Introduzione
<<Israele ha lanciato un’invasione (7 ottobre 2023) della Striscia di Gaza.
Come indicato da Felicity Arbuthnot con lungimiranza 10 anni fa in un articolo del 30 dicembre 2013: 
“ Israele è destinato a diventare un grande esportatore di gas e del petrolio, “Se tutto va al piano ”.
Nel contesto attuale, Israele “ Tutto va secondo il piano ” opzione consiste nel bypassare la Palestina e “Pulire Gaza dalla mappa ”,  pure confiscare TUTTE le riserve di gas offshore marittime di Gaza, vale miliardi di dollari. 
L’obiettivo finale non è solo quello di escludere Palestinesi dalla loro terra natale, esso è dentro confiscare le riserve di gas naturale offshore di Gaza da molti miliardi di dollari, vale a dire quelli relativi al BG (BG Group) nel 1999come bene le scoperte di Levant del 2013. 

Aggiornamento. Memorandum di intelligence segreta di Israele
Un memorandum ufficiale “ segreto ” scritto dal Ministero dell’Intelligence israeliano “sta raccomandando il trasferimento forzato e permanente dei 2,2 milioni di residenti palestinesi della Striscia di Gaza nella penisola del Sinai in Egitto ”, vale a dire a campo profughi nel territorio egiziano. Ci sono indicazioni di Israele-Egitto negoziati e consultazioni con gli Stati Uniti. 
Il documento di 10 pagine, datato 13 ottobre 2023, porta il logo del Ministero dell’Intelligence … valuta tre opzioni riguardanti il futuro dei palestinesi nella Striscia di Gaza … Raccomanda un trasferimento completo della popolazione come linea d’azione preferita. … Il documento, la cui autenticità è stata confermata dal ministero, è stato tradotto in inglese per intero qui su + 972. Vedi sotto, fare clic qui o sotto per accedere al documento completo (10 pagine)

Pubblicato per la prima volta il 22 ottobre 2023. Video: Michel Chossudovsky, Intervista a Caroline Mailloux, Lux Media
MICHEL CHOSSUDOVSKY – SEGUI I SOLDI: RISERVA DI GAS NATURALE DELLA PALESTINA CONFISCA
Analisi 2013 di Felicity Arbuthnot 
“ Il giacimento di gas naturale del Leviatano gigante, nel Mediterraneo orientale, scoperto nel dicembre 2010, ampiamente descritto [da governi e media] come “ al largo delle coste di Israele. ”
Queste riserve Levant devono essere distinto da quelli scoperti a Gaza nel 1999 da British Gas, che appartengono alla Palestina. L’analisi di Felicity Arbuthnot conferma tuttavia che “Parte dei giacimenti di gas del Leviatano si trova nelle acque territoriali di Gaza ” (Vedi la mappa sotto). 
Mentre Israele li rivendica come suo tesoro, solo una frazione della ricchezza del mare risiede nel baliato israeliano come mappe. Molto è ancora inesplorato, ma attualmente la Palestina Gaza e la Cisgiordania tra loro mostrano le più grandi scoperte … (Felicity Arbuthnot, 2013) 

Flash Forward a ottobre 2023
La dichiarazione di guerra di Netanyahu dell’ottobre 2023 contro 2,3 milioni di persone della Striscia di Gaza è una continuazione dell’invasione di Gaza del 2008-2009 “ Operazione Cast Lead. ” 
L’obiettivo sottostante è il vera e propria occupazione militare di Gaza dalle forze israeliane dell’IDF e l’espulsione dei palestinesi dalla loro terra natale.
Vorrei tuttavia menzionare che esistono potenti interessi finanziari che trarranno beneficio dall’impegno criminale di Israele (Genocidio) diretto contro Gaza. 
L’obiettivo finale non è solo quello di escludere Palestinesi dalla loro terra natale, esso è dentro confiscare le riserve di gas naturale offshore di Gaza da molti miliardi di dollari, vale a dire quelli relativi al BG (BG Group) nel 1999come bene le scoperte di Levant del 2013. 
Egitto-Israele “ Colloqui bilaterali segreti ” 
Nel 2021-22, Egitto e Israele sono stati coinvolti “ colloqui bilaterali segreti ” riguardante “ l’estrazione di gas naturale al largo della costa della Striscia di Gaza. 

