Che Bill Gates e Warren Buffet abbiano un debole per l’ingegneria genetica e i vaccini è cosa nota, infatti hanno investito i loro soldi proprio in questi settori. Nel 1970 4/5 del budget dell’OMS provenivano da quote fisse dagli Stati federali, ora la Bill and Melinda Gates Foundation è la più grande donatrice da circa 10 anni https://netzfrauen.org/2018/12/19/who/?fbclid=IwAR2ffVXL309CroZpOJXSNCeM9uu20AE9VuB5GwHSd_31DV4fy0lVma3BGsU

Con la comparsa del virus A/H1N1 (influenza suina) l’OMS ha gradualmente aumentato il livello di allarme epidemia, i governi hanno quindi ordinano vaccini e farmaci antinfluenzali. Molte le critiche mosse contro l’OMS, alcuni sospettano che ci sia una stretta interazione tra l’OMS e l’industria farmaceutica https://www.pravda-tv.com/2019/09/klima-und-bevoelkerungsreduktion-luisa-neubauer-ist-als-one-botschafterin-aushaengeschild-der-mega-konzerne-und-eliten/
Altri miliardari hanno aderito a finanziare progetti simili all’OMS, tra questi ci sono David Rockefeller e Ted Turner. Ma tra l’essere caritatevoli e controllare “certi programmi” il passo è breve.
Personalmente in questo articolo non scriverò mai che certe persone desiderano attuare una drastica riduzione della popolazione, anche se ho trovato spunti inquietanti, ma per mia natura non sono complottista. Sicuramente alcuni accademici e tanti media spesso raccontano che un certo tipo di élite è ossessionata dall’eugenetica, dal controllo della popolazione e che desiderano ridurre la popolazione globale. Del resto qualcuno ha eretto la Stonehenge americana.
Come riportato dal London Times nel 2009 (http://www.timesonline.co.uk/tol/news/world/us_and_americas/article6350303.ece), a New York all’inizio di maggio si incontrarono David Rockefeller, Ted Turner e Bill Gates e parlarono apertamente di come rallentare la crescita della popolazione mondiale, a quanto pare da molti anni questi benevoli filantropi si occupano di sfoltimento, del resto il Giardinaggio è pur sempre cosa seria. Tutto complotto? Non so cosa pensare, ma questi filantropi certe idee le hanno sviluppate sin dalla più tenerà età visto che il padre di Gates è stato un membro del consiglio direttivo di Planned Parenthood e senior eugenicist.

Così mi capita di pensare alle tante persone che credono nel darwinismo sociale, nessuno desidera migliorare la salute nel terzo mondo+stabilizzarli, in molti hanno recentemente sviluppato uno sfrenato impulso malthusiano di eliminare i poveri e coloro che sono considerati di etnia inferiore. Ma questa non è la sede e non è l’articolo in cui voglio trattare questo argomento, in questo momento non mi interessa accendere questo flame. Capito bene?

Ormai da anni si parla di “controllo della popolazione”, basta ricordare il National Security Study Memorandum 200 (NSSM 200) – April 1974 http://www.population-security.org/28-APP2.html , un documento di strategia geopolitica rivolto a 13 paesi dove si voleva creare una massiccia riduzione della popolazione attraverso la scarsità di cibo indotta artificialmente, la sterilizzazione (o aborto) e la guerra. I paesi in questione erano: 1India 2Bangladesh 3Pakistan 4Niger 5 Messico 6Indonesia 7Brasile 8Filippine 9Thailandia 10Egitto 11Turchia 12Etiopia 13Colombia. Lo studio sottolineava che l’introduzione di disordini della popolazione avrebbe rallentato la crescita della popolazione. Beh direi che hanno fallito miseramente!

All’epoca la “pianificazione” prevedeva aborto, meno cibo per i paesi meno sviluppati che non riducevano attivamente le loro popolazioni, di fatto la fame all’epoca era un’arma semplicemente accettata. Quindi il cibo diventava “uno strumento di potere nazionale”. Si sussurra che il programma doveva essere attuato dal Fondo delle Nazioni Unite. Se desiderate altri dettagli sul memorandum li trovate qua http://www.theinterim.com/?s=National+Security+Memorandum&x=24&y=15 (vi ho già impostato la ricerca).

Ora tra vaccini e malattie spunta il nuovo corona virus. La pianificazione non passa più per la fame e passa alla malattia? AAAZZZ, No non posso scriverlo, passo per complottista!

Però questa è la tangibile disperazione

20 milioni di persone in Cina sono in quarantena e le autorità cinesi danno l’impressione di controllare tutto con serenità. A Wuhan vogliono costruire un ospedale in 10 giorni? Ma che minkia hanno previsto?
Allora partiamo al giorno zero: il pipistrello infetta il serpente, i cinesi mangano di tutto e sembra che il virus corona infetto sia transitato al mercato alimentare illegale nella città di Wuhan.

Bovero mercato illegale, nasce vicino a un laboratorio di biosicurezza (di livello 4) che esamina i “patogeni più pericolosi al mondo” e questo si trova a Wuhan dove nasce l’epicentro dell’epidemia di corona virus. Già nel 2017 la rivista Nature parlava del Medical Research Institute dell’Università di Wuhan, dove si trova il laboratorio.

A volte un patogeno può scappare, che volete che sia? Eh sì perché tali laboratori hanno avuto diversi incidenti: Richard Ebright (biologo molecolare della Rutgers University di Piscataway) https://www.lescienze.it/news/2017/02/25/news/laboratorio_cinese_patogeni_pericolosi-3435336/ affermò che il virus SARS sfuggì più volte dalle strutture di contenimento di alto livello di Pechino.

Kanatjan Alibekow, ex direttore di programmi sovietici di armi biologiche, affermò che la Cina subì un grave incidente in una delle sue strutture di armi biologiche alla fine degli anni ’80: i satelliti da ricognizione sovietici identificarono un laboratorio e una struttura per armi biologiche vicino a un sito di test per testate nucleari. I sovietici sospettarono che due diverse epidemie di febbre emorragica (che imperversavano nella regione alla fine degli anni ’80) furono causate da un incidente di laboratorio.

La biotecnologia è una “leadership strategica” della difesa nazionale, è una nuova area di guerra dove si dimostra la possibilità che possano essere utilizzati “attacchi etnici-genetici specifici”. Del resto l’edizione 2017 di Science of Military Strategy del National Defense University del PLA lo trovate qua a vostra disposizione https://www.cnas.org/publications/commentary/weaponizing-biotech-how-chinas-military-is-preparing-for-a-new-domain-of-warfare ++++ https://www.defenseone.com/ideas/2019/08/chinas-military-pursuing-biotech/159167/?oref=DefenseOneTCO ++++ http://recentr.com/2020/01/24/indische-studie-das-sind-chinas-biowaffen-kapazitaeten/

Alessia C. F.