Ray Dalio nega tutto ma col suo hedge fund (di grosse dimensioni) sta scommettendo su un sell-off. Il Wall Street Journal afferma che la sua scommessa utilizza put option “assemblate” nel corso dei mesi da Goldman Sachs e Morgan Stanley. Scommette o teme su un eventuale declino di S & P 500 e Euro Stoxx 50. Da parte sua Dalio nega la visione ribassista del mercato azionario, ma rimane il fatto che questo grande hedge fund ha puntato più di $ 1 miliardo sul fatto che potrebbe esserci una eventuale caduta dei mercati azionari globali nei prossimi tre mesi. A livello mediatico questo hedge fund ha creato notevoli tensioni e critiche.

Un analista afferma che Dalio non ha una posizione ribassista “netta” sul mercato azionario, ma intende coprirsi/assicurarsi in caso di una significativa lunga esposizione dei mercati azionari. Questioni di finezze, di lana caprina, ma Dalio spesso è stato lungimirante e questo investimento mette molto in allarme, la breve durata fa prevedere qualche “piccolo terremoto” e che qualcuno già sente puzza di bruciato.

The firm paid about $1.5 billion for the contracts, about 1% of Bridgewater’s $150 billion in total assets under management, the report said. https://www.cnbc.com/2019/11/22/bridgewater-associates-bets-over-1-billion-on-wintertime-sell-off.html

E’ sempre corretto accogliere i commenti di Bridgewater, quest’ultima gestisce denaro (e molto altro) quindi deve essere accorta e mettersi al riparo: ma non puoi far passare questa operazione come una sorta di assicurazione just in case! Non ti copri così “just in case” solo per i prossimi tre mesi, e vista la cifra alta è perché temi davvero uno sconquasso di grosse proporzioni.

Francamente negli ultimi tempi ho letto troppi articoli sui dannosissimi/nocivi investimenti fatti su shale oil, investimenti da anni in totale perdita, e Bridgewater afferma che l’investimento non è destinato a coprire o scommettere su eventuali sviluppi politici negli Stati Uniti, ma poi la stessa non intende spiegare la motivazione di base sulla scommessa ribassista. Questo sta dividendo strateghi e investitori. Altri analisti hanno considerato che è una copertura per l’attuale guerra commerciale tra gli Stati Uniti e la Cina, e in effetti anche questa considerazione non è da escludere. Una guerra commerciale può destabilizzare qualsiasi mercato e può avere esiti imprevedibili. Del resto gli USA hanno fiancheggiato apertamente la rivolta di Hong Kong per portare la Cina a più miti consigli, ma anche in questo caso scoppio a ridere, tutti conoscono il pugno di ferro cinese e non sarà una ex colonia britannica a piegarli e fargli accettare i dettami americani.

Da inizio guerra commerciale la Cina sta sviluppando tutta una nuova tecnologia e questa potrebbe mettere fuori gioco gli stessi USA ( e vuoi che qualche investitore americano non abbia avuto grossi brividi e interrogativi???). Più penso e non so capire se sta per esplodere la stra-ovvia e super-attesa bolla di shale oil, o se solo gli investitori vogliono palesemente pararsi il culo dalla guerra commerciale Cina-USA. Sembra sempre che USA stia vincendo, dopo il Dragone ti sbatte all’angolo con un grosso colpo di coda. Dalio non è stato ottimista nelle future relazioni tra Washington e Pechino.

Ma una scommessa così a breve termine non trova spiegazione: tutti sanno che la guerra commerciale sino americana sarà molto lunga perché coinvolge tecnologica, geopolitica e grossi capitali. Una breve scommessa di questo tipo punta in altre direzioni. https://www.newsmax.com/finance/investinganalysis/ray-dalio-market-drop-1b/2019/11/22/id/942908/

Capitolo collaterale: Bridgewater Associates (gestita dall’investitore Ray Dalio) con questa scommessa ribassista utilizza put option, sfrutta il suo hedge fund generalmente in modo strategico per compensare le altre scommesse che hanno effettuato. Bridgewater stessa cambia spesso posizione e va alla ricerca di nuove coperture. Le put potion sono contratti che consentono ai detentori di vendere azioni a prezzi specifici entro determinate date. Opzioni che generalmente consentono agli investitori di investire una quantità di denaro per scommettere sulla direzione, si scommette per esempio su un mercato azionario o su un altro raggruppamento di titoli.

Ma perché ha visto una caduta di S & P 500 e Euro Stoxx 50 nei prossimi 3 mesi? Più ci penso e più vedo tante bolle che possono esplodere.

Ma chi è davvero questo GURU?

Molto preoccupato per il conflitto Usa-Cina. Per la recessione che arriverà entro un paio d’anni. Per la situazione di debolezza dell’Italia in Europa. E in generale per una situazione mondiale molto simile agli Anni ’30, con grandi rischi di conflitti di tutti i tipi. Ray Dalio, il fondatore e gestore di Bridgewater, l’hedge fund più grande al mondo, spiega a «L’Economia» che cosa si aspetta per il 2019 e oltre, mentre parla del suo libro «I principi del successo», appena pubblicato da Hoepli.” Tutto l’articolo lo potete leggere su https://www.corriere.it/economia/leconomia/18_dicembre_25/ray-dalio-l-italia-ha-troppo-debito-scommetto-che-finira-pagarlo-199d4cc8-0832-11e9-9efd-ce3c5bf3dd59.shtml

Ecco come va la Borsa Italiana (grafico dell’indice italiano del 2019)

Dall’articolo del Corriere della Sera con l’intervista a Ray Dalio ad oggi, la borsa italiana ha realizzato un fantastico +28%!

