La crisi dei semiconduttori in corso sta iniziando a costringere l’industria automobilistica a togliere alcune caratteristiche di alta tecnologia dai veicoli. Case automobilistiche come Nissan stanno lasciando i sistemi di navigazione fuori da “migliaia di veicoli” che normalmente li avrebbero a causa della carenza, secondo un nuovo rapporto di Bloomberg. Il Ram di Dodge non offre più i suoi pick-up 1500 con uno specchio retrovisore “intelligente”. Allo stesso modo, Renault ha smesso di offrire uno schermo digitale sovradimensionato dietro il volante del suo SUV Arkana. Peugeot sta tornando ai tachimetri analogici per le sue berline 308 e General Motors ha detto che stava costruendo i pickup Silverado senza un modulo di risparmio di carburante che avrebbe bisogno di chip. Una portavoce di Stellantis ha detto a Bloomberg: “Data la natura fluida di questo problema complesso, i dipendenti Stellantis in tutta l’azienda stanno trovando soluzioni creative ogni giorno per ridurre al minimo l’impatto sui nostri veicoli in modo da poter costruire i prodotti più richiesti”.

Gli analisti sembrano essere d’accordo sul fatto che la carenza non si placherà presto. Stacy Rasgon, che si occupa dell’industria dei semiconduttori per Sanford C. Bernstein, ha detto a Bloomberg: “Questo probabilmente peggiorerà prima di migliorare. Ci vuole molto tempo per portare questa capacità online”. “Milioni” di vendite di veicoli saranno perse quest’anno a causa della perturbazione, nota il rapporto. Il passaggio ai veicoli elettrici ha anche contribuito a mantenere alta la domanda di chip, ha detto l’amministratore delegato di NXP Semiconductor NV Kurt Sievers. NXP sta pianificando di spedire il 20% in più di chip auto in base al fatturato del primo semestre del 2021 (rispetto al 2019) – nonostante il fatto che la produzione di auto sia scesa di circa il 10% nello stesso periodo.

Proprio ieri abbiamo segnalato “migliaia” di camion Ford fermi in Kentucky, in attesa di semiconduttori per il completamento dell’assemblaggio. Ricordiamo che giorni fa, abbiamo notato che Stellantis ha detto che non è prevista la fine della carenza e che l’azienda stava apportando modifiche alla sua linea, compreso il cambiamento del cruscotto della Peugeot 308, per cercare di adattarsi alla crisi. Il CEO di Intel, parlando alla trasmissione 60 Minutes la scorsa domenica sera, ha detto: “occorreranno un paio d’anni prima di recuperare il gap in ogni aspetto del business”. Giorni prima, abbiamo scritto che Morgan Stanley aveva anche suggerito che la carenza potrebbe continuare “fino al 2022”.

Due settimane fa, Ford è stato l’ultimo produttore di auto a ridurre le sue aspettative per la produzione dell’intero anno a causa della carenza. Prima del rapporto di Ford, abbiamo scritto su come la carenza di chip stava diventando una profezia che si autoavvera, a causa di una carenza di attrezzature per la produzione di chip. Nei giorni precedenti a quel rapporto, abbiamo scritto che Taiwan Semiconductor stava anche avvertendo che la carenza globale di chip potrebbe estendersi al prossimo anno.

Alessia C. F. (ALKA) dalla Redazione di OZ. Link originale articolo https://www.zerohedge.com/markets/automakers-cutting-out-high-tech-components-vehicles-amidst-unprecedented-semi-shortage