Un programma del Dipartimento della Difesa alimentato dall’intelligenza artificiale chiamata “Project Salus”, gestito in collaborazione con il JAIC (Joint Artificial Intelligence Center), ha analizzato i dati su 5,6 milioni dei beneficiari di Medicare di 65 anni o più. I dati sono stati aggregati da Humetrix, una piattaforma di dati e analisi in tempo reale che traccia i risultati dell’assistenza sanitaria. L’analisi legale di Thomas Renz di Renz-Law.com si conclude con una intervista video, qui sotto.

I risultati allarmanti mostrano che la stragrande maggioranza dei ricoveri per covid si stanno verificando tra gli individui completamente vaccinati e che i risultati tra queste persone stanno peggiorando ogni settimana che passa. Questo sembra adattarsi al modello del cosiddetto Antibody Dependent Enhancement, dove l’intervento di trattamento (vaccini mRNA) sta peggiorando i risultati di salute e portando a ricoveri e morti in eccesso.

Questi dati, presentati qui, infrangono la narrazione ufficiale di Biden / Fauci che sostiene falsamente che l’America sta vivendo “una pandemia dei non vaccinati”. I dati mostrano che la pandemia in realtà sembra essere accelerata dai vaccini covid-19, mentre gli individui non vaccinati stanno avendo esiti molto migliori dei vaccinati.

Inoltre, secondo questi dati (mostrati sotto), la strategia migliore per evitare infezioni e ricoveri post-vaccino è l’immunità naturale derivata da una precedente infezione da covid.

L’analisi completa è intitolata “Effectiveness of mRNA COVID-19 vaccines against the Delta variant among 5.6M Medicare beneficiaries 65 years and older” ed è datata 28 settembre 2021. La presentazione di questi dati consiste in 17 diapositive, che sono disponibili sul sito web Humetric in forma di diapositive, pubblicate anche sui server di Natural News in questa versione PDF che è più conveniente per la visualizzazione e la stampa.Dal documento JAIC Project Salus:

In questa popolazione di ultra 65enni vaccinati all’80%, si stima che il 60% dei ricoveri per COVID-19 si sia verificato in individui completamente vaccinati nella settimana che termina il 7 agosto.

Entro il 21 agosto, il 71% dei “casi” di COVID-19 si sono verificati tra individui completamente vaccinati:

In questa fetta di popolazione di ultra 65enni vaccinati all’80%, si stima che il 71% dei casi di COVID-19 si sia verificato in individui completamente vaccinati.

Questi dati rivelano che mentre la variante Delta si avvicinava a un tasso di infezione del 97%, i “casi” e i ricoveri tra gli individui completamente vaccinati hanno mostrato aumenti impressionanti in ogni settimana che passava.

Risultati chiave dell’analisi DoD / JAIC / Project Salus / Humetrix
In tutte le diapositive, “VE” si riferisce all’efficacia del vaccino. “Breakthrough” significa un vaccino fallito, dove a una persona completamente vaccinata viene diagnosticato il covid. Molte di queste persone richiedono l’ospedalizzazione e trattamenti in terapia intensiva (vedi le diapositive sotto).

Alcuni dei risultati chiave dell’analisi del Progetto Salus includono:

  • È confermato che l’efficacia dei vaccini mRNA diminuisce nel tempo.
  • Con ogni settimana che passa, quelli vaccinati con vaccini mRNA mostrano un aumento del rischio di fallimento del vaccino / infezioni covid che richiedono l’ospedalizzazione. Dall’analisi: “rapporto delle probabilità in aumento da 2,5 a 6 mesi dopo la vaccinazione”.
  • L’immunità naturale funziona: Una precedente infezione da covid riduce notevolmente le probabilità che una persona vaccinata abbia bisogno di un ricovero a causa di una successiva infezione.

Il fallimento del vaccino peggiora drammaticamente entro 5-6 mesi dopo essere stati vaccinati
Una diapositiva dell’analisi rivela che le cosiddette infezioni “breakthrough” – fallimenti del vaccino – aumentano con il tempo, mostrando quasi un raddoppio delle infezioni breakthrough tra quelli vaccinati 5-6 mesi fa rispetto a quelli vaccinati solo 3-4 mesi fa.

Questi dati terminano al 21 agosto 2021, ma la tendenza non sembra appiattirsi. Man mano che ogni settimana vengono aggiunti altri dati a questa analisi, sembra quasi certo che i tassi di infezioni continueranno ad aumentare nel tempo negli individui vaccinati. Non sappiamo ancora cosa succederà nei 9 mesi dopo la vaccinazione, ma questi dati mostrano un motivo di seria preoccupazione.

Il seguente grafico rivela che entrambi i vaccini Pfizer e Moderna stanno mostrando lo stesso modello di peggioramento dei tassi di infezione “breakthrough” nel tempo.

Una volta che la variante Delta ha preso piede, il 71% dei casi di “breakthrough” del COVID-19 si è verificato tra i completamente vaccinati
Come mostra il seguente grafico, il 71% dei “casi” di COVID-19 sono stati casi di breakthrough (fallimenti del vaccino) una volta che la variante Delta ha raggiunto il 90% di diffusione tra gli infetti.

Comprendete che gli autori di questo documento affermano che coloro che sono stati sottoposti a vaccinazione non sono considerati “vaccinati” fino a due settimane dopo aver ricevuto le iniezioni, il che significa che le infezioni, i ricoveri e i decessi avvenuti da 0 a 14 giorni sono ignorati in questa serie di dati.

In realtà, ciò significa che la percentuale di persone “completamente vaccinate” responsabili di infezioni, ricoveri e morti è sostanzialmente più alta di quella mostrata in questi dati. Se stanno sostenendo un tasso del 71%, in realtà potrebbe essere attorno all’80% o addirittura il 90%, ma non lo sappiamo con certezza perché stanno nascondendo tutti gli esiti negativi sulla salute sulle prime due settimane dopo la somministrazione dei vaccini (sostenendo che quelle persone sono “non vaccinate”, che è un inganno deliberato utilizzato per cercare di nascondere gli effetti nocivi dei vaccini).

I gruppi etnici più colpiti: nativi americani, ispanici e neri
Infine, una diapositiva terrificante nella serie di dati rivela che uno dei più alti fattori di rischio per essere ricoverati in ospedale dopo essere stati vaccinati è semplicemente essere di origine nativa americana. Secondo i dati di questa diapositiva, i nativi americani hanno circa il 50% di probabilità in più di essere ricoverati dopo essere stati vaccinati, rispetto ad altri gruppi etnici come i bianchi.

Gli ispanici affrontano un rischio leggermente inferiore che si attesta attorno al 40%. La popolazione afro-americana ha un 25% di probabilità in più.

Perché tutto questo? Tra le proprietà che sono state ingegnerizzate nell’arma biologica SARS-CoV-2 – tramite Fauci, Daszak e il NIH – vengono presi di mira i recettori ACE2 che esistono in maggiore concentrazione in molti gruppi minoritari come i nativi americani, gli ispanici e la popolazione afro americana. Questo ha portato molti osservatori a concludere che la proteina covid spike – che viene generata dalle persone che assumono i vaccini a mRNA – è un’arma biologica specifica per la razza, progettata per raggiungere lo spopolamento dei gruppi minoritari. Louis Farrakhan, leader islamico, si è profuso con molti sforzi per portare tutto questo all’attenzione delle tante persone che lo seguono. Questi dati forniti dal documento DoD / JAIC / Project Salus qui mostrato sembrano sostenere la plausibilità di tali teorie.

Altri fattori che aumentano notevolmente le probabilità di una persona di essere ricoverata in ospedale dopo aver ricevuto le vaccinazioni includono l’insufficienza renale (ESRD), l’obesità patologica, la malattia epatica cronica o le cure chemioterapiche.

L’immunità naturale offre una protezione documentata contro l’ospedalizzazione futura
Infine, i dati presentati in questo documento mostrano che l’immunità naturale – indicata come “prior covid-19” diminuisce sostanzialmente il rischio di ospedalizzazione dopo aver ricevuto i vaccini covid-19. (Vedi diapositiva sopra).

Ciò significa che il modo migliore per garantire il risultato più sicuro di un vaccino covid è quello di sperimentare un’infezione da covid prima di essere vaccinati. Questo riduce drasticamente il rischio di esiti negativi per la salute.

Poi di nuovo, se qualcuno ha già avuto il covid, perché avrebbe bisogno di un vaccino in primo luogo? Semmai, questi dati mostrano che chiunque scelga di ricevere i vaccini contro il covid-19 sta facendo la scelta sbagliata se desidera evitare infezioni, ricoveri o morte.

L’immunità naturale, ancora una volta, si rivela come il sistema più efficace che riduce gli esiti negativi.

Conclusione
In conclusione, questi dati del DoD / JAIC mandano assolutamente in frantumi la falsa narrazione di Biden, Fauci, Walensky e altre “autorità” che stanno ancora tentando di gasare il popolo americano a pensare che gli ospedali sono pieni di persone non vaccinate. In realtà, la stragrande maggioranza dei ricoveri e dei decessi si verifica tra coloro che sono stati completamente vaccinati, secondo i 5,6 milioni di persone studiate in questo particolare set di dati (Medicare).

È importante notare che i risultati sulla salute post-vaccino stanno peggiorando nel tempo, il che significa che i vaccini sembrano danneggiare gradualmente il sistema immunitario nei mesi successivi, rendendo gli individui vaccinati molto più vulnerabili alle infezioni successive.

Questa è la definizione stessa di ADE (Antibody Dependent Enhancement), di cui molti analisti come la dottoressa Sherri Tenpenny hanno avvertito. Ora, sembra che l’ADE non sia più solo una teoria, ma piuttosto un fenomeno confermato che si riflette nei dati ufficiali di Medicare.

L’avvocato Thomas Renz ha detto oggi a Natural News che questi dati dovrebbero immediatamente portare alla revoca, da parte della FDA, dell’approvazione del vaccino mRNA, e che Fauci e i massimi dirigenti di Big Pharma dovrebbero essere citati in giudizio per violazione della legge RICO per racket e crimine organizzato.

L’intervista completa con Thomas Renz è disponibile qui: Brighteon.com/c3c52dd7-7db9-4e1c-b386-58b9a6c97f5b

Le fonti per questo articolo includono:

www.humetrix.com/powerpoint-vaccine.html
www.defense.gov/News/News-Stories/Article/Article/2269200/
dodcio.defense.gov/About-DoD-CIO/Organizzazione/JAIC/
www.naturalnews.com/files/Salus_Humetrix_VE_study_2021_09_28.pdf

https://www.naturalnews.com/2021-10-01-ai-powered-dod-data-analysis-program-project-salus-shows-ade-accelerating-fully-vaccinated.html