguenza. Potrebbe qualsiasi individuo razionale considerare questo come una semplice coincidenza?”

La mia domanda è questa: È questa la pistola fumante? In altre parole, questi due “attacchi” ai nemici degli Stati Uniti suggeriscono fortemente il coinvolgimento di Washington?

Ron Unz – Beh, è certamente una coincidenza *estremamente* strana per coloro che sostengono che l’epidemia globale di Covid sia stata causata da un’accidentale e casuale fuga da un laboratorio di un virus a Wuhan, in Cina.

L’Iran è dall’altra parte del mondo rispetto alla Cina, e pochissimi cinesi visitano la città santa di Qom. Quindi è estremamente strano che il virus Covid sia saltato così rapidamente da una fuga dal laboratorio di Wuhan ai vertici politici dell’Iran, che hanno subito la successiva grande epidemia.

Poche settimane dopo, il terzo grande focolaio mondiale è iniziato nel Nord Italia, ma 200.000 cinesi vivono e lavorano in quella regione, e molti erano appena tornati dalle loro vacanze del Nuovo Anno Lunare in Cina. La popolazione cinese a Qom è assolutamente trascurabile in confronto. L’epidemia italiana ha perfettamente senso logico, mentre quella di Qom no.

Niente di tutto ciò costituisce una prova, ma solleva enormi dubbi sulla probabilità dell’ipotesi della fuga casuale dal laboratorio. Al contrario, il rilascio deliberato di un’arma biologica virale sembra una spiegazione molto più plausibile per entrambe queste epidemie.

L’America ha il programma di guerra biologica più grande e completo del mondo, e i due principali avversari internazionali dell’America – la Cina e l’Iran – sono stati colpiti quasi contemporaneamente da un virus misterioso e mortale. I sospetti sembrano puntare in una direzione piuttosto ovvia.

Se la famiglia del clan criminale Colombo di New York è bloccata in un’aspra faida con i Genovesi, e due capi di quest’ultima vengono trovati colpiti a morte nel giro di 24 ore, forse entrambi hanno improvvisamente deciso di suicidarsi. Ma gli osservatori più ragionevoli tendono a considerare anche altre possibilità.

Domanda: Poco dopo aver pubblicato il suo pezzo esplosivo che suggerisce che gli agenti dell’intelligence americana potrebbero essere stati coinvolti nel rilascio del Covid-19 tra il popolo cinese e iraniano, il suo sito web è stato affossato da Google ed è stato bannato su Facebook. Potrebbe spiegare brevemente cosa è successo e dirci anche se pensa che la sua presunta offesa sia stata:

1- Suggerire che la SARS-CoV-2 sia stata creata in un laboratorio?

2- Oppure, suggerire che Washington potrebbe aver usato la SARS-CoV-2 come un’arma biologica diretta ai suoi rivali geopolitici?

Secondo me, alle élite al potere non importa se la gente pensa che il Covid sia stato creato dall’uomo. Ciò che li preoccupa è che la gente pensi che sia stato rilasciato intenzionalmente. Questo è il pensiero che non vogliono che pensiamo.

Ron Unz – Ovviamente, tutto questo è interamente speculativo. Ma per sei anni il nostro sito ha pubblicato una grande varietà di articoli estremamente controversi su tutti i tipi di argomenti diversi, e non abbiamo mai avuto problemi né con Facebook né con Google.

Poi, alla fine di aprile 2020, ho pubblicato il mio primo lungo articolo che esponeva le prove sostanziali che l’epidemia globale di Covid potrebbe essere stata dovuta a un attacco di guerra biologica americana contro la Cina (e l’Iran), e quell’articolo ha ottenuto un traffico iniziale molto forte, con più “mi piace” su Facebook nei primi giorni di qualsiasi cosa avessi pubblicato in precedenza.

Ma circa dieci giorni dopo la sua pubblicazione, il nostro sito web è stato improvvisamente bandito da Facebook. Pochi giorni dopo, il nostro intero sito è stato declassificato da Google, in modo che tutte le nostre pagine web apparissero vicino al fondo delle ricerche di Google e quasi nessuno le vedesse. Il tempismo coincidente di queste azioni sembra molto sospetto.

A quel punto, penso che fossimo uno dei siti web più popolari ad essere mai stati banditi da Facebook. Per esempio, il nostro traffico superava di gran lunga quello del venerabile New Republic, una pubblicazione centenaria che aveva trascorso decenni come la rivista d’opinione più influente d’America. Anche se Facebook ha pubblicato un rapporto ufficiale che spiega i divieti di quel mese, il nostro nome è stato a malapena menzionato, con quasi tutte le pagine di discussione dedicate a oscuri siti web stranieri in Georgia, Mauritania o Myanmar, o quelli situati nei principali avversari geopolitici dell’America come la Russia o l’Iran. Il rapporto spiegava le ragioni del divieto di VDARE, “un sito web noto per la pubblicazione di contenuti anti-immigrazione” e poi ha vietato il nostro sito web per essere “simile“.

