Gates continua ad acquistare enormi quantità di terreni agricoli, mentre il “Great Reset” dice che il futuro degli americani è quello di non avere una proprietà privata. Il feudalesimo fa un ritorno ruggente in nome del progresso.

Mentre agli americani viene detto – dai tecnocrati del “Great Reset” – che il futuro è un futuro senza proprietà privata, Bill Gates e altri miliardari hanno acquistato enormi quantità di terreni agricoli.

Infatti, secondo un rapporto di Forbes, Gates è ora il più grande proprietario di terreni agricoli in America.

“Dopo anni di segnalazioni di acquisto di terreni agricoli in luoghi come la Florida e Washington, The Land Report https://landreport.com/2021/01/bill-gates-americas-top-farmland-owner/ ha rivelato che Gates, che secondo Forbes ha un valore netto di quasi 121 miliardi di dollari, ha costruito un enorme portafoglio di terreni agricoli che si estende su 18 stati”.

“Le sue più grandi proprietà si trovano in Louisiana (69.071 acri), Arkansas (47.927 acri) e Nebraska (20.588 acri). Inoltre, ha una partecipazione in 25.750 acri di terreno sul lato ovest di Phoenix, Arizona, che si sta sviluppando come nuovo sobborgo”.

Gates possiede ora 242.000 acri di terreno agricolo in tutti gli Stati Uniti, per lo più “attraverso entità terze di Cascade Investments, il veicolo di investimento personale di Gates”.

Secondo Forbes https://www.forbes.com/sites/arielshapiro/2021/01/14/americas-biggest-owner-of-farmland-is-now-bill-gates-bezos-turner/?sh=1cbe08d16096, non si sa cosa stia facendo Gates con il terreno e Cascade Investments si è rifiutata di commentare la questione.

In termini di singoli proprietari terrieri, Gates è ancora molto indietro rispetto al magnate dei media John C. Malone, che è al primo posto con 2,2 milioni di acri di ranch e foreste e il fondatore della CNN Ted Turner, che possiede 2 milioni di acri di terreno del ranch.

Anche Jeff Bezos di Amazon sta “investendo in terreni su larga scala”, secondo il rapporto.

Quali miliardari filantropi e tecnocrati stanno acquistando terreni ad una velocità sempre maggiore, sembrano dire al grande pubblico che in futuro la proprietà privata praticamente cesserà di esistere.

Nei suoi libri, il fondatore del World Economic Forum e globalista Klaus Schwab chiarisce che la “Quarta Rivoluzione Industriale” o “Il Grande Reset” porterà all’abolizione della proprietà privata.

Questo messaggio trova eco sul sito ufficiale del WEF, che recita: “Benvenuti nell’anno 2030”. Benvenuti nella mia città – o dovrei dire, “la nostra città”. Non possiedo nulla. Non possiedo un’auto. Non possiedo una casa. Non possiedo né elettrodomestici né vestiti”.

A quanto pare, non vi sarà permesso di possedere alcuna proprietà privata e l’unica risorsa che avrete sarà quella di vivere in uno stato di dipendenza permanente da un piccolo numero di ricchi elitisti che possiedono tutto.

Questo si chiamava feudalesimo, che è una forma di schiavitù. https://summit.news/2021/01/15/bill-gates-buying-up-huge-amount-of-farmland-while-great-reset-tells-americans-future-is-no-private-property/ (articolo scelto da Alessia)