Se si parla con altri del termine “Nuovo Ordine Mondiale” (NWO), la gente tende a guardarti come se avessi perso la ragione. Questo è comprensibile perché il suggerimento è che un cartello nascosto dei cosiddetti globalisti d’élite (più precisamente descritti come la classe parassita) controlli l’economia mondiale e la sua agenda politica va oltre l’immaginazione della maggior parte delle persone. Fortunatamente, per chi vuole mantenere una mentalità aperta, non c’è bisogno di fare appello all’immaginazione perché le prove storiche che stabiliscono il fatto sono inequivocabili. Iain Davis

L’autore H.G.Wells ha coniato questa frase nel suo libro omonimo pubblicato nel 1940. Wells vedeva un unico governo mondiale come soluzione alla guerra. Secondo lui, il governo dovrebbe essere socialista. Credeva anche che dovesse basarsi su un sistema mondiale di protezione dei diritti umani.

Nel corso degli anni, vari individui e istituzioni politiche hanno usato questo termine per sintetizzare l’idea di un sistema unico e unificante di governance globale. Ad esempio, il documento della Commissione europea intitolato “L’Unione europea nel nuovo ordine mondiale“, che è la trascrizione di un discorso dell’ex presidente della Commissione europea José Manuel Barroso all’Università di Yale, si riferisce al nuovo ordine mondiale come a un sistema di governance globale vantaggioso.

Allo stesso modo, la maggior parte dei politici e delle figure globaliste che hanno parlato del nuovo ordine mondiale vi fanno riferimento in modo positivo.

  • Un ulteriore progresso globale è ora possibile solo attraverso la ricerca di un consenso di tutta l’umanità, muovendosi verso un nuovo ordine mondiale. [Mikhail Gorbaciov 1988]
  • Il mondo può quindi cogliere questa opportunità per mantenere la promessa di un nuovo ordine mondiale, che da tempo è stata promessa. [Presidente George H.W Bush 1991]
  • Il nuovo ordine mondiale non può essere raggiunto senza la partecipazione degli Stati Uniti, perché noi ne siamo la componente più importante. Sì, ci sarà un Nuovo Ordine Mondiale, e questo richiederà agli Stati Uniti di cambiare la loro percezione. [Henry Kissinger 1994]
  • Il] nuovo ordine mondiale che si sta sviluppando deve concentrarsi sulla creazione di un mondo di democrazia, pace e prosperità per tutti. [Nelson Mandela 1994]

Quando i leader mondiali hanno tenuto i loro grandi discorsi sul Nuovo Ordine Mondiale, la maggior parte di questi monologhi “ispirati” sono venuti in risposta a tumultuosi eventi mondiali. Guerre, sconvolgimenti politici, crisi finanziarie, dispute commerciali internazionali, ecc. sono stati l’oggetto di molti di questi monologhi.

A prima vista, sembrano esprimere gli ideali propugnati dalla Carta delle Nazioni Unite. Sembra essere un sistema unico di governance internazionale che obbliga ogni nazione sulla terra a trattare non solo i propri cittadini ma anche quelli di tutte le altre nazioni con rispetto, dignità e compassione. Sembra un’idea molto sensata. Allora perché alcuni continuano a parlare male del Nuovo Ordine Mondiale?

In primo luogo, l’idea che qualsiasi governo possa portare pace e prosperità ai propri cittadini, per non parlare della situazione internazionale, è un’ipotesi infondata. I governi non sono mai stati in grado di offrire pari opportunità ai loro cittadini. La disparità tra ricchi e poveri è più grande che mai e la disuguaglianza di opportunità persiste.

Secondo uno studio del Credit Suisse, la ricchezza combinata del 1% è superiore alla ricchezza totale del resto di tutti noi messi insieme. Otto persone hanno più soldi della metà economica inferiore della popolazione mondiale. Nei prossimi anni, 500 persone trasmetteranno ai loro eredi un’eredità complessiva di 2.100 miliardi di dollari. Sono più soldi dell’intera economia dell’India, un paese di 1,3 miliardi di persone.

L’economista Thomas Pickety ha dimostrato che negli ultimi 30 anni la metà inferiore della popolazione mondiale ha registrato una crescita del reddito reale pari a zero, mentre il primo 1% ha visto aumentare il proprio reddito reale del 300%. Immaginare che i governi portino pace e prosperità è infondato. Tutti i conflitti, le ingiustizie, le disuguaglianze sociali, lo sfruttamento e persino la criminalità esistono sotto l’autorità dei governi. Credere che il governo possa o voglia risolvere uno di questi problemi è una “leggenda” cieca e assurda.