Questa spiegazione sembrava molto strana. Ripubblichiamo regolarmente gli articoli di VDARE, ma dall’inizio del 2020, questi ammontavano solo a 41 dei nostri 1.751 articoli e post totali, che rappresentano solo lo 0,2% del nostro contenuto, e pochi di questi pezzi di VDARE avevano a che fare con l’immigrazione. Nel frattempo, Google non ha fornito alcuna spiegazione per la nostra improvvisa eliminazione dai risultati di ricerca.

Sembra probabile che le improvvise epurazioni da parte di Facebook e Google fossero dovute alla nostra copertura molto estesa del Covid nei due mesi precedenti, culminata nel mio articolo principale. Tra i siti web in lingua inglese, la stragrande maggioranza dei media mainstream aveva riferito che il virus era ovviamente naturale e denunciato chiunque suggerisse che provenisse da un laboratorio come “pazzo teorico della cospirazione“.

Nel frattempo, un gran numero di siti web di destra, anti-Cina o pro-Trump hanno regolarmente affermato che l’epidemia di Covid era dovuta a una falla nel laboratorio di Wuhan, e talvolta hanno suggerito che il virus fosse un’arma biologica cinese. Penso che siamo stati quasi i soli a concentrarci sull’enorme e ben documentato programma di guerra biologica dell’America, a volte pubblicando articoli importanti che erano stati respinti altrove, e puntando il sospetto in quella direzione.

Poiché siamo stati banditi da Facebook e Google, quello che sarebbe dovuto diventare un dibattito su tre possibilità di origine Covid – un virus naturale, un virus cinese o un virus americano – è diventato un dibattito lungo un anno solo tra i primi due.

Dato l’enorme impatto negativo che l’epidemia di Covid ha avuto sull’America e il resto del mondo, è facile capire perché la nostra leadership politica sarebbe estremamente preoccupata se la gente ha semplicemente iniziato a considerare anche la possibilità che il virus può essere stato prodotto da un laboratorio del governo americano, per non parlare di “deliberatamente rilasciato”. E convincere Facebook e Google a bloccare tali teorie avrebbe perfettamente senso.

Domanda: C’è una parte della tua teoria con cui ho un problema. Tu dici: “Questo potrebbe essere vero, ma perché esclude la possibilità che gli scienziati cinesi possano aver lavorato segretamente con le loro controparti statunitensi (Baric, Fauci?) o che la leadership cinese stia cooperando con élite straniere e agenzie di intelligence per aiutarle ad attuare politiche autoritarie nei loro paesi? È troppo inverosimile per te anche solo considerarlo?

Ron Unz– Beh, tutto è possibile, ma semplicemente non ci sono prove di tutto questo.

Data l’estrema ostilità recente tra i governi americano e cinese, penso che sia molto improbabile che qualche alto funzionario dei due paesi stia segretamente cooperando dietro le quinte per rilasciare il virus Covid.

Dato che l’amministrazione Trump ha trascorso gran parte della primavera sostenendo che i cinesi avevano “coperto” l’epidemia, grandi squadre di giornalisti investigativi dei nostri migliori media hanno dedicato molte settimane per risalire ai fatti. Sulla base di tutte le prove disponibili, il governo cinese ha scoperto l’esistenza di questo misterioso, insospettabile nuovo virus solo verso la fine di dicembre, e quasi immediatamente ha informato l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Una volta che i cinesi hanno capito che il Covid era altamente contagioso e si stava diffondendo a Wuhan, hanno reagito molto rapidamente. Alcuni funzionari locali hanno cercato di ignorare o minimizzare il problema, il che è costato loro circa una settimana di ritardo, ma una volta che il governo nazionale ha scoperto il pericolo, ha rapidamente ordinato massicce misure di salute pubblica, chiudendo l’intera città di 11 milioni di abitanti e ben presto espandendo le chiusure alla regione e poi all’intero paese, confinando 700 milioni di cinesi nelle loro case per diverse settimane. Questo permise loro di debellare completamente il virus, e in pochi mesi il paese era quasi tornato alla normalità.