“ L’Egitto è riuscito a convincere Israele a iniziare a estrarre gas naturale al largo della costa della Striscia di Gaza, dopo diversi mesi di colloqui bilaterali segreti.
Questo sviluppo … arriva dopo anni di obiezioni israeliane per estrarre gas naturale al largo della costa di Gaza per [presunti] motivi di sicurezza, … 
British Gas (BG Group) ha anche a che fare con il governo di Tel Aviv.
Ciò che è significativo è che il braccio civile del governo di Hamas Gaza è stato aggirato per quanto riguarda i diritti di esplorazione e sviluppo sui giacimenti di gas: 
Il campo, che si trova a circa 30 chilometri (19 miglia) a ovest della costa di Gaza, è stato scoperto nel 2000 da British Gas (attualmente BG Group) e si stima che contenga oltre 1 trilione di piedi cubi di gas naturale
Il funzionario del servizio di intelligence egiziano ha detto ad Al-Monitor a condizione di anonimato, “ Una delegazione egiziana di sicurezza economica ha discusso per diversi mesi con la parte israeliana la questione di consentire l’estrazione di gas naturale al largo della costa di Gaza. …Al-Monitor, 22 ottobre 2022
È stato firmato un protocollo d’intesa tra Egitto e Israele, che aveva il timbro di gomma dell’Autorità nazionale palestinese (PA):
“ Il funzionario egiziano ha spiegato che Israele ha richiesto il avvio di misure pratiche per estrarre gas dai campi di Gaza all’inizio del 2024, per garantire la propria sicurezza. (Al-Monitor, 22 ottobre 2022)
Cronologia di Netanyahu: “ Prima dell’inizio del 2024 ”
Il calendario risultante da questi colloqui bilaterali Israele-Egitto “ segreti ”, ovvero la confisca delle riserve offshore di gas marittimo della Palestina, è “ L’inizio del 2024 ”.
Valutazione delle Nazioni Unite
Un importante Conferenza delle Nazioni Unite per il commercio e lo sviluppo (UNCTAD) (2019) il rapporto descrive la situazione della Palestina come segue: 
Geologi ed economisti delle risorse naturali lo hanno confermato il Territorio Palestinese Occupato si trova al di sopra di considerevoli bacini di ricchezza di petrolio e gas naturale, nell’area C della Cisgiordania occupata e della costa mediterranea al largo della Striscia di Gaza.
Tuttavia, occupazione continua a impedire ai palestinesi di sviluppare i loro campi energetici in modo da sfruttare e beneficiare di tali beni. Pertanto, al popolo palestinese sono stati negati i benefici dell’utilizzo di questa risorsa naturale per finanziare lo sviluppo socioeconomico e soddisfare il loro bisogno di energia.
Le perdite accumulate sono stimate in miliardi di dollari. Più a lungo Israele impedisce ai palestinesi di sfruttare le proprie riserve di petrolio e gas naturale, maggiori sono i costi di opportunità e maggiori sono i costi totali dell’occupazione sostenuta dai palestinesi.
Questo studio identifica e valuta le riserve palestinesi esistenti e potenziali di petrolio e gas naturale che potrebbero essere sfruttate a beneficio del popolo palestinese, che Israele sta impedendo loro di sfruttare o sta sfruttando senza il dovuto rispetto per il diritto internazionale. (UNCTAD, Agosto 2019, enfasi aggiunta, scarica il rapporto completo)
Crimini contro l’umanità
Nelle parole di Netanyahu che è su disco per sostenere e finanziare una fazione all’interno di Hamas:  
“ Chiunque voglia contrastare l’istituzione di uno stato palestinese deve sostenere il rafforzamento di Hamas e il trasferimento di denaro ad Hamas … Questo fa parte della nostra strategia – per isolare i palestinesi a Gaza dai palestinesi in Cisgiordania. ”
(Benjamin Netanyahu, dichiarazione in una riunione di marzo 2019 dei membri della Knesset del suo partito Likud, Haaretz, 9 ottobre 2023, enfasi aggiunta)
“ Hamas è stato trattato come un partner a danno dell’Autorità Palestinese per impedire ad Abbas di spostarsi verso la creazione di uno Stato Palestinese. Hamas è stato promosso da un gruppo terroristico a un’organizzazione con la quale Israele ha condotto negoziati attraverso l’Egitto, e che è stato autorizzato a ricevere valigie contenenti milioni di dollari dal Qatar attraverso gli attraversamenti di Gaza. ”
(Times of Israel, 8 ottobre 2023, enfasi aggiunta)
Crimini contro l’umanità oltre la descrizione del governo Netanyahu contro il popolo palestinese,
Crimini commessi anche contro il popolo di Israele che sono vittime del Hamas “ False Flag Attack ” attentamente progettato da Mossad-IDF.
Ci sono divisioni radicate all’interno di Hamas. La nostra analisi “ False Flag ” riguarda una fazione di intelligence militare all’interno di Hamas che coopera con l’intelligence israeliana e statunitense.  Vedere:
Il combattimento Gaza-Israele è “ Una falsa bandiera ”? Lo hanno lasciato accadere? Il loro obiettivo è “ spazzare via Gaza dalla mappa ”?>>