Alcune nazioni godono di un tenore di vita migliore di altre, ma ciò è dovuto o allo sviluppo economico e tecnologico o allo sfruttamento delle risorse di un’altra nazione. Queste disparità internazionali nascono invariabilmente come risultato di un processo di acquisizione forzata o costretta da parte dei governi dominanti a spese dei governi più poveri. Sia attraverso la guerra, la colonizzazione, il neocolonialismo o la semplice corruzione.

Il cittadino medio dei paesi più ricchi può permettersi un certo lusso perché i lavoratori sottopagati o schiavi di altre parti del mondo hanno fornito le materie prime o i manufatti necessari a prezzo quasi nullo. Tuttavia, in tempi di austerità, i governi non esitano mai a spremere i salari e le condizioni di lavoro dei lavoratori nei loro paesi, prima di passare a tagliare i servizi essenziali per proteggere i profitti delle banche. Possono farlo perché hanno tutto il potere e il popolo non ne ha nessuno. A dispetto di quella che viene chiamata democrazia.

Per chi propone un Nuovo Ordine Mondiale, come Richard Haass, presidente dell’influente Think Tank globalista Council on Foreign Relations, è il sogno di un unico governo mondiale guidato da una cricca di “influenti politici” immensamente potenti. Per coloro che criticano questa idea spesso citata, universalmente bollata come “folle teoria della cospirazione”, si tratta semplicemente di una tirannia globale guidata da un’élite non eletta e autoproclamatasi (parassiti) la cui unica vera visione è che essi sono i legittimi governanti della Terra.

Le origini del Nuovo Ordine Mondiale moderno

Nel 1902, l’uomo d’affari e costruttore dell’Impero britannico Cecil Rhodes morì dopo aver accumulato una fortuna personale sconcertante lavorando fino alla morte nelle miniere d’oro e di diamanti del Sudafrica. Ha fondato la De Beers Consolidated Mining nel 1888 con il sostegno finanziario dei banchieri più ricchi del mondo, N.M. Rothschild & Sons. Alla sua morte, lasciò in eredità la sua immensa fortuna per creare una serie di progetti, tra cui fondazioni pubbliche e una società segreta.

Rhodes ha lasciato sette testamenti in totale. Il suo 7° è il più noto in quanto ha creato la Rhodes Scholarship, che sostiene gli studi internazionali post-laurea presso l’Università di Oxford. I borsisti di Rhodes sono diventati tra le persone più potenti e influenti nel mondo della politica, della scienza, della medicina, dell’economia, dell’arte, dell’università, del diritto e dell’esercito.

Tuttavia, la maggior parte della fortuna di Rhodes è stata accantonata per creare un unico governo mondiale, basato sul modello britannico dell’impero. Sarebbe gestito dal suo centro da un’élite angloamericana che eserciterebbe il controllo collaborando e manipolando segretamente con i leader politici, economici, scientifici e culturali del mondo.

Per esercitare il loro potere segreto, il gruppo creato da Rhodes doveva essere un’organizzazione segreta. In quanto tale, non ha ricevuto alcuna identificazione formale. Non era nemmeno una sorta di brigata di stretta di mano quasi mistica e divertente, sebbene molti dei suoi membri appartenessero anche ad altre società segrete che, al contrario, erano un gruppo di associazioni di volontariato, che condividevano interessi comuni e un obiettivo comune. L’adesione è stata offerta sulla base del potere e dell’influenza. Coloro che hanno aderito hanno accettato di agire per raggiungere gli obiettivi della società. Non è stato solo un workshop di discussione. Erano affari.

I gruppi costitutivi sono ormai conosciuti con molti nomi. “Milner’s Kindergarten”, “The Round Table Group”, “The Rhodes Crowd”, “The Times Crowd”, “The Chatham House Crowd”, “All Souls Group” e “The Cliveden set” sono stati tutti nomi dati nel corso degli anni a varie organizzazioni all’interno di questa società segreta. Funzionava su base “concentrica”. Al centro c’era un piccolo gruppo, “la società dei funzionari eletti”, che ha influenzato lo sviluppo e le attività dei suoi più grandi gruppi di lavoro.

Questa compartimentazione ha fatto sì che alcuni membri della società fossero pienamente consapevoli del centro del potere, mentre altri lo erano meno. Tuttavia, tutti i membri erano d’accordo con l’obiettivo principale. Stabilire un unico governo mondiale, che alcuni ora chiamano “Nuovo Ordine Mondiale”.