Nel frattempo, il governo americano ha per lo più ignorato l’intero potenziale problema e la possibilità che il virus tornasse negli Stati Uniti. Il nostro CDC ha fatto un pasticcio con la produzione di kit test, quindi per molte settimane non abbiamo avuto modo di sapere se il virus stesse iniziando a diffondersi qui. Trump e i suoi sostenitori si sono impegnati in un wishful thinking, sostenendo che il virus non era pericoloso e che poteva sparire “come per magia“. Il governo americano ha iniziato a prendere sul serio il problema solo dopo l’orribile epidemia nel Nord Italia.

Dal momento che il governo americano stava duramente denunciando la Cina durante tutto questo periodo e reagendo in modo così diverso all’epidemia di Covid, penso che sia molto improbabile che i leader americani e cinesi avessero pianificato l’epidemia di Covid insieme o stessero segretamente cooperando in qualche modo.

D’altra parte, è certamente vero che per molti anni gli scienziati cinesi e quelli americani hanno lavorato insieme sulla ricerca virale, e hanno pubblicato congiuntamente articoli. Ma questo è vero per gli scienziati di tutto il mondo, e fino agli ultimi anni, la Cina e l’America erano generalmente in buoni rapporti. Non penso che sia particolarmente sorprendente che il NIH americano abbia fornito alcuni finanziamenti alla ricerca virale del laboratorio di Wuhan, e fino all’epidemia di Covid, nessuno se ne sarebbe preoccupato. Per quanto ne so, l’America fornisce sovvenzioni di ricerca agli scienziati di tutto il mondo, e altri paesi, compresa la Cina, fanno la stessa cosa con la ricerca americana.

E nonostante tutto il clamore dei media, non ho nemmeno visto nulla di particolarmente sorprendente in quelle email di Fauci che sono state recentemente rilasciate. Il sostegno finanziario americano alla ricerca sui virus del laboratorio di Wuhan non era mai stato un segreto, e ho letto di questo per più di un anno. Tuttavia, una volta che Trump e Pompeo hanno iniziato a sostenere che la devastante epidemia di Covid era stata causata da una falla nel laboratorio di Wuhan, la situazione ovviamente è cambiata. Se fossero corretti, allora tutti in America anche solo in qualche modo associati al laboratorio di Wuhan potrebbero condividere parte della gigantesca colpa, incluso Fauci. Quindi non è sorprendente che Fauci e tutti gli altri abbiano iniziato a nascondere la loro connessione e anche a usare la loro influenza per cercare di persuadere (disonestamente) i media che il virus era naturale, proteggendo così il laboratorio di Wuhan e anche loro stessi.

Questo ha funzionato per circa un anno, e nessuno ha prestato attenzione alla questione. Ma ora che i media hanno capito che il virus è artificiale, il laboratorio di Wuhan è diventato il primo sospettato, rimettendo Fauci e gli altri al centro dell’attenzione. Fauci sembra un burocrate federale disonesto, ma tutto il nostro governo è pieno di gente così, e l’attenzione su Fauci sembra ridicola. Penso che sia abbastanza improbabile che il Covid sia stato prodotto a Wuhan o sia trapelato, quindi la disonestà di Fauci era totalmente irrilevante.

Infine, mentre è lontanamente possibile che le agenzie di intelligence americane avessero alcune spie a Wuhan o anche il laboratorio di Wuhan, non sembra esserci alcuna prova di questo. Infatti, l’unica informazione segreta che presumibilmente abbiamo ricevuto sugli eventi di Wuhan proviene da una fonte di un paese terzo, il che dimostra la nostra totale mancanza di informazioni e agenti. Se abbiamo rilasciato l’arma biologica Covid a Wuhan, è piuttosto improbabile che siamo stati in grado di reclutare agenti locali cinesi per eseguire l’operazione.

Per circa un anno, la maggior parte degli esperti aveva convenuto che l’epidemia di Covid a Wuhan era probabilmente iniziata a fine ottobre o inizio novembre del 2019. Per una notevole coincidenza, c’erano 300 militari americani in visita a Wuhan per i Giochi militari mondiali, che si sono conclusi a fine ottobre. Quella visita avrebbe fornito una copertura perfetta per l’America per infilare un paio di operativi nel gruppo, e fargli rilasciare il virus in città. Con migliaia di personale militare straniero che viaggiava e faceva visite turistiche, qualsiasi rischio di rilevamento sarebbe stato minimo. Questo sembra molto più plausibile del rischio di trovare e usare agenti cinesi locali.

Cosa penserebbero gli americani se 300 ufficiali militari cinesi facessero una lunga visita a Chicago, e subito dopo scoppiasse improvvisamente in quella città una misteriosa e mortale epidemia virale?

