Oggi il North Stream 1 ha cessato il flusso di gas, per manutenzione.

I tedeschi hanno cercato di arginare quello che poi oggi è successo, dopo essersi prostituiti davanti ai canadesi (è come chiedere un passaggio sullo shuttle a topo Gigio, per intendersi) hanno ottenuto il ritorno delle turbine bloccate dalle sanzioni. Purtroppo, arriveranno via mare, per cui occorrerà aspettare diverse settimane, mi dicono a Mosca, e poi bisognerà controllarle bene bene, sperando che non si danneggino durante il trasporto.

Malauguratamente alcuni impianti GNL americani hanno avuto dei problemi, il flusso di gas norvegese pure, e i famosi “fornitori alternativi” latitano. Ma guarda un po’ le coincidenze, a volte.

Per tutta una serie di motivi e grazie alla elaborata tattica tedesca il prezzo del gas, in questo momento è calato da 1600 a 1750 dollari ogni mille metri cubi… Ops.

E siamo a luglio, chissà come sarà bella la situazione intorno a fine anno. E come la stanno gestendo bene i tedeschi, e con che stile. Bravi!

Ma grazie al branco di minchion agli illuminati leaders voluti da Dio che vi guidano finirete nella merd ce la farete.

By Nuke il Riscaldato (d’inverno) di Liberticida e OraZero

P.S. scherzavo, non ce la farete, ma sarà una caduta elegantiZZima.