Così ho chiesto spiegazioni ad un esperto e navigato analista finanziario. Chi sono questi guru? Vi giro la sua risposta:

Quando mi capita di discutere sull’infallibilità delle previsioni di molti Guru della finanza, di solito faccio questo esempio su come si diventa, appunto, Guru: “Prendiamo 1000 esperti e chiediamogli di fare una previsione sull’andamento dei mercati per il prossimo anno. 500 si dichiareranno pessimisti e 500 prevederanno una crescita. La borsa cresce e l’anno successivo chiederemo una nuova previsione per l’anno che verrà solo ai 500 che hanno indovinato l’anno prima. Nuovamente gli esperti si divideranno, 250 indicheranno una crescita dei corsi azionari e 250 un calo. Questa volta la borsa cala, 250 ci hanno preso e 250 no. Per il terzo anno chiederemo una previsone solo ai 250 che l’hanno centrata l’anno prima. Stessa storia, 125 rialzisti e 125 ribassisti, qualcuno che ci prende c’è sempre e quelli che ci prenderanno l’avranno fatto per la terza volta consecutiva. Quarto anno 62 avranno correttamente previsto i corsi azionari e 63 no, qualsiasi cosa accada. Il quinto anno 31 si e 32 no. Il sesto anno 15 indovinano e 16 sbagliano. Il settimo anno 7 geni su 15. L’ottavo anno avremo 3 esperti finanziari che da otto anni non sbagliano mai una previsione, questi scriveranno libri, terranno conferenze, consulenze, appariranno in televisione e tutti correranno a chiedergli cosa pensano dell’attuale situazione di mercato quando questa sarà incerta. Ma… ma sono davvero in grado di prevedere il futuro, oppure su due soli possibili scenari, rialzo o ribasso, qualcuno che ci prende c’è sempre e qualcuno che ci prende n volte consecutive altro non è che una eventualità statisticamente possibile se non anche probabile?Ah, gli accordi commerciali con la Cina. Personalmente ritengo che se anche Donald Trump avesse la possibilità di chiudere domani mattina un accordo soddisfacente con la Cina, continuerà a centelinare piccoli successi parziali, dichiarazioni e smentite, minacce e nuovi passi avanti fino a novembre 2020, quando si terranno le prossime presidenziali. Credo che questo gli faccia più gioco che una vittoria adesso poi fatta dimenticare dall’impeachment.

Mentre cercavo altre informazioni su Ray Dalio, mi sono ritrovata tra le mani un articolo che lo descrive ben benino, ne riporto solo qualche punto:

  • « … Ma che razza di viaggio lisergico è il gestore dell’Hedge Fund più miliardario del Pianeta che invece di parlare agli investitori di Spread, Tassi, Bull Markets, Trends, Meccanismi di Trasmissione monetaria o Credit Defaults, parla di… Amigdala cerebrale? Clicco su Google ‘Bridgewater’, apro il loro sito e ho la conferma del mio radar. Lì dentro sta succedendo qualcosa d’indicibile, ma indicibilmente orrendo, perché di certo sarà il modello del lavoro dei vostri figli e dei loro figli, di certo spazzerà via tutto ciò che dal 18esimo secolo si è aggregato attorno alla parola Lavoro, tutto, leggi, filosofie, diritti, organizzazioni, tutto.
  • … E infatti Dalio aspira a morire nella carne solo dopo che la sua mente sarà stata trasformata in una Macchina, in una Machine, ma proprio alla lettera, perché Ray sostiene, ripeto, che solo un orwelliano lungo processo di aggregazione, limatura ed eliminazione degli errori e degli autoinganni, e quindi solo eliminando le falle umane di cui lui e noi tutti siamo zeppi per causa dell’Amigdala emotiva, cioè divenendo Machines, si ottiene l’efficiente vittoria perpetua nella competizione.
  • … Ma ATTENTI: Dalio, come si evince dal paragrafo sopra, prepara non solo la sua mutazione in Machine, ma la mutazione in Machines di chiunque respiri e lavori, e lavorerà soprattutto. E non solo a Bridgewater. Egli, ella, dovrà essere trasformato, e per prima cosa non deve avere l’Amigdala delle emozioni. Dalio non solo prepara, ma ha già pronto tutto il progetto di trasformazione, pronto, attivo, vero.
  • … Ed ecco che è giunto il momento di guardare il PERCORSO che Ray Dalio ha pensato per arrivare al mondo dove ogni essere umano con una mansione lavorativa dovrà vivere nella carne, e morire, solo dopo che la sua mente sarà stata trasformata in una Macchina che aggrega, lima ed elimina i suoi errori e i suoi autoinganni, senza Amigdale emotive di mezzo (vi ricordo che parlo di ciò che ha fatto collassare uno come James Comey, ora capo dell’FBI).
  • … Questo uomo lo ripete fino all’ossessione: “I cervelli umani sono macchine. Il mondo è una macchina. L’economia è una macchina. Se nutriamo queste macchine con un’immensa mole di dati, se eliminiamo l’emotività che porta a scelte irrazionali in politica ed economia, queste macchine non sbaglieranno quasi più”. Machines.»

Paolo Barnard ha investigato molto su Ray Dalio, anche a lui si è accesa la famosa lampadina e ha voluto indagare su questo guru. Un articolo lungo e pieno di dettagli che NON vi lascerà di certo indifferenti e vi farà molto meditare. La ricerca di Barnard e quello che ha scoperto arriva come un poderoso cazzotto nello stomaco. Vi raccomando di leggerlo con attenzione https://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1645 (QUESTO DOVREBBE GHICCIARVI IL SANGUE PER GENERAZIONI. RAY DALIO)

Alessia C. F. (ALKA) di Liberticida e OraZero