Domanda: Molte persone che leggeranno questa intervista penseranno: “Gli Stati Uniti non sono capaci di un crimine come questo“. Ma, nel corso degli anni, i laboratori finanziati dagli Stati Uniti hanno creato, modificato e immagazzinato ogni sorta di agenti tossici tra cui “sei armi biologiche prodotte in massa e pronte per la battaglia“, vale a dire, antrace, tularemia, brucellosi, febbre Q, VEE, botulismo e Dio sa cos’altro. Gli Stati Uniti hanno anche autorizzato programmi di ricerca umana molto controversi che hanno coinvolto persone e gruppi che non sono mai stati informati di essere usati come cavie in un esperimento di laboratorio del governo. Come disse Jeanne Guillemin più di tre decenni fa:

“L’intera eredità sperimentale è sconcertante, dalle centinaia di scimmie morte a Fort Detrick a … i volontari vaccinati nel Progetto Whitecoat, legati alle sedie in mezzo a gabbie di animali alla luce del sole dello Utah mentre aerosol di febbre Q venivano soffiati su di loro. Più agghiaccianti sono i finti scenari giocati nelle aree urbane: lampadine riempite con agenti BW simulati che vengono lanciati nelle metropolitane di New York, uomini all’aeroporto nazionale di Washington che spruzzano pseudo-BW da valigette, e test simili in California e Texas e sulle Florida Keys”.

Le armi biologiche statunitensi sono state presumibilmente usate in Corea, Vietnam e Cuba, anche se le prove non sono definitive. La storia di queste armi aumenta la probabilità che elementi disonesti nello stato di sicurezza nazionale possano usarle se pensano che ci sia qualche vantaggio nel farlo.

Quindi cosa dice a quelle persone che pensano che gli Stati Uniti non userebbero mai un’arma biologica, come la SARS-CoV-2, contro un nemico?

Ron Unz – Certo, molti americani potrebbero considerare “impensabile” che il loro paese possa aver usato un’arma biologica contro la Cina. Ma è ampiamente riconosciuto che per decenni l’America ha avuto il principale programma di guerra biologica del mondo, e infatti durante gli anni ’50, ha ricevuto risorse governative paragonabili agli investimenti di sviluppo di armi nucleari.

Sembra che ci siano molte prove che queste armi biologiche americane siano state usate durante la guerra di Corea, anche se le affermazioni sono state contestate e comunque si sono rivelate piuttosto inefficaci rispetto alle armi convenzionali. Ci sono anche affermazioni che le armi biologiche sono state usate contro Cuba e forse contro il Vietnam.

In ogni caso, la nostra capacità di guerra biologica certamente esiste, con la struttura di Ft. Detrick che è il nostro laboratorio principale. La risposta disattenta di Trump, una volta che il Covid ha iniziato a trapelare negli Stati Uniti, difficilmente suggerisce che inizialmente si sia reso conto che potrebbe essere un’arma biologica pericolosa, quindi sembra essere stato completamente ignorante dei fatti. Pertanto, l’attacco contro la Cina (e l’Iran) sarebbe stata un’operazione canaglia, probabilmente condotta da elementi dell’apparato di sicurezza nazionale associati ai neocon dello Stato profondo ai vertici della sua amministrazione.

Se qualcuno sufficientemente anziano fosse stato dietro il complotto, penso che sarebbe stato facile per i cospiratori attingere alle risorse militari dell’America per portare a termine l’operazione, con tutti quei partecipanti di basso livello che credevano di essere parte di un attacco pienamente autorizzato contro i principali avversari geopolitici dell’America, proprio come il nostro governo poco dopo ha assassinato il massimo comandante militare dell’Iran. Probabilmente qualcuno come il segretario di Stato (ed ex direttore della CIA) Mike Pompeo o il consigliere per la sicurezza nazionale John Bolton sarebbe stato in grado di orchestrare l’attacco.

Tali individui avevano i mezzi, il movente e l’opportunità, quindi sembra assurdo che i media ignorino così totalmente questa possibilità.

Ecco qualcosa da considerare. I peggiori attacchi di guerra biologica nella storia americana si sono verificati subito dopo l’11 settembre, con l’invio di antrace a importanti figure politiche e dei media che hanno spinto il Congresso ad approvare il Patriot Act. L’attentatore dell’antrace tentò di implicare i terroristi islamici nei suoi attacchi, ma l’FBI determinò presto che l’antrace proveniva dalla nostra struttura di Ft. Detrick, e alla fine dichiarò che un ricercatore governativo di bioguerra di nome Bruce Ivins era responsabile e chiuse il caso, subito dopo il suo presunto suicidio. Si può discutere se Ivins fosse effettivamente colpevole o meno, ma l’attacco è stato quasi certamente condotto da elementi disonesti del nostro apparato di sicurezza nazionale. Quindi non sembra impossibile che l’epidemia di Covid abbia avuto origini in qualche modo simili.