Rhodes era un estremista nazionalista e suprematista bianco. Era un uomo del suo tempo, e se questo è giustamente considerato oggi ripugnante, va notato che le sue opinioni erano condivise dalla maggioranza. Credeva che la cultura inglese “anglosassone” fosse superiore a tutte le altre e che la cosa migliore che potesse accadere a una nazione fosse il dominio coloniale inglese.

Considerava quindi l’imperialismo una virtù morale. Pertanto, qualsiasi azione che incoraggiasse l’espansione imperialista anglo-americana, a prescindere dal danno che infliggeva al popolo, era considerata da Rhodes e dai membri della sua società giusta. Nel 1877 scrive la “Confessione di fede” in cui espone la sua visione:

Io sostengo che siamo la razza più bella del mondo e che più occupiamo il mondo, meglio è per la razza umana. Immaginate le regioni attualmente abitate dai più spregevoli esemplari di esseri umani…

Perché non formare una società segreta con un solo obiettivo: la promozione dell’Impero britannico e la messa sotto il dominio britannico di tutto il mondo incivile per il recupero degli Stati Uniti per la creazione di un unico Impero anglosassone …

Per far conoscere un tale progetto, quale splendido aiuto sarebbe una società segreta, una società non apertamente riconosciuta ma che lavora in segreto per un tale oggetto …

Formiamo lo stesso tipo di società di una Chiesa per l’estensione dell’Impero britannico. Una società che dovrebbe avere membri in ogni parte dell’Impero britannico che lavorano con un unico oggetto e un’unica idea; dovremmo collocare i suoi membri nelle nostre università e scuole e guardare i giovani inglesi passare attraverso le loro mani; solo uno forse su mille avrebbe lo spirito e i sentimenti per un tale oggetto.

Per evitare che la morte mi prenda prima del tempo per tentare il suo sviluppo, lascio tutti i miei beni materiali in deposito presso S. G. Shippard e il Segretario coloniale al momento della mia morte per cercare di formare una tale Società con un tale oggetto.

Rhodes si è proposto di creare il suo gruppo d’elite di reali, colonialisti, soldati, burocrati, industriali, spie, banchieri, storici, scienziati, artisti, autori, politici e altri per cercare di governare il mondo. Nel 1891, Rhodes, W.T. Stead (editore e giornalista influente), Lord Nathan Rothschild (banchiere, politico e amministratore rodesiano) e Reginald Baliol Brett (Lord Esher, amico intimo e consigliere della regina Vittoria e poi re Edoardo VII e re Giorgio V) si incontrarono per attuare il loro piano per il dominio del mondo.

Lord Alfred Milner

Hanno immediatamente lanciato la loro campagna di reclutamento. Hanno formato la “Società degli Eletti” invitando Lord Alfred Milner (amministratore coloniale e potente consigliere politico) ad unirsi a loro. Il prossimo gruppo, che rimarrà il più vicino alla sede del potere, è l’Associazione degli aiutanti.

Nel 1902, due mesi dopo la morte di Rhodes, l’Onu costituì la Società dei Pellegrini d’oltreoceano. L’obiettivo di Rhodes è sempre stato quello di unire il mondo anglofono.

L’establishment britannico piangeva la perdita della sua colonia americana, ma era anche consapevole che l’Impero britannico non poteva essere mantenuto indefinitamente con la sola forza militare. La Pilgrims Society è stata creata per stabilire il “rapporto speciale” tra gli Stati Uniti e il Regno Unito.

Oggi, il primo dovere di ogni ambasciatore americano nel Regno Unito è quello di incontrare la British Pilgrims Society. Al contrario, il primo dovere dell’ambasciatore del Regno Unito negli Stati Uniti è quello di comprendere i desideri dei membri dell’American Pilgrims Society.

Il Nuovo Mondo va avanti

Quando fu fondata la Pilgrims Society, una serie di incontri si tennero a Londra nel 1902 e a New York nel 1903. Vi hanno partecipato le persone più ricche degli Stati Uniti e della Gran Bretagna, e quindi di tutto il mondo.

