NIENTE FERIE, TUTTI A LAVORARE!

  • Salvini è andato “all in” e vuole diventare primo ministro?
  • Salvini sa che sta per arrivare una grossa crisi economica e non vuole prendersi lui la responsabilità?

Quindi le domande da porsi sono 2. In un primo momento ho pensato che volesse andare “all in”, ma l’amico Renzi gli ha insegnato che è un pessimo affare. Vero è che la Lega da gennaio è in perenne campagna elettorale, ma altrove tira aria frizzantina.

  • Germania e Francia hanno grossi guai pure loro
  • è ripartita la guerra agli armamenti (gli USA vogliono piazzare testate nucleari a breve e medio raggio per minacciare pesantemente Russia e Cina)
  • se Trump vuole riempire di missili Taiwan la Cina presto metterà i piedi sull’isola (Xi lo ha detto con chiarezza)
  • di bolle pronte ad esplodere ce ne sono mille, se Salvini sa che è pronta a scoppiare “una di quelle grosse” la prima mossa da fare – per non distruggere il partito e il lavoro fatto per avere il consenso degli italiani – per schivare il proiettile è scaricare tutto (colpa compresa) a PD e M5S
  • unico modo per la Lega di salvarsi le chiappe se con anticipo sa che sta per scoppiare una grossa crisi economica
  • che tirasse aria brutta lo si era capito quando Ursula Von der Leyen ha affermato che vorrebbe realizzare gli Stati Uniti d’Europa in tempi brevissimi, infatti Farage le risponde che anticipa la Brexit.

In questi articoli ci sono altri interessanti spunti: https://www.corriere.it/sette/politica/19_agosto_09/steve-bannon-salvini-maio-non-tutti-matrimoni-funzionano-9c6e8082-b821-11e9-b2de-ac53be46e6c6.shtml https://www.corriere.it/sette/incontri/19_agosto_07/bannon-salvini-maio-nobile-prova-ma-nozze-non-sempre-durano-a8d5a80c-b897-11e9-b2de-ac53be46e6c6.shtml

Previous articleSpigolature estive
Next articleLa mossa astuta di Matteo Salvini: ora mi candido a premier
Alessia C. F. (ALKA)
Esploro, indago, analizzo, cerco, sempre con passione. Sono autonoma, sono un ronin per libera vocazione perché non voglio avere padroni. Cosa dicono di me? Che sono filo-russa, che sono filo-cinese. Nulla di più sbagliato. Io non mi faccio influenzare. Profilo e riporto cosa accade nel mondo geopolitico. Freiheit ist ein Krieg. Preferisco i piani ortogonali inclinati, mi piace nuotare e analizzare il mondo deep. Ascolto il rumore di fondo del mondo per capire quali nuove direzioni prende la geopolitica, la politica e l'economia. Mi appartengo, odio le etichette perché come mi è stato insegnato tempo fa “ogni etichetta è una gabbia, più etichette sono più gabbie. Ma queste gabbie non solo imprigionano chi le riceve, ma anche chi le mette, in particolare se non sa esattamente distinguere tra l'etichetta e il contenuto. L'etichetta può descrivere il contenuto o ingannare il lettore”. So ascoltare, seguo il mio fiuto e rifletto allo sfinimento finché non vedo tutti gli scenari che si aprono sui vari piani. Non medito in cima alla montagna, mi immergo nella follia degli abissi oscuri dell'umanità.