Come un’operazione canaglia, gli attacchi di Covid potrebbero essere stati organizzati da una manciata molto piccola di individui, con praticamente nessuna delle esaustive pianificazioni burocratiche che normalmente avrebbero avuto luogo. In tali circostanze, i cospiratori avrebbero potuto minimizzare casualmente il possibile rischio che la malattia si diffondesse in America o nei nostri alleati della NATO, provocando il disastro che alla fine si è verificato. Dopo tutto, le precedenti epidemie di coronavirus SARS e MERS avevano lasciato quasi totalmente indenni sia l’America che l’Europa.

C’è un indizio particolarmente significativo che è stato quasi interamente ignorato sia dai media tradizionali che da quelli alternativi. La maggior parte degli esperti ritiene che l’epidemia di Covid a Wuhan sia iniziata probabilmente alla fine di ottobre o all’inizio di novembre, ma poiché le infezioni hanno impiegato del tempo per diffondersi e il virus era inizialmente non rilevabile, nessuno nel governo cinese era consapevole dell’epidemia fino alla fine di dicembre. Tuttavia, diverse fonti governative americane hanno poi rivelato a ABC News che già nel novembre 2019 la nostra Defense Intelligence Agency aveva distribuito un rapporto segreto ai funzionari governativi avvertendo che a Wuhan era in corso un’epidemia “cataclismica”. Il Pentagono ha successivamente negato la storia, ma la TV israeliana ha confermato in modo indipendente che il rapporto esisteva davvero ed era stato distribuito ai nostri alleati della NATO e a Israele. Il rapporto segreto della DIA è stato preparato nella “seconda settimana di novembre“, in un momento in cui probabilmente solo un paio di dozzine di persone cominciavano a sentirsi un po’ male a Wuhan, una città di 11 milioni, e più di un mese prima che qualcuno nel governo cinese scoprisse l’epidemia. Questi fatti sembrano quasi impossibili da spiegare se il virus è stato naturale o è stato accidentalmente fuoriuscito dal laboratorio di Wuhan.

Penso che la combinazione di tutte queste prove, insieme a materiale aggiuntivo, supporti fortemente l’ipotesi che l’epidemia di Covid sia derivata da un attacco di guerra biologica americano contro la Cina (e l’Iran), probabilmente un’operazione canaglia orchestrata dai neocon dello Stato profondo nell’amministrazione Trump.

Che altri siano d’accordo o meno con me, sembra assurdo e ridicolo che questa possibilità molto seria sia così completamente esclusa da quasi tutti i media mainstream e alternativi. Sospetto che la ragione di questo silenzio totale sia che le prove a sostegno di questa teoria sono sufficientemente convincenti che la semplice presentazione di esse convincerebbe rapidamente gran parte del pubblico occidentale che un attacco di guerra biologica è lo scenario più probabile. Pertanto, la reazione è stata un oscuramento totale di questi fatti, che sono rimasti innominabili.

I neocon di Biden hanno ora sostituito i neocon di Trump alla guida del nostro governo, ma molto poco è cambiato nella nostra politica estera pericolosamente anti-Cina. E con i media mainstream completamente nel campo di Biden, i loro attacchi contro la Cina su ogni sorta di basi dubbie si sono intensificati. Infatti, l’enorme effusione dell’attuale sostegno dei media per l’ipotesi della fuga di notizie dal laboratorio di Wuhan – che sostiene che il Covid è stato sviluppato segretamente dai cinesi, forse come arma biologica – è diventata possibile solo dopo che il loro odiato nemico Trump ha lasciato l’incarico.

L’America ha il più grande programma di guerra biologica del mondo, l’amministrazione Trump si è concentrata sulla Cina come la nostra più grande minaccia geopolitica, e i neocon del Deep State che Trump ha assunto erano notoriamente individui avventati. Non ci vorrebbe una grande quantità di pensiero per i media per collegare questi punti e iniziare almeno a considerare l’ovvia possibilità che suggeriscono.

Mike Whitney and Ron Unz

https://www.unz.com/mwhitney/the-covid-bioweapon-made-in-the-usa-aimed-at-china/

Link ad un eBook liberamente scaricabile, contenente i miei quattro articoli principali sull’argomento: https://www.unz.com/ebook/covid-catastrophe-ebook/

Scelto e curato da Jean Gabin