La banca centrale era controllata da Londra, principalmente dal barone Alfred Rothschild, che ha dato agli inglesi il vantaggio monetario. La Pilgrims Society ha istituito la Rhodes Scholarship e il Rhodes Trust negli Stati Uniti. Negli anni successivi, tra i membri di spicco si annoverano la regina Elisabetta II, il principe Filippo, il principe Carlo, John D. e David Rockefeller, Winston Churchill, Henry Kissinger, Margaret Thatcher, Walter Cronkite e Allen e John Foster Dulles, solo per citarne alcuni.

In Africa del Sud, Lord Alfred Milner (membro della Società degli Eletti e della Società dei Pellegrini) ha riunito un certo numero di giovani avvocati e amministratori di talento e spietati in un collettivo che è stato chiamato Milner’s Kindergarten. Hanno lavorato per creare l’Unione del Sudafrica, il predecessore dell’attuale Repubblica Sudafricana e l’istigatore del regime dell’apartheid. Controllavano gran parte dei mercati mondiali dei diamanti e dell’oro.

Nel 1909 Kindergarten ha contribuito alla formazione del “Movimento della Tavola Rotonda”. Hanno istituito « Round Tables » in Canada, Sudafrica, Australia, Nuova Zelanda e altrove nell’Impero britannico.

Lionel Curtis

L’influenza e il potere delle persone che compongono la NWO sono ben illustrati da Lionel Curtis, membro del Kindergarten e leader della Tavola Rotonda. Di fronte all’ascesa al potere della Germania in Europa e al crescente dominio economico degli Stati Uniti, fu uno di quelli che riconobbe che l’impero militare britannico non poteva sopravvivere. Nel 1911, Lionel Curtis decise che l’Impero britannico doveva essere trasformato in una potenza economica chiamata Commonwealth of Nations britannico e che l’India doveva avere un autogoverno. L’India ottenne l’indipendenza nel 1947 e il Commonwealth of Nations britannico fu creato nel 1948, proprio come Lionel Curtis e il suo gruppo della Tavola rotonda avevano decretato più di 35 anni prima.

La difficoltà di molte persone a capire come la NWO eserciti il suo potere spesso deriva dalla loro concentrazione sul lungo termine. La loro strategia non si basa su profitti rapidi o su un successo immediato. Come ogni piano ben congegnato, sanno che le cose possono andare male. Ma ogni mossa è un passo sulla strada verso l’obiettivo finale di un Nuovo Ordine Mondiale. Non si tratta di anni, ma di decenni, generazioni o addirittura secoli. Inesorabilmente, si stanno dirigendo verso la dittatura economica e politica globale che sono determinati a creare. Qualcosa che ora sono molto vicini a raggiungere attraverso la loro creazione dell’emergenza climatica.

Nel 1910, l’industriale americano di origine scozzese Andrew Carnegie fondò il Carnegie Endowment for International Peace (CEIP). I suoi direttori erano tutti industriali e finanzieri. Molti erano legati all’American International Corporation (AIC), controllata da J.P.Morgan, che nel 1919 divenne il colosso aziendale American International Group (AIG).

Il consiglio di amministrazione comprendeva Elihu Root (AIC e Carnegie attorney), Cleveland H. Dodge (industriale, produttore di armi e finanziere del presidente Wilson), George W. Perkins (socio banchiere di Morgan), G. J. Balch (AIC e Amsinck), R. F. Herrick (AIC), H. W. Pritchett (AIC.) Carnegie stesso era il presidente della U.S. Pilgrim Society e il CEIP è stato creato per uno scopo specifico: promuovere la cooperazione tra le nazioni e promuovere l’impegno attivo degli Stati Uniti a livello internazionale.

Il CEIP influenza fortemente la politica estera statunitense oggi, con stretti legami con il Dipartimento di Stato americano e più di un secolo di coinvolgimento con l’establishment politico americano. È vista dalla maggior parte delle persone (che la conoscono) come una forza per la pace attraverso la promozione della cooperazione internazionale. Questo è un esempio della duplicità della NWO, e illustra il suo modus operandi standard. Presentando l’aspetto esteriore di “fondazioni” benevole, molti gruppi come il CEIP lavorano a porte chiuse per raggiungere gli obiettivi geopolitici della società.

Negli Stati Uniti, le fondazioni erano “esenti da imposte” come organizzazioni “caritatevoli” ai sensi della legge sul reddito del 1917. Questo ha permesso alle persone più ricche del mondo di finanziare i loro vari progetti di ingegneria sociale senza dover pagare l’imposta sul reddito. L’imposta sul reddito è riservata ai piccoli.

Fin dall’inizio, il CEIP ha identificato l’utilità della guerra come un esercizio di profitto, ma anche come catalizzatore del cambiamento sociale. Nel 1953, Norman Dodd era l’investigatore capo della Commissione speciale del Congresso degli Stati Uniti per le fondazioni esenti da tasse. Gli è stato dato accesso ai file del CEIP e ciò che ha scoperto è stato molto diverso dalla percezione del pubblico. Dodd ha testimoniato davanti al Comitato Reece:

Gli Amministratori della Fondazione Rotary [CEIP] hanno sollevato una sola questione. Se è auspicabile cambiare la vita di un intero popolo, c’è un modo più efficace della guerra? … Hanno discusso questa domanda … per un anno e hanno trovato una risposta: Non c’è modo più efficace della guerra, purché l’obiettivo sia quello di cambiare la vita di un intero popolo. Il che li porta a porsi la domanda: come si fa a far partecipare gli Stati Uniti a una guerra?

Il CEIP non è stato creato nel 1910 come veicolo di pace. Al contrario. È fondamentale capire che, per l’Onu, la guerra è solo un mezzo per raggiungere un fine. Stimola l’economia ma porta anche enormi cambiamenti sociali. L’uso della guerra, del conflitto e dell’insurrezione armata è uno dei metodi principali per raggiungere l’obiettivo di un governo mondiale sotto il controllo dell’élite aziendale.

Una volta che lo si sa, anche le interpretazioni comuni della storia lo rendono ovvio. Ogni grande conflitto si conclude con una conferenza di pace negoziata e ogni negoziato stabilisce una nuova centralizzazione del potere in grandi organismi regionali o organizzazioni intergovernative, erodendo costantemente la sovranità e consolidando il potere non statale. La guerra è un racket, e le “false flag”, come l’affondamento del Lusitania che ha trascinato gli Stati Uniti nella prima guerra mondiale, sono spesso favorite dal NWO per fornire il necessario casus belli.

Dopo la fine della prima guerra mondiale, i rappresentanti del NWO, che costituirono il nucleo delle delegazioni americana e britannica a Versailles, si riunirono per creare il sistema di “think tank” internazionali che avrebbero permesso loro di governare dall’ombra fino ai giorni nostri. Sotto la guida di Lionel Curtis, il gruppo di industriali, finanzieri e manipolatori politici si è riunito per creare il British Institute of International Affairs, che ha ricevuto l’ascesa reale per diventare il Royal Institute of International Affairs (RIIA) nel 1920. Molti membri della Società dei Pellegrini erano presenti alla prima riunione a Parigi, e il ramo americano è stato costituito come Consiglio per le relazioni estere (CFR) nel 1921, presieduto da Elihu Root e finanziato da J.D. Rockefeller.

Il nuovo ordine mondiale: il velo di segretezza.

Eppure, nonostante il potere permanente di queste organizzazioni, che ancora oggi modella la politica estera e le relazioni internazionali, è stata la creazione della “Chatham House Rule” della RIIA nel 1927 che ha permesso a una governance globale segreta e antidemocratica di nascondersi in bella vista. Gli storici hanno sostenuto che la “Regola della Casa di Chatham” è stata progettata per promuovere il dialogo aperto tra le persone più potenti del mondo. Basta guardare alla definizione attuale (dopo alcune revisioni più recenti) per capire quanto sia fuorviante questa interpretazione.

Quando una riunione, o parte di essa, si svolge secondo il Regolamento di Chatham House, i partecipanti sono liberi di utilizzare le informazioni ricevute, ma non possono essere rivelate né l’identità o l’affiliazione del/dei relatore/i né quella di qualsiasi altro partecipante.

Ciò ha permesso la creazione di un “Mezzo” ancora chiamato “Stato profondo”. Una rete globale di mediatori di potere che possono nascondersi in pieno giorno grazie in gran parte alla “Regola di Chatham House”. Solo pochi giornalisti e ricercatori stanno cercando di rompere questo muro di silenzio. Così facendo, saranno quasi certamente etichettati come “teorici della cospirazione”, con il risultato di una carriera in caduta libera o peggio.

Think Tank RIIA

I gruppi che sostengono la Regola di Chatham House includono il Consiglio per le relazioni estere, la Commissione Trilaterale, la RIIA, il Gruppo Bilderberg, Le Cercle e altri. Molte società d’élite più anziane l’hanno incorporata nelle loro “regole” di discussione, come i Cavalieri di Malta, Skull and Bones, la Pilgrims Society, i gruppi della Tavola Rotonda e molti altri. Allo stesso modo, le società internazionali e le istituzioni finanziarie lo utilizzano, così come i comitati direttivi dei governi, i consigli consultivi politici e soprattutto i consigli di amministrazione. E’ esilarante che questo metodo sia stato presentato al pubblico come un aiuto decisionale “aperto e trasparente”.

Sebbene la regola in sé non sia applicabile secondo la legge, qualsiasi organizzazione, compreso il governo, può citarla come politica. Chiunque violi sarà soggetto ad azioni disciplinari.

In realtà, significa che le persone più potenti e più ricche del pianeta possono riunirsi per discutere i loro progetti, qualunque essi siano, senza alcun controllo pubblico. Per mantenere questo programma nascosto, CEIP deve essere completamente complice, non fare mai domande difficili e rispettare sempre la Regola di Chatham House. Lo fanno senza eccezioni, di solito perché i proprietari di CEIP sono anche membri delle varie organizzazioni statali profonde che compongono il Nuovo Ordine Mondiale.

Le guerre del Nuovo Ordine Mondiale.

Basandosi sul riconoscimento del CEIP che la guerra è il veicolo più efficace per un cambiamento sociale di massa, l’Onu ha usato le sue multinazionali, i partiti politici che ha finanziato, i grandi politici che ha corrotto e i suoi cartelli bancari internazionali per creare le condizioni economiche, politiche e sociali che hanno portato alla prima guerra mondiale, spingendo intenzionalmente il mondo verso la catastrofe per raggiungere il risultato desiderato.

Inoltre, hanno finanziato la rivoluzione russa per assicurarsi di mantenere l’accesso ai futuri mercati sovietici e garantire i loro investimenti, indipendentemente da chi ha vinto la guerra. Tuttavia, in seguito al Trattato di Versailles, hanno riconosciuto la necessità di ulteriori lavori. Hanno quindi continuato il loro piano per creare un’unica dittatura mondiale lanciando la seconda guerra mondiale.

In sostanza, l’Onu prestò alla Germania il denaro per pagare le riparazioni dopo la prima guerra mondiale, assicurando che la Germania, non le nazioni sovrane, fosse indebitata con loro. Di conseguenza, l’economia tedesca era completamente sotto il loro controllo. Hanno poi creato cartelli industriali e manifatturieri in Germania, con il denaro amministrato dalle banche di loro proprietà che li ha resi i primi beneficiari dei loro prestiti e consolidando ulteriormente il controllo dell’economia tedesca. Poi hanno usato i loro cartelli industriali sussidiari per ricostruire l’esercito tedesco e finanziare l’ascesa dei nazisti.

Una volta al potere, i nazisti finanziarono il loro sforzo bellico contro le nazioni alleate, che finanziarono anche durante la seconda guerra mondiale. Hanno guidato entrambe le parti della guerra dal loro quartier generale sicuro nella Svizzera neutrale e, alla fine della seconda guerra mondiale, hanno utilizzato gli enormi profitti ottenuti dalla morte di oltre 60 milioni di persone per finanziare un altro tentativo di istituire un unico governo mondiale sotto forma di Nazioni Unite.

Riconosco che probabilmente non è la storia che conoscete. Tuttavia, ancora una volta, le prove che lo dimostrano sono schiaccianti. Potete leggere tutto a riguardo qui.

Così come la prima guerra mondiale portò alla creazione della Società delle Nazioni, che fallì, la seconda guerra mondiale portò alla creazione delle Nazioni Unite. Ha stabilito un quadro di riferimento per il governo mondiale, ma non ha ancora formalmente sostituito la sovranità dei paesi membri.

Il passo logico successivo per l’Onu, sulla sua strada verso l’egemonia capitalista/collettivista globale, è stato quello di creare blocchi di potere che distruggano la sovranità nazionale. Il controllo economico del progetto fallito dell’URSS è stato un tentativo ragionevole, ma la guerra in Europa ha fornito all’Onu l’occasione perfetta per fare un grande passo avanti.

Per la prima volta sono riusciti a creare un’organizzazione intergovernativa, amministrata centralmente da una cabala non eletta, controllata dalla propria banca centrale, che ha gestito la maggior parte delle economie più ricche del mondo. Oggi, chiamiamo questo progetto Unione Europea (UE) e il “Mezzo” è stato al centro della sua creazione.

https://in-this-together.com/who-are-the-new-world-order-a-brief-history/

Scelto e curato da Jean Gabin