Tratto e tradotto da https://www.globalresearch.ca/israel-gas-oil-and-trouble-in-the-levant/5362955

Questo articolo va ricollegato a https://www.orazero.org/sionismo-gas-petrolio-politica-e-intrighi-italiani/

Previous articleQuesta guerra spingerà i prezzi alimentari globali in rapida crescita alle stelle
Next articleRosatom ha testato il combustibile ricavato dai rifiuti delle centrali nucleari. By Alessia e Nuke
Alessia C. F. (ALKA)
Esploro, indago, analizzo, cerco, sempre con passione. Sono autonoma, sono un ronin per libera vocazione perché non voglio avere padroni. Cosa dicono di me? Che sono filo-russa, che sono filo-cinese. Nulla di più sbagliato. Io non mi faccio influenzare. Profilo e riporto cosa accade nel mondo geopolitico. Ezechiele 25:17 - "Il cammino dell'uomo timorato è minacciato da ogni parte dalle iniquità degli esseri egoisti e dalla tirannia degli uomini malvagi. Benedetto sia colui che nel nome della carità e della buona volontà conduce i deboli attraverso la valle delle tenebre; perché egli è in verità il pastore di suo fratello e il ricercatore dei figli smarriti. E la mia giustizia calerà sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno su coloro che si proveranno ad ammorbare e infine a distruggere i miei fratelli. E tu saprai che il mio nome è quello del Signore quando farò calare la mia vendetta sopra di te."Freiheit ist ein Krieg. Preferisco i piani ortogonali inclinati, mi piace nuotare e analizzare il mondo deep. Ascolto il rumore di fondo del mondo per capire quali nuove direzioni prende la geopolitica, la politica e l'economia. Mi appartengo, odio le etichette perché come mi è stato insegnato tempo fa “ogni etichetta è una gabbia, più etichette sono più gabbie. Ma queste gabbie non solo imprigionano chi le riceve, ma anche chi le mette, in particolare se non sa esattamente distinguere tra l'etichetta e il contenuto. L'etichetta può descrivere il contenuto o ingannare il lettore”. So ascoltare, seguo il mio fiuto e rifletto allo sfinimento finché non vedo tutti gli scenari che si aprono sui vari piani. Non medito in cima alla montagna, mi immergo nella follia degli abissi oscuri dell'umanità. SEMPRE COMUNQUE OVUNQUE ALESSIA C. F. (